Giorno: 15 maggio 2015

15 maggio 2015 0

Non è dipendente del comune di Pico l’autista di scuolabus denunciato

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Il Comune di Pico è stato coinvolto in una vicenda alla quale è totalmente estraneo e pretendiamo venga fatta chiarezza”. Ad esprimersi in questi termini è il sindaco di Pico Ornella Carnevale che, a nome dell’intera amministrazione comunale, ha voluto prendere le distanze dalla vicenda di cronaca che ha visto protagonista un autista di scuolabus originario di Pico ma non è dipendente dell’ente. “E’ stata data ampia enfasi a questa notizia su tutti gli organi di informazione – ha proseguito il primo cittadino – lasciando intendere al lettore che l’autista, al quale era stata ritirata la patente per guida in stato di ebbrezza nel 2009 e deferito per truffa aggravata, fosse in servizio presso il Comune di Pico. Intendo precisare che la persona deferita dagli uomini della compagnia dei carabinieri di Pontecorvo sarebbe, come si evince dalla nota fornita dagli stessi inquirenti, originaria del nostro paese ma non lavora certo presso il Comune di Pico. Come si evince sempre dalla nota diramata dalla compagnia dei carabinieri di Pontecorvo, il cinquantenne presterebbe servizio come autista di scuolabus presso un’amministrazione del circondario. Mi sono sentita in dovere di chiarire questa situazione perché nel riportare la notizia gli organi di informazione hanno collegato l’immagine del nostro Comune alla vicenda creando confusione ed equivoci spiacevoli nell’opinione pubblica. Per amore di verità intendo precisare, a nome dell’intera amministrazione, che gli autisti e il personale tutto del Comune di Pico è sottoposto alle dovute verifiche nell’interesse del bene comune e della tutela dei cittadini”.

15 maggio 2015 0

Basket: N.B. Sora U21 espugna, 58-65, il parquet del Parco di Veio

Di redazionecassino1

Bella vittoria esterna della Expert Lucarelli NB Sora 2000 sul campo di Riano in un incontro godibile, che ha fatto vedere momenti di buona pallacanestro nonostante il divario finale. I volsci giocano in maniera lineare per tutti e quaranta minuti, nonostante i soli sette effettivi a disposizione di coach Bifera: pian piano, i biancocelesti staccano i padroni di casa e si allontanano, sfruttando una grande prova offensiva e una buona distribuzione di punti, con i punti di Chiari (25), Polsinelli e un buon Reali. I nuovi equilibri maturati nelle ultime settimane, dettati dalle partenze di tre giocatori, portano coach Bifera così a ridisegnare l’assetto della squadra fino alla fine del campionato. Gara sempre condotta dal Sora in questa quinta partita del girone di ritorno contro le buone individualità del Parco di Veio. Progressione regolare del volsci che ha pian piano staccato i padroni di casa vincendo il primo e l’ultimo quarto. I ragazzi di Bifera si sono dimostrati decisamente meglio soprattutto come organizzazione offensiva e al tiro, ottimo Chiari sotto le plance, Polsinelli e Reali e un ritrovato Carrozzo con Meglio in crescita. Soddisfacente il rendimento di De Vittoris e Testa, bene quindi il collettivo, che nonostante le ristrette rotazioni hanno mantenuto il divario dagli avversari fino alla fine. Il 6-15 del primo quarto apre la strada al Sora, che accusa qualche problema solo nel fine terzo quarto (44-45), ma per il resto conduce una gara riuscendo a gestire bene il vantaggio: chiusura a +7, con tutti gli uomini chiamati in campo a portare il proprio mattoncino per la vittoria. Buone notizie, quindi, per coach Bifera, che in vista della prossima partita in casa con la capolista Smit Roma, mercoledì 20 maggio ore 20.15, sa di poter contare su un gruppo unito e coeso. Tabellini: Parco di Veio: Barbieri 5, Zocco 10, Reggimenti 14, Ghergut 7, Mocci 6, Ciccioni 6, Carletti 10. All.Bocci N.B. Sora: Reali 12; Testa; Carrozzo 6; Chiari 25; Polsinelli 15; Meglio 4; De Vittoris 3. All. Bifera.

CAMPIONATO REGIONALE F.I.P. U17- FASE FINALE –FASCIA A N.B. SORA 2000 – PALOCCO : 54 – 69 Parziali 12-12; 11-12; 14-22; 17-23 Terza giornata del girone di ritorno della fase finale e pessima sconfitta per la nostra rappresentativa under 17, contro i diretti concorrenti per l’accesso alla semifinale regionale. Lode ai ragazzi della Polisportiva Palocco, che già all’andata avevano regolato i pari età sorani, dopo una partita tiratissima. Stavolta però la tensione è durata per due soli periodi, dopodiché Sora, tirando inspiegabilmente i remi in barca, ha rinunciato a lottare, nello stesso momento in cui gli avversari hanno premuto sull’acceleratore, scavando un solco incolmabile tra le due compagini. Buona la prestazione del bravo Zicoschi tra le file del Palocco, mentre si registrano diversi “non pervenuti” tra gli atleti sorani con le sole eccezioni del volenteroso Bianco e del tenace Gagliardi. Ora li aspettano due trasferte in pochi giorni, che serviranno a mantenere accesa la flebile “candela della speranza” che purtroppo, si spegnerà definitivamente se continueranno a persistere gli atteggiamenti rinunciatari, visti in quest’ultima gara. N.B. SORA 2000: Buttarazzi, Alonzi 20, Iannario n.d., Mattacchione 2, Martino, Rea, De Vittoris 10 (K), Castellucci 2, Bianco 8, Gagliardi 7, Turriziani n.d., Cerrone 5. A. Pol. Dil. PALOCCO: Cassanelli, Cogan 6, Campanella n.d., Bellintani 2, Latini 7, Furlan 2 (K), Zicoschi 34, Merico, Dragoni 4, Vicinanza n.d., Guglielmi 7, Callegari 7.

