Giorno: 12 maggio 2015

12 maggio 2015 0

Ritrovati a Coreno Ausonio i resti di un soldato tedesco della Seconda Guerra Mondiale

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Eccezionale ritrovamento alla vigilia del 71° Anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale nel Cassinate: i resti di un soldato di nazionalità tedesca sono stati rinvenuti nella mattinata del 12 maggio 2015 sulle montagne di Coreno Ausonio, in località Marinaranne. Ad effettuare la fortuita scoperta sono stati alcuni volontari dell’Associazione Linea Gustav di Piedimonte San Germano nel corso di una delle molteplici ricognizioni effettuate nel territorio e finalizzate allo studio del sistema difensivo, ben noto con il nome di “Linea Gustav”, che fu approntato dai militari germanici durante l’ultima guerra per contrastare l’avanzata alleata. Immediato l’allertamento dei militari della vicina caserma dei carabinieri di Ausonia, coordinata dal Mar.llo Muscariello, e del Sindaco di Coreno Ausonio, Domenico Corte, che sono accorsi tempestivamente sul luogo. Dopo gli accertamenti di rito, i resti del militare sono stati recuperati e spostati temporaneamente presso il cimitero civile in attesa delle disposizioni della magistratura. Il piastrino di riconoscimento, recante il numero di matricola ed alcune generalità, permetterà l’identificazione del soldato, i cui resti potrebbero essere traslati nei prossimi giorni nel Cimitero Militare Tedesco di Caira a Cassino. «L’Associazione Linea Gustav – esordisce il Presidente Damiano Parravano – è un centro di studi e ricerche storico-militari che opera da diversi anni in sinergia con istituzioni locali ed internazionali al fine di valorizzare il patrimonio storico-culturale legato alla memoria dei tragici eventi che accorsero tra il 1943 ed il 1944 nel Centro Italia. Le nostre indagini hanno il duplice scopo di documentare le rilevanze ancora esistenti nel territorio ed allo stesso tempo di preservarle e di valorizzarle soprattutto per le generazioni future. E’ per noi fonte di grande orgoglio – spiega il Presidente – aver contribuito al ritrovamento di uno delle migliaia di dispersi che, a distanza di settantuno anni dalla fine della guerra, ancora non hanno avuto la possibilità di una degna sepoltura. In vista delle imminenti celebrazioni e delle rievocazioni che si terranno i giorni 16 e 17 maggio a Coreno Ausonio, è inoltre lieta l’occasione per sottolineare l’impegno sul territorio di Costanzo Salvatore, Antonio Forcina, Raffaele Bianco e Yossuà Ruggero, quali soci del distaccamento associativo di Coreno Ausonio »

12 maggio 2015 0

Nuova riorganizzazione per il Santa Scolastica, modulare, in blocchi, per aree omogenee e intensità di cure

Di redazionecassino1

Una nuova organizzazione per l’ospedale Santa Scolastica di Cassino è stata stilata dalla Direzione Generale. Il piano di riorganizzazione avrà gli obiettivi definiti, le date fissate. Dal 13 maggio la Direzione Aziendale – come definito con l’apposito gruppo di lavoro e con Direttori e Referenti delle Unità Complesse – darà corso alla riorganizzazione delle attività secondo il modello di assistenza ospedaliera per Aree Funzionali Omogenee ed Intensità di Cure. La riorganizzazione prevista, “modulare” ed articolata in blocchi, andrà avanti per tre settimane prima di poter avere la definitiva configurazione. Non è escluso che l’utenza possa subire qualche disagio per il tempo strettamente necessario a compiere un processo di importante trasformazione organizzativa che non è stato messo in campo in precedenza e che si presenta come migliorativo della situazione attuale. È quanto contenuto in un documento emesso dalla Direzione Generale di via Fabi. Ma vediamo meglio di cosa si tratta entrando nei dettagli tecnico-operativi. Secondo il cronoprogramma delle azioni da compiere, alle date previste i Ricoveri saranno effettuati per Aree Funzionali Omogenee e per Area di Intensità di Cura sia Medica che Chirurgica. In Pronto Soccorso, ed anche questa è una novità, si procederà alla contestuale apertura di una Holding Area. Gli elementi distintivi ed i punti salienti possono essere riassunti come di seguito: il Paziente diventa davvero il Centro di tutta l’attività ospedaliera così riorganizzata. L’utente non è più assegnato ad un singolo Reparto ma ad un’Area dove i medici di più specialità omogenee/affini interagiscono e si uniscono nella cura del malato; verranno ridefiniti gli spazi ed i locali ed i reparti saranno ricollocati in piani diversi dell’Ospedale. Gli attuali Reparti dell’Area Medica e dell’Area Chirurgica si riorganizzano per blocchi omogenei: nei due blocchi dell’Area Funzionale Omogenea di Degenza Medica confluiscono i reparti di Medicina Generale, Pneumologia, Geriatria, Gastroenterologia. Restano dove sono la Cardiologia e la degenza di Nefrologia e Dialisi. Nelle due Aree di Chirurgia confluiranno la Chirurgia Generale, l’Urologia, l’Ortopedia l’Otorino e l’Oculistica. Verrà, inoltre, istituita una “Holding Area” presso il Pronto Soccorso (nelle more dell’apertura della Medicina d’Urgenza) con dodici posti letto per l’immediata presa in carico del paziente e per ridurre/eliminare il parcheggio sulle barelle, evitando anche gli “appoggi” fuori Reparto. Sarà istituito un Reparto Multidisciplinare ad Alta Intensità Assistenziale di Area Medica con dodici posti letto in cui ricoverare coloro che hanno bisogno di prestazioni più complesse e/o di Alta Intensità assistenziale sia di tipo medico-clinico che infermieristico. Sarà anche creato un Reparto Multidisciplinare di Day Hospital con otto posti letto. Maggiori sinergie verranno realizzate con la Casa della Salute di Pontecorvo facilitando così la necessaria integrazione ospedale/territorio. I ricoveri ordinari si effettueranno per le patologie più complesse; in DAY SURGERY (già operativo da circa 1 mese) ed in DAY HOSPITAL saranno trattate quelle di minore complessità che non richiedono un ricovero di lunga durata. Questa fase di riorganizzazione del S. Scolastica, secondo più moderni criteri organizzativi, si rende necessaria – prosegue la nota della Direzione Generale – perché, come è evidente, i vecchi modelli di Sanità, più legati a schemi superati ,risultano inadeguati e non danno i risultati sperati. Per spiegare tutto il processo di innovazione che si sta avviando, domani alle ore 14,00 presso l’Ospedale di Cassino, il Direttore Generale Isabella Mastrobuono terrà un incontro esplicativo aperto – utile a Cittadini, Operatori, Associazioni, Giornalisti che vorranno assistere – per dare maggiori informazioni.

12 maggio 2015 0

Furto in tribunale a Frosinone, scardinata la porta dell’ufficio dell’ufficiale giudiziario. Bottino di mille euro

Di admin

Furto di mille euro all’interno del tribunale di Frosinone. I soliti ignoti, questa volta anche temerari, hanno agito tra sabato e la notte compresa tra domenica e lunedì forzando alcune porte e introducendosi, probabilmente di notte, negli uffici dell’ufficiale giudiziario, forzando il cassetto che conteneva circa mille euro. La polizia della questura sta indagando sul furto a partire dalle immagini a circuito chiuso del palazzo di giustizia.

 

12 maggio 2015 0

CassinoOff: Ottavia Piccolo, all’aula Pacis nel weekend, dà voce alla giornalista Anna Politkovkaja

Di redazionecassino1

Donna non Rieducabile apre il terzo weekend del Festival di Teatro civile CassinoOFF diretto da Francesca De Sanctis. Ottavia Piccolo dà carne e voce alla giornalista Anna Politkovkaja, con testo di Stefano Massini per la regia di Silvano Piccardi. Con l’attrice in scena anche l’arpista Floraleda Sacchi che esegue dal vivo le musiche da lei stessa composte.

Il monologo illustra l’esistenza quotidiana della Politkovkaja attraverso una ventina di quadri o “istantanee” – come le definisce l’autore Stefano Massini – che mostrano i diversi momenti della sua vita e del suo lavoro, il più delle volte coincidenti, come per chi ha scelto con amore devoto un mestiere e per quest’ultimo vive e lotta, fino alla morte. È attraverso quelle stesse immagini impresse nel ricordo vivo della giornalista che i suoi pensieri, il suo punto di vista, le sue paure, la sua forza, le sue emozioni vengono restituite da Ottavia Piccolo con un’obiettività spiazzante, che si mette a servizio di Anna così come quest’ultima lo era stata del suo mestiere. “L’attrice infatti – afferma il regista Silvano Piccardi – non si sostituisce alla giornalista, facendone un personaggio ‘teatrale’, ma semplicemente ne prolunga fino a noi la forza e il valore.” Il risultato è un’Ottavia che si presta con generosità e coraggio estremi al racconto di una storia semplice, diretta, all’insegna di una verità che non può essere occultata, a maggior ragione se c’è di mezzo un cadavere, quello della protagonista, e che spiattella in faccia a tutti per un insopprimibile diritto di cronaca o semplicemente per non dimenticare.

“Un mestiere che le costò la vita per aver utilizzato uno sguardo aperto, lontano da ogni qualsiasi forma di compromesso, su quanto avveniva nel suo paese, partendo dalla Cecenia – continua il regista – per arrivare a incontrare i momenti più terribili della recente storia russa, dalla strage al Teatro Dubrovka di Mosca a quella nella scuola di Beslan. Un sistema di potere atto a eliminare ogni presenza scomoda del punto di vista libero.”

La vita di Anna è diventata pertanto simbolo di tutte quelle bocche messe a tacere e di quelle menti oneste ritenute ostili da sistemi politici antidemocratici e violenti. Un esempio di resistenza delle menti. Scenicamente è proprio un viaggio da ferma nella mente di una donna fagocitata dalla solitudine fino a esserne soffocata. Lasciata sola al semplice tavolino e alle sue carte a testimoniare la sua piccola immensa libertà di donna libera che ha visto l’orrore e non può tacere.

DONNA NON RIEDUCABILE Di Stefano Massini Regia Silvano Piccardi Con Ottavia Piccolo Musiche per arpa composte ed eseguite dal vivo da Augusta Giraldi Una Produzione La Contemporanea

12 maggio 2015 0

Basket: Bella vittoria della U17 Bk Serapo contro San Nilo nell’ultima gara casalinga

Di redazionecassino1

Si conclude con una vittoria bella e di prestigio la stagione casalinga degli Under 17 del Bk Serapo 85’ allenati da Coach Imparato; a farne le spese la compagine del San Nilo Bk che si è arresa dopo 40’ vivaci con il punteggio di 82-78. La vittoria che segue quella contro Civitavecchia, Pass Roma, Anzio e Bk Scauri ( per ben due volte durante la stagione) e dopo aver messo in difficoltà squadre come la Virtus Eurobasket Roma denota la stagione positiva dei ragazzi gaetani. Una stagione purtroppo dei tanti alti e bassi dovuta alla poca amalgama iniziale ed ai tanti infortuni capitati nell’arco dell’intera stagione.

La gara contro San Nilo ha dimostrato che, quando è al completo ( mancavano all’Appello Scarano e lo sfortunato Treglia, fermo per un infortunio al ginocchio), la squadra biancoverde non teme nessun avversario. La gara è stata sempre tirata e giocata punto a punto, fatta da piccoli strappi da ambo i lati che venivano ben presto ricuciti. Alla fine è stata premiata la caparbietà dei ragazzi di Coach Imparato che nell’ultimo quarto sono riusciti a conquistare un buon margine di vantaggio che, anche se con qualche patema d’animo di troppo, son riusciti a mantenere fino alla sirena finale.

La stagione dell’under 17 Elitè si concluderà Domenica in quel di Anzio.

A.B. Serapo 85’ – San Nilo Bk 82-78

A.B. Serapo Gaeta: Mannarelli 25, Antetomaso 19, Coscione 20, Riccardelli 10, Santaniello 5, Gallinaro 2, Valente 1, Pimpinella, Spignese. Coach: Imparato

12 maggio 2015 0

Viaggia in treno con un martello: panico tra i passeggeri. Denunciato un nigeriano

Di redazionecassino1

Passeggeri terrorizzati, ieri pomeriggio, su un treno proveniente dalla Capitale per la presenza sul vagone di un uomo che impugna un grosso martello. Ad allarmare gli utenti non solo l’utensile che il passeggero tiene stretto tra le mani ma anche il suo anomalo comportamento. Molte le chiamate al 113 e passate alla Polizia Ferroviaria. Il personale del Posto Polfer di Frosinone sale sul convoglio appena questo arriva nella stazione del Capoluogo rintracciando l’insolito viaggiatore. L’uomo viene individuato dagli operatori di Polizia con ancora il martello in mano. Fatto scendere dal treno ed accompagnato negli Uffici della Polfer, il trentanovenne di nazionalità nigeriana, residente a Roma, non ha saputo dare spiegazioni del perché viaggiasse con l’utensile a vista e della provenienza dello stesso. A seguito di quanto accaduto il nigeriano è stato denunciato per possesso di arnesi atti ad offendere e ricettazione.

12 maggio 2015 0

“Case della salute: un modello di assistenza sanitaria che guarda al futuro” in un convegno il 15 e 16

Di redazionecassino1

Si terrà a Frosinone nelle giornate del prossimo 15 e 16 Maggio, presso l’Auditorium Diocesano S. Paolo Apostolo un Convegno dal titolo “ Case della Salute: Un Modello di Assistenza Sanitaria che guarda al Futuro ”. Si tratta di un evento di rilevanza nazionale ed internazionale che si avvarrà di letture magistrali ed interventi di docenti, esperti, studiosi e ricercatori di chiara fama. L’apertura del Convegno è fissata alle ore 14,30 del 15 Maggio e la chiusura dei lavori è prevista per le ore 14,30 di Sabato 16 Maggio 2015. La Direzione Scientifica del Corso è curata dalla Prof. Isabella Mastrobuono, Direttore Generale ASL Frosinone, Docente Luiss Business School Roma e dal Prof. Paolo Pozzilli, Professore ordinario di Endocrinologia – Responsabile UOC Endocrinologia e Diabetologia Università Campus Bio – Medico di Roma e del Polo di Endocrinologia e Diabetologia Ceccano – ASL Frosinone. L’evento si propone di fornire ai partecipanti – per un totale di 100 professionisti dell’Area Medica, 9 crediti formativi ECM – indicazioni sui nuovi obiettivi per lo sviluppo e l’attuazione di progetti atti alla gestione globale del paziente affetto da patologie croniche come il diabete. È nota la pluriennale partnership tra la ASL di Frosinone e l’Area di Endocrinologia e Diabetologia dell’Università Campus Bio – Medico di Roma per la cura del diabete, delle malattie metaboliche, della patologia tiroidea, dell’osteoporosi: collaborazione che ha prodotto eccellenti risultati per attività e studi clinici. Questo Convegno fornirà ai partecipanti – grazie all’intervento, come già sottolineato, di studiosi di fama nazionale ed internazionale – informazioni sul nuovo concetto di Casa della Salute utilizzando tecniche e mezzi innovativi. Ma anche Cittadini, Giornalisti, Associazioni possono partecipare cogliendo un’occasione davvero rara e di altissimo livello scientifico per ascoltare dove va la Sanità del nuovo millennio, perché le Case della Salute sono destinate a colmare le lacune del nostro sistema territoriale, a potenziare l’assistenza primaria con fulcro nel rinnovato ruolo dei Medici di Medicina Generale, ad esaltare la multidisciplinarietà e l’attività specialistica integrata nella gestione di persone affette da patologie croniche ( endemiche qui da noi ) come diabete, osteoporosi, tiropatie, broncopneumopatia cronica ostruttiva ( BPCO ), scompenso cardiaco, terapia anticoagulante. Nella Casa della Salute l’Area Pubblica ( Punto Unico di Accesso, Ufficio Accoglienza, Area del Volontariato, etc. ) permette alla comunità dei cittadini di essere portatrice non solo di bisogni ma anche di proposte e soluzioni operative. Questo nuovo modello di assistenza sanitaria – anche con l’apporto speciale di questo Convegno – si propone di essere sempre più percepito dai giovani, dalle nuove generazioni come strumento indispensabile per iniettare nel nostro sistema sanitario nuova linfa per l’efficienza, l’integrazione, l’innovazione, la ricerca scientifica, la sostenibilità della spesa sociale, la attenuazione della conflittualità intergenerazionale.

Durante il Convegno sarà presentato in anteprima nazionale il volume “Organizzazione, pianificazione e gestione della Casa della Salute. L’esperienza di Pontecorvo ”, i cui Autori sono la Prof. ssa Isabella Mastrob