Giorno: 14 maggio 2015

14 maggio 2015 0

Il suo volto ha fatto la storia dell’impressionismo francese, la cassinate Marianna Mattiocco illustre sconosciuta

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sul finire del 1800 era considerata la donna più bella di Francia e, per questo, modella e musa ispiratrice dei pennelli che hanno fatto la storia dell’arte pittorica mondiale. I ritratti di Maria Anonietta Russell portano la firma degli artisti massimi esponenti dell’impressionismo francese, da Rodin a Fremiet, da Monet a Va Gogh, da Gauguin a Manet. Pochissimo sono i cassinati che sanno che la donna è loro concittadina. Tra questi pochi c’è però Edoardo Grossi che, sulla modella e sulle sue vicende, è impegnato in una approfondita ricerca. “Il giugno prossimo ricorre il 150 anniversario della nascita di Anna Maria Anonietta Russell, nata Marianna Mattiocco, il 2 giugno1865 a Cassino è morta a Parigi nel 1908 a soli 43 anni. – dichiara Grossi – La donna più bella di Francia fu modella dei più importanti artisti dell’impressionismo francese. Le opere dove è raffigurata la nostra concittadina sono sparse in tutto il mondo, nei più importanti musei della terra e nelle piazze di Parigi. Nel 1885 si trasferì nella capitale francese John Peter Russell, un pittore australiano benestante (il padre aveva una fonderia). Nel marzo 1886, Russell frequenta l’Atelier Cormon, dove c’era  un altro studente iscritto,  Vincent van Gogh. Vincent si era trasferito a Parigi e andò a vivere con il fratello Theo nel suo appartamento in Rue Laval a Montmartre, per studiare presso lo studio di Cormon. Si sviluppò una grande e duratura amicizia tra Van Gogh e Russell. Nel mese di ottobre del 1886, Russell infine convince Van Gogh a posare per lui. L’opera risultò un bellissimo ritratto artigianale del pittore olandese. Il dipinto si trova al Museo Van Gogh di Amsterdam, si è annerito un po’  nel corso degli anni. Mentre vive a Parigi, Russell era diventato molto amico di due scultori parigini, Auguste Rodin e Emmanuel Frémiet e durante la visita ai loro studi, incontrò una delle loro modelle preferite, Marianna Mattiocco della Torre. Rodin aveva, nel 1888, riversato

in un busto di bronzo tutta la bellezza della donna, dal titolo la testa di Mrs. John Peter Russell (Marianna Mattiocco della Torre) e Frémiet aveva usato Marianna come modella per la sua Giovanna d’Arco, statua in bronzo a grandezza naturale, che si trova tutt’ora alla Place des Pyramides a Parigi.

Marianna era poco più che ventenne, quando ha incontrato Russell nel 1885 e tre anni dopo, in una giornata parigina di freddo intenso, nel mese di febbraio del 1888, John Peter Russell e Marianna Mattiocco diventano marito e moglie. Alla fine del 1888 la coppia felice, lasciò Parigi ed andavano ad abitare a Belle Isle, la più grande delle isole della Bretagna. Qui si costruirono una casa-castello che era conosciuta come le Chateâu de l’Anglais (Il Castello dell’Inglese) per l’origine britannica del Russell. Marianna Mattiocco ha vissuto per venti anni in questa bellissima isola dell’oceano Atlantico.

Il secondo ritratto di John Peter Russell si chiama Dadone che fu completato intorno al 1900. Dadone è un termine antico cassinate  per indicare il nonno. Infatti anche mio padre – ricorda Grossi – chiamava il padre Tata e il nonno Tatone. Quindi La parola “Dadone” indica che il soggetto ha una sorta di legame di parentela con Russell, infatti è il suocero Pasquale Mattiocco. Qualche anno dopo  Russell fa un doppio ritratto dal titolo Les deux Mattiocco che ha, nella parte superiore dell’opera, la scritta ‘Maria Peppa-Y-Pascal Mattiocco’.

Il dipinto, che raffigura una coppia di anziani, è il padre e la madre di Marianna.  Questo bellissimo ritratto di Russell è una rappresentazione affettuosa e personale del padre di sua moglie. I colori principali utilizzati da Russell, in quest’opera, sono di colore bianco, il profilo blu e grigi. La struttura ossea della testa è incorniciata dai capelli grigi e la barba, che insieme con le sopracciglia folte e scure danno al suocero un aspetto così distinto. I suoi occhi sono scuri e non vi è un accenno di stanchezza su di loro,  causata dall’età.  Nel 1886 i coniugi Russell fecero un viaggio a Cassino per conoscere i parenti della Mattiocco e durante la permanenza John realizzò  un dipinto “Paysans a Monte Cassino” (contadine di Montecassino), ma la loro vacanza fu interrotta all’improvviso da un evento tragico, per la morte del loro figlio e furono costretti a rientrare di corsa in Francia.

Tutt’ora la nostra concittadina riposa nel cimitero di Bangor in Francia. La casa-castello dei Russell – Edoardo Grossi conclude la sua ricerca – fu venduta e al suo posto oggi vi è un Hotel. Questa donna, il cui volto è stato reso immortale dai più celebri artisti dell’epoca, a Cassino è completamente ignorata”. Non avendo un centro storico perché distrutto dalla guerra, non avendo vere attrattive se non l’abbazia, un progetto “illuminato” potrebbe costriursi su questo nome illustre. Ma servirebbe lungimiranza e coraggio.

Ermanno Amedei

14 maggio 2015 0

“L’Esercito Marciava…” in ricordo della Grande Guerra e lunedì toccherà ai soldati dell’80° di Cassino

Di admin

Saranno 19 soldati dell’80° reggimento Roma di Cassino gli staffettisti che, lunedì sera, prenderanno in consegna alle porte di Cassino la bandiera dell’iniziativa “L’Esercito marciava…” con cui si commemorano i 100 anni dallo scoppio della “Grande guerra”. La bandiera è partita da Trapani l’11 maggio e attraverserà l’Italia, portata a piedi da militari, per arrivare a Trieste il prossimo 24 maggio. A Cassino arriverà la sera del 18 maggio e, sulla Casilina, all’altezza del Quinto Ponte e, dopo una breve sosta in piazza Diaz dove è previsto il saluto del Comandante di reggimento, Col. Giampiero Romano, del Sindaco di Cassino, Avv. Petrarcone e la benedizione da parte del Vicario del Vescovo, i soldati staffettisti dell’80° la prenderanno in custodia per portarla nottetempo a Roma percorrendo i 140 chilometri di via Casilina fino a Piazza Venezia e sull’Altare della Patria in prossimità della tomba del Milite Ignoto. La bandiera, a quel punto, sarà consegnata ai colleghi della Brigata Granatieri di Sardegna che proseguiranno verso Viterbo.

Infine, in piazza Diaz nella giornata del 18 sarà allestita una mostra statica di mezzi e materiali dell’Esercito da parte dell’80° e del 41° reggimento di Sora.

La bandiera italiana utilizzata come staffetta rappresenta il movimento di avvicinamento a Trieste dai punti lontani del territorio nazionale (Trapani, Lecce, Cagliari, Aosta, Bolzano). Saranno percorsi 5 itinerari per circa 4200 km da oltre 600 soldati staffettisti.

14 maggio 2015 0

La Ciociaria si prepara al passaggio del Giro d’Italia

Di admin

Domani e sabato, la provincia di Frosinone sarà attraversata dalla carovana del giro d’Italia. In Ciociaria, infatti, si svolgeranno la 7° e l’8° tappa del 98° giro, rispettivamente la Grosseto-Fiuggi e la Fiuggi-Campitello_Matese. La prefettura di Frosinone ha disposto tutti gli accorgimenti necessari per evitare problemi. Il percorso della 7° Tappa GROSSETO-FIUGGI, prevede il passaggio – ad una velocità media stimata di circa 39 km/ora – per il Bivio strada Anticolana, l’ innesto sulla 155R Anticolana con passaggio in Galleria e l’ arrivo a Fiuggi nel tardo pomeriggio. Per la Tappa del 16 maggio, FIUGGI – CAMPITELLO MATESE, è prevista la partenza da Fiuggi alle 12:05 e il successivo passaggio – ad una velocità media stimata di circa 36Km/ora – attraverso le seguenti località: bivio per Guarcino, Alatri, bivio per Veroli, Veroli, Località Stallone, Casamari, Castelliri, Isola del Liri, Sora, Campoli Appennino, bivio di San Donato Val di Comino, Forca d’ Acero.

Per l’esame delle misure di sicurezza da adottare in occasione dello svolgimento delle tappe del 98° Giro d’Italia, si è svolto presso la Prefettura di Frosinone un incontro presieduto dal Prefetto Emilia Zarrilli, al quale hanno partecipato il Presidente della Provincia di Frosinone, i sindaci dei comuni sede di tappa, le Forze dell’Ordine, i Vigili del Fuoco, gli enti proprietari delle strade, ed il responsabile dell’ ARES 118.

La Prefettura provvederà ad adottare i necessari provvedimenti di chiusura al traffico delle arterie stradali interessate dalla manifestazione, dandone adeguata comunicazione alla cittadinanza, anche a mezzo del sito web istituzionale.

Al fine di assicurare il corretto svolgimento della competizione e delle numerose iniziative collaterali, i Comuni interessati dalla manifestazione, hanno rappresentato la necessità di dover procedere a diverse modifiche della viabilità ordinaria, che saranno comunicate alla cittadinanza, a cura degli stessi Enti Locali.

La Prefettura divulgherà, nelle prossime ore, i necessari decreti di interdizione al traffico, al fine di assicurare la sicurezza degli atleti e della circolazione, garantendo, inoltre, la massima riduzione dei disagi per gli utenti della strada, anche attraverso la presenza di appositi presidi presso gli incroci presenti lungo il percorso di gara.

L’intera provincia è pronta a vivere queste giornate di festa e di sport e ad accogliere uno degli eventi sportivi più seguiti in Italia. Un evento che coniuga la passione per la bicicletta con i meravigliosi e suggestivi scenari naturalistici e architettonici che il territorio del Frusinate è in grado di offrire.

14 maggio 2015 0

Ladro ruba la borsa ad una anziana in via XX Settembre di Cassino

Di admin

Gli hanno portato via la borsa in via XX Settembre, a poche centinaia di metri della caserma dei carabinieri di Cassino. E’ accaduto questa mattina e la vittima è una anziana del posto seduta per riprendere fiato. Aveva poggiato la borsa quando un uomo le si è avvicinata e l’ha portata via. La donna ha visto l’ombra avvicinarsi e d’istinto ha tentato di afferrare ciò che era suo ma il gesto repentino dell’uomo gliel’ha strappata di mano. Furto, al limite dello scippo, quindi, ma la donna, per fortuna non ha riportato ferite. Ha potuto quindi raggiungere la vicina caserma per raccontare l’accaduto.

Ermanno Amedei

14 maggio 2015 0

Assunto dal comune come autista di scuolabus, per 5 anni guida senza patente

Di admin

Da sei anni senza patente perche sorpreso alla guida in stato di ebbrezza alcolica, un 50enne di pico era riuscito a farsi comunque assumere dal comune come autista della scuolabus. La vicenda che ha del paradossale è stata scoperta dai carabinieri della compagnia di Pontecorvo comandata dal capitano Fabio Imbratta. I militari lo hanno fermato per controllo stradale scoprendo che la sua patente gli era stata ritirata nel 2009 perché sorpreso a guidare in stato di ebbrezza e non l’aveva mai riottenuta perché non ha mai ottemperato alle prescrizioni imposte dalla Prefettura. I militari, però, nonostante ciò hanno scoperto che l’uomo, l’anno successivo, fornendo falsa documentazione, era riuscito a farsi assumere a tempo indeterminato dal comune come autista dello scuolabus esercitando da allora, quindi per almeno cinque anni, la funzione di autista del mezzo adibito al trasporto bambini. E’ quindi scattata la denuncia per truffa aggravata perpetrata mediante falsa attestazione o dichiarazione a un Pubblico ufficiale sulla identità o su qualità personali proprie o di altri ed è scattata la segnalazione al comune per sospenderlo dal servizio.

Er. Amedei

 

 

14 maggio 2015 0

Frequentare una università all’estero non è più un privilegio per pochi

Di admin

Un tempo, frequentare una università straniera era un privilegio riservato a pochi. La Comunità Europea ha ampliato enormemente quella che un tempo era una piccola fetta. Vi è la possibilità di vedersi riconosciuti i titoli di studio conseguiti in paesi diversi da quello di residenza.

Negli ultimi anni sono sempre più gli studenti che hanno deciso di frequentare un corso universitario all’estero, una richieste crescente tanto che sono nate diverse organizzazioni che agevolano il raggiungimento di questo obiettivo e tra queste la principale è università europa.

“Iscriversi in un’università estera, – spiega uno dei responsabili del sito – non è per niente difficile e universitaeuropa.IT segue lo studente dall’orientamento fino all’inizio dell’anno accademico inoltre l’iter è semplificato, a partire, per esempio, dai documenti necessari all’iscrizione che si possono trovare su una pagina appositamente costruita sul sito: elencodettagliato.

In questo caso il “Università Europea” permette di scegliere anche la città dove voler effettuare il proprio percorso di studio in tre diversi Paesi: Austria, Romania e Bulgaria.

Tra le migliori università in Austria c’è l’università Statale di Vienna; In Romania ci sono invece l’ Università Statale di Bucarest, Arad: Vest Vasile Goldis, Arad: Aurel Vlaic, Tirgu Mures, Cluj-Napoca, Costanza Ovidius, Craiova, Oradea, Iasi: Apollonia, Timisoara: Banat.

In Bulgaria invece è rinomata l’Università di Medicina Pleven

In genere la scelta della città è fatta perché piace quel il Paese o per il prestigio dell’università.

I corsi di laureaofferti dall’università europea sono molti e comprendono i settori della medicina, dell’ingegneria e dell’economia e sono disponibili anche corsi di laurea in lingua inglese, francese.

Laurea in farmacia, Laurea triennale in farmacia, Laurea in medicina, Laurea in odontoiatria, Laurea in medicina veterinaria, Laurea in scienze infermieristiche e ostetriche, Laurea in igiene dentale, Corso di laurea di fisioterapia, Laurea in ingegneria, Laurea in economia, Scuola post liceale per infermieri e fisioterapisti,

I corsi di specializzazione dell’università europea sono tutti inerenti al comparto medico: psicologia, farmacia e odontoiatria.

Il riconoscimento dei titoli di studio in Italia – continua nella sua spiegazione il responsabile del sito – è garantito dalle direttive europee n. 2005/36 e n. 2006/100 recepite in Italia dal D.lgs. 206/07 che garantisce equipollenza ai fini legali e quindi la spendibilità del titolo in territorio italiano.

L’università europea offre anche la possibilità di conseguire l’abilitazione all’insegnamento; all’interno del sito è possibile trovare tutti i dettagli per conseguire l’abilitazione all’insegnamento in Italia e in Romania.

Oggi, la possibilità di effettuare un’esperienza di studio all’estero – conclude il responsabile del sito – deve essere considerata dai giovani come un must. Vivere per un periodo di tempo lontano da casa e in particolar modo in un paese straniero è un’esperienza che fornisce ai giovani delle conoscenze competenze e una cultura che non si imparano nei banchi di scuola ma solo vivendole di persona. Vivere e studiare all’estero è un’esperienza che permette ai giovani di conoscere altre realtà, culture e popoli oltre alle lingue. L’apprendimento delle lingue straniere è anche facilitato dal fatto che la maggior parte delle lezioni sono tenute in due lingue: la lingua ufficiale del paese e inglese.

Per saperne di più contattare universitaeuropa.IT mediante la pagina: http://www.universitaeuropa.it/contatti/”

14 maggio 2015 0

Dacia Maraini all’Itis di Cassino, quando la letteratura dei sentimenti diventa protagonista nella scuola

Di admin

Il progetto “Itis… incontra” strutturato e sviluppato nel corso dell’anno scolastico dalle docenti del biennio di Lettere – dipartimento Linguistico – ITIS “E. Majorana” di Cassino’ha ricevuto consenso unanime da tutti gli intervenuti; gli studenti coinvolti hanno espresso viva partecipazione ed apprezzamento per la presenza, nella loro scuola , della grande scrittrice di fama internazionale, DACIA MARAINI. Punto focale del progetto, l’educazione all’affettività conseguita con la lettura dell’opera “L’amore rubato”. Alla successiva fase di rilessione che quest’ultima stimolava, ha fatto seguito l’incontro con la scrittrice , che con leggerezza e maestria, stabilendo un rapporto profondamente empatico con la platea, ha fatto presa sulla sensibilità degli studenti desiderosi di potersi orientare nel complesso mondo dei sentimenti e delle relazioni umane. La drammatizzazione del racconto “Anna e il Moro”, presente nell’opera, e messa in scena da tre studenti, ha catturato l’attenzione della platea nonché della illustre ospite che si è complimentata con in giovanissimi attori. Lei, che ha trasformato lo squallore della cronaca in letteratura, ha risposto in maniera esaustiva alle molteplici questioni poste dagli studenti: “ amore sano e amore malato, si possono facilmente confondere? Con la letteratura si possono offrire spunti di riflessione su tematiche sociali con cui quotidianamente ci si confronta? Cos’ è l’amore e cosa lo differenzia dal possesso?” Questi sono solo alcuni dei quesiti posti. Le docenti esprimono la loro soddisfazione per il lavoro svolto che ha mirato soprattutto ad aiutare gli studenti a dare valore ai sentimenti.

14 maggio 2015 0

Paura sull’A1 a Ceprano, disco di ferro si conficca nel parabrezza di un’auto

Di admin

Attimi di terrore ieri sera sull’utostrada Roma Napoli nel territorio di Ceprano, per una coppia che viaggiava in direzione nord. La loro auto è stata centrata in pieno parabrezza da un oggetto metallico di forma circolare. Il disco di ferro si è conficcato nel parabrezza e le schegge di vetro hanno leggermente ferito la donna che viaggiava sul lato passeggero. Immediatamente allertata la polizia stadale della sottosezione, gli agenti hanno raggiunto il luogo dei fatti rinvenendo l’oggetto ritenendolo compatibile con un piede d’appoggio per la stabilizzazione dei mezzi pesanti in sosta e che probabilmente era stato proiettato in carreggiata da altri veicoli in transito. Il tratto di autostrada interessato, però, attraversa diversi cavalcavia e, per questo, è stato deciso di estendere le ricerche anche all’esterno della rete autostradale per capire se potesse essersi trattato di lanci dal cavalcavia ma le ricerche hanno dato esito negati. La donna, leggermente ferita è stata soccorsa e trasportata in ospedale a Frosinone mentre l’autista è rimasto illeso. L’episodio, anche se completamente diverso per dinamiche e colpe, ha ripoortato  alla mente in tragico lancio del sasso dal cavalcavia di Villa Santa Lucia che costò la vita a Natale Giuffrè. I colpevoli di quel delitot sono ancora in circolazione.

Er. Amedei

 

 

14 maggio 2015 0

Catturato dai carabinieri di Marcianise pericoloso rapinatore di banche latitante dal 2010

Di admin

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marcianise, a seguito di intensa e complessa attività investigativa hanno proceduto alla cattura del latitante Vincenzo ESPOSITO, cl. 69, pluripregiudicato di Napoli. L’uomo, considerato pericoloso rapinatore specializzato nei colpi alle banche, era destinatario di un provvedimento cautelare emesso nel 2010 dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Velletri, per rapina pluriaggravata e detenzione illecita di armi. L’uomo è ritenuto responsabile della rapina in danno della Banca Popolare del Lazio – agenzia di Lariano, avvenuta in data 11.01.2010. L’esposito, nonostante fosse destinatario di un provvedimento di cattura, era riuscito a rendersi irreperibile trascorrendo gran parte della latitanza tra il centro storico di Napoli ed alcuni paesi della provincia. La cattura è avvenuta nel lussuoso quartiere Vomero di Napoli, con più precisione in via Tasso dove si era recato, a bordo di uno scooter ed insieme ad una donna, per visionare un bilocale di Lusso in un condominio, da prendere in affitto per continuare la latitanza. All’atto della cattura L’ESPOSITO, colto di sorpresa, non ha avuto il tempo di accennare ad alcuna reazione. Lo stesso non aveva al seguito alcun documento personale era solo in possesso di telefono cellulare intestato a prestanome. Le successive attività di perquisizione svolte, presso l’abitazione della compagna ubicata in Volla (NA), hanno consentito di rinvenire una pistola beretta con matricola abrasa completa di caricatore contenente 14 cartucce. L’arrestato sarà tradotto presso la casa circondariale di Napoli Poggioreale. I carabinieri, adesso, sono proiettati a verificare se lo stesso, nel periodo di latitanza abbia compiuto altre rapine. Con questo arresto sale a 3 il numero dei latitanti catturati dai Carabinieri del Comando Provinciale di Caserta negli ultimi 10 giorni.