15 maggio 2015 0

Ruba la carta di credito ad una collega, denunciata dalla Polizia

Di redazionecassino1

Si presentano presso gli Uffici della Polizia Postale due donne dipendenti di un supermercato della parte bassa della città per denunciare il furto della propria carta di credito. Le donne raccontano di aver lasciato i documenti all’interno degli armadi messi a loro disposizione dall’azienda. La brutta sorpresa è stata quando verificando il loro conto corrente trovano ammanchi che vanno dai 1.500 euro a spese di 600, 300 e ancora altre non effettuate né da loro né da familiari. Le carte sono state utilizzate per acquisti di carburante, ristoranti, negozi di abbigliamento ed anche per le sigarette. Dopo la denuncia la Polizia di Stato attiva le indagini. Polizia Postale e Sezione Volanti passano al setaccio ogni elemento acquisito per i successivi riscontri.

Proprio grazie alle immagini registrate dalle telecamere degli Uffici postali è stato possibile risalire all’autrice del furto. Si tratta di una trentaduenne del capoluogo anch’essa impiegata nello stesso supermercato. Ora la donna dovrà rispondere di furto aggravato e dovrà restituire oltre 5.000 euro indebitamente prelevati.

15 maggio 2015 0

La Polizia contro lo sfruttamento della prostituzione, rafforzati i servizi di controllo del territorio nel capoluogo

Di redazionecassino1

Continua l’impegno della Polizia di Stato per arginare il fenomeno dello sfruttamento della prostituzione. Nella serata di ieri il Questore Santarelli ha predisposto un servizio specifico nella zona Asi del capoluogo, impiegando personale delle Volanti, della Divisione Anticrimine, della Squadra Mobile, della Polizia Scientifica, con l’ausilio ormai collaudato di pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Campania. Quarantatre le persone identificate, verificata la regolarità di 21 veicoli; 7 le donne di origine rumena accompagnate negli uffici di Polizia per ulteriori accertamenti, 3 delle quali sono state denunciate per inosservanza al Foglio di Via Obbligatorio; per altre due giovani è invece stata attivata la procedura per l’applicazione del provvedimento del Foglio di Via, mentre ad altre due è stata notificata la medesima misura. Contrastare il fenomeno dello sfruttamento della prostituzione, obiettivo della Polizia di Stato, per arrivare al cuore delle organizzazioni criminali che, senza alcuno scrupolo, fanno della mercificazione delle donne una delle loro più redditizie attività.

15 maggio 2015 0

Ladri d’auto sull’A14 finiscono nella rete della polizia stradale

Di admin

Notte di duro lavoro quella che si è appena conclusa per gli agenti della polizia stradle della provincia di Chieti impegnati in una complessa operazione in ambito autostradale a14 e diretta a contrastare il pendolarismo criminale da e verso il sud della penisola. Ben otto le pattuglie messe in campo dalla sezione di chieti e dai reparti dipendenti di vasto sud e lanciano, sulle quali ha preso posto inoltre il personale addetto ai servizi investigativi e di p. G.

Il servizio predisposto dagli uomini del vice questore Cipriano, che si è svolto in ambito autostradale tra i caselli di Val di Sangro e Vasto sud, ha consentito di fermare un gruppo di cittadini albanesi dediti ai furti d’auto, probabilmente su commissione. Sono finiti nella rete predisposta dalla Polstrada due coppie di individui a bordo di due vetture C3 Citroen Picasso immatricolate da pochi mesi (con iniziali della targa di immatricolazione rispettivamente er e et) appena rubate nelle cittadine di lanciano (ch) e Fossacesia (ch). Nelle fasi concitate del fermo delle vetture una prima coppia di individui subito fermati e quindi arrestati sono di nazionalità albanese residenti nella zona della Val di Sangro, di cui uno (T. A., classe 1991) con numerosi precedenti specifici e l’altro giovanissimo incensurato (P. E., classe 1994). A bordo di una seconda vettura che forzava il blocco stradale ma che subito veniva agganciata da una pattuglia autostradale che la affiancava opponendo la fiancata destra per impedirne la fuga, in una sequenza spettacolare di eventi che nulla ha avuto da invidiare a quelle dei film d’azione, con i delinquenti che tentavano il tutto per tutto per dileguarsi e, vistisi bloccati, guadagnavano la scarpata dal lato opposto di quello di guida ma lasciando a bordo dell’autovettura elementi utili per la loro identificazione e sui quali gli investigatori stanno ovviamente attivamente lavorando. Alle prime luci dell’alba due le vetture recuperate e due dei quattro malviventi assicurati alla giustizia che dovranno rispondere di riciclaggio oltre che dei reati che l’a. G. Vorrà ravvisare per avere gli arrestati tentato senza il minimo scrupolo l’investimento di personale operante pur di guadagnare la fuga. Procura della repubblica competente quella di Vasto.