Giorno: 19 maggio 2015

19 maggio 2015 0

“Svaligiano” l’ippodromo del Garigliano e scappano a Cassino, arrestati cinque giovani

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Hanno “svaligiato” l’ippodromo del Garigliano a Santi Cosma e Damiano e con la refurtiva si sono diretti a Cassino finendo però nella rete di controllo del territorio tessuta dai carabinieri del colonnello Giuseppe Tuccio. Si tratta di 5 campani arrestati per furto aggravato in concorso. Il gruppetto viaggiava su una Fiat Panda su via Ausonia quando alla vista di un posto di controllo dei carabinieri hanno cambiato direzione tentando di disfarsi di due borsoni, lanciandoli dal finestrino. Tale manovra non è sfuggita ai militari che prontamente si ponevano all’inseguimento dell’autovettura, bloccandola dopo pochi chilometri. All’interno del bagagliaio e dei borsoni c’erano briglie, morsi, finimenti, redini, staffe, frustini e grosse siringhe e vari flaconi di medicinali per la cura dei cavalli. I giovani non hanno saputo spiegare il possesso di quella merce ma non è stato necessario. Ben presto i carabinieri hanno scoperto che il materiale era stato asportato poco prima dalla selleria dell’ippodromo del Garigliano di SS Cosma e Damiano. I cinque sono stati arrestati e il materiale, quantificato in 7mila euro circa, è stato restituito al legittimo proprietario che nel frattempo aveva sporto denuncia.

Er. Amedei

19 maggio 2015 0

Calcioscommesse, ex centrocampista del Cassino e del Sora coinvolto nello scandalo

Di admin

Nessuna delle società laziali sembra essere stata toccata dall’ennesimo terremoto del calcio scommesse (leggi qui – http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/2015/05/il-calcioscommesse-buca-il-pallone-50-fermi-e-70-indagati-per-risultati-combinati-in-tutta-italia/) anche se, tra i principali protagonisti di quella che sembra essere la faccia sporca del calcio c’è una vecchia conoscenza del calcio frusinate, quel Savino Daleno, barlettano di origine, che ha indossato le casacche del Sora e del Cassino. Il suo nome compare tra i 50 fermati dalla polizia su ordine del tribunale di Catanzaro e ricopriva, nel periodo a cui sono riferite le indagini, il ruolo di Consulente sportivo del Brindisi. A Cassino, ma ancor più a Sora, il 40enne era conosciuto ed apprezzato per il suo ruolo di centrocampista. A Sora era arrivato nella stagione 1999/2000 quando la compagine bianconera militava in C2 rimanendo anche per la stagione successiva. Va via per alcuni anni dalla provincia di Frosinone per ritornarvi nel 2005 per indossare in serie D la casacca del Cassino 1927. Una sola stagione poi cambia altre casacche per tornare a chiudere la carriera a Sora nel 2012 in serie D. 25 anni tra serie D e C2, le categorie oggetto dello scandalo odierno. Lui, come gli altri, è accusato di aver concordato a tavolino i risultati di partite per veicolare le scommesse.

Er. Amedei

19 maggio 2015 0

Il calcioscommesse “buca il pallone”, 50 fermi e 70 indagati per risultati combinati in tutta Italia

Di admin

Riesplode il calcio scommesse e nuova tegola sulla credibilità del sistema “Calcio”. 70 indagato e 50 sono i fermi emessi dalla procura di Catanzaro che da una spallata alla visione delinquenziale dello sport che, tra l’altro, andava a braccetto con la ‘ndrangheta. L’operazione ha toccato 11 regioni e 20 province italiane e nella rete degli associati ci sono calciatori, allenatori, presidenti e dirigenti sportivi di oltre 30 squadre che avrebbero combinato risultati in incontri di Lega Pro e Lega Nazionale Dilettanti. Fra i destinatari del fermo, risultano personaggi stranieri. Per alcuni indagati vengono contestate anche le aggravanti mafiose e transnazionali. Fra questi un membro della cosca Iannazzo, potente clan della ‘ndrangheta lametina. Arresti e perquisizioni riguardano dirigenti, allenatori e calciatori di squadre di Lega Pro e Lega D. Coinvolte nel giro di partite truccate sarebbero diverse squadre fra le quali Pro Patria, Barletta, Brindisi, L’Aquila, Neapolis Mugnano, Torres, Vigor-Lametia, Santarcangelo, Sorrento, Montalto, Puteolana, Akragas; San Severo. Er. Amedei

19 maggio 2015 0

Manoleste nel deposito di Autogrill ad Anagni, indagati 6 dipendenti

Di admin

Rubavano all’interno del deposito della società Autogrill di Anagni. Ad incastarli sono state le indagini svolte dai carabinieri della compagnia di anagni comandata dal capitano Camillo Meo. Si tratta del F.G., B.F., entrambi 52enni di Anagni, rispettivamente autotrasportatore ed addetto al deposito, M.N., 35enne di Napoli, D.F.S, 37enne di Alatri, entrambi autotrasportatori, B.M., 46enne di Torre del Greco (NA), addetto al magazzino e M.R., 53enne di Anagni titolare di attività commerciale, poiché ritenuti responsabili di “concorso in furti continuati, perpetrati con destrezza all’interno di deposito per il quale, a vario titolo, lavoravano”.

Per loro è stata eseguita questa mattina una ordinanza di applicazione misura cautelare dell’obbligo di dimora. Ad innescare le indagini è stata una denuncia nel mese di agosto 2014 presentata dai responsabili della “Società Cooperativa Lupa Romana”, che gestisce la movimentazione merce presso il deposito. Gli indagati avevano creato un perfetto sistema di sottrazione e carico sui TIR della merce asportata che occultavano all’interno di altri cartoni vuoti, così come, secondo gli investigatori, avrebbero ampiamente e chiaramente evidenziato le riprese video prodotte da un sistema di telecamere appositamente installate dagli operanti.

L’indagine aveva già consentito l’arresto, il 5 novembre 2014, di F.G. ed il deferimento in stato di libertà di B.F., poiché colti nella flagranza del reato di “furto aggravato in concorso”, avendo individuato e sequestrato all’interno di autocarro condotto dal F.G. la presenza di merce (prodotti surgelati e caramelle) asportata poco prima dal deposito con la complicità di B.F.. In quella circostanza le perquisizioni domiciliari effettuate presso le abitazioni dei due consentivano di rinvenire consistente merce (nr.12 bancali di prodotti alimentari ed altro) risultata asportata nel tempo sempre dallo stesso magazzino, per un valore di circa 45 mila euro. Le investigazioni, condotte mediante attività tecniche e attraverso tradizionali metodologie investigative, permettevano altresì di raccogliere inconfutabili elementi anche a carico di M.F., il quale, gestendo attività commerciale acquistava la merce sottratta per poi ricollocarla sul mercato. Anche in questa circostanza veniva rinvenuta e sequestrata parte della refurtiva. Il valore complessivo della merce sottratta nel tempo dal deposito ammonta a circa 100mila euro.

19 maggio 2015 0

Nasce e ruzzola sulla strada a Ferentino, puledro salvato dai vigili del fuoco

Di admin

Un vero parto rocambolesco quello che questa notte ha portato al mondo un puledro a Ferentino ma che dal mondo sarebbe volato via se fosse sopraggiunta un’auto. Mamma cavallo, poco prima di mezzanotte, era in una radura scoscesa e recintata che finisce in pendenza su via Crocetano. Proprio sulla strada, dopo il parto, il puledro è ruzzolato oltrepassando anche la recinzione che, al termine della caduta, la separava dalla madre. Così li hanno trovati alcuni passanti, con il puledro sulla strada, incapèace di tornare dalla madre e che rischiava di essere investito, mentre la cavalla all’interno del recinto che non si dava pace per la lontananza del figlio. Come spesso accade, per qualsiasi esigenza, i vigili del fuoco restano i primi, e talvolta gli unici a cui rivolgersi. Una squadra del comando provinciale di Frosinone diretta dal comandante Massimo Mantovani, ha risposto a quella richiesta di intervento. Giunti sul posto i pompieri hanno rabbonito il puledro e forzato il cancello di ingresso per permettergli di ricongiungersi alla madre che si è immediatamente tranquillizzata.

Ermanno Amedei

19 maggio 2015 0

Domani a Mille Giovani per la Pace incontro su pace e diritti umani

Di admin

Domani alle ore 18 presso la comunità Exodus di Cassino in Via Domenico Vertelle 23 si terrà la tavola rotonda su “Cittadini del mondo. Educazione glocale alla pace e ai diritti umani, che si tiene nell’ambito della XXI edizione del Meeting “Mille giovani per la pace” il tradizionale evento della Comunità Exodus che si tiene dal 18 al 24 Maggio 2015 e che quest’anno festeggia il 25° anno di attività della sede.

Intervengono: SALVATORE D’ANGIO’, Coop. Ethica, GIULIA LONGO, Coop. Tienda Solidal, ELISA FREZZA, Educatori Senza Frontiere, CLENIA MARSELLA, medico presidente dell’associazione Sulle Ali della Solidarietà, SANDRA DE FALCO, docente.

19 maggio 2015 0

Allevamento abusivo di cinghiali sequestrato dalla polizia provinciale a Monte San Giovanni Campano

Di admin

A seguito di indagine, il personale della Polizia provinciale, distaccamento di Sora, in collaborazione con la Asl – Servizio veterinario di Sora e su denuncia di alcuni cittadini, ha provveduto al sequestro di un allevamento abusivo di cinghiali, di circa trenta capi, in località Colli a Monte San Giovanni Campano.

All’atto del sopralluogo è stata constatata la presenza di ungulati di cui non si conosceva l’origine e la provenienza, senza procedure di profilassi, senza i necessari requisiti e le autorizzazioni per la detenzione di fauna selvatica rilasciata dalla Provincia, senza il possesso del registro di stalla, a cui si sono aggiunte pesanti violazioni rispetto della normativa sulla tenuta degli animali.

I veterinari della Asl, infine, hanno provveduto ad apporre ai cinghiali bottoni auricolari numerati e ad effettuare i prelievi del sangue e delle feci per gli accertamenti sanitari.

“Continua l’attività di contrasto al bracconaggio – ha dichiarato il Comandate della Polizia provinciale Massimo Belli – bracconaggio che è alimentato dalla presenza di allevamenti abusivi di cinghiali che vengono immessi sul territorio in maniera indiscriminata e tale da causare problemi sia alla caccia che alla circolazione”.

“Si tratta di una opera importante di prevenzione da parte della Polizia provinciale sulla gestione dei cinghiali – ha spiegato il consigliere Danilo Magliocchetti – i quali troppo spesso, in un regime non controllato, provocano ingenti danni alle attività agricole, degli imprenditori della provincia di Frosinone, già di per sé ampiamente penalizzati da una crisi del comparto particolarmente incisiva”.

“La Provincia – ha concluso Magliocchetti – è particolarmente sensibile a questo problema e incentiverà ancor di più l’attività della Polizia provinciale per limitare al massimo la nociva presenza dei cinghiali”.

Al sequestro di oggi seguiranno ulteriori provvedimenti nei prossimi giorni, in quanto l’azione di controllo da parte della Polizia provinciale continua quotidianamente sull’intero territorio.

19 maggio 2015 0

A spasso sui binari dell’alta velocità, treni rallentati da 300 a 30 Km/h

Di admin

Ha rischiato prendere un treno al volo e, in quel caso, di lui non ci sarebbero rimasti che corandoli. Si tratta di un 70enne di Roma che questa mkattina è stato visto camminare a piedi lungo i binari dei treni ad alta velocità tra Morolo e Sgurgola. Immediatamente è stato lanciato l’allarme e i treni in transito sono stati rallentati dagli ordinari 300 chilometri orari ai più prudenti 30. L’uomo era inconsapevole del fatto, evidentemente, che se un treno transita anche a pochi metri alla velocità ordinaria, il risucchio dell’aria lo avrebbe trascinato contro il convoglio dilaniandolo. I carabinieri della compagnia di Anagni comandati dal capitano Camillo Meo lo hanno raggiunto in un punto impervio e convinto, non senza difficoltà, ad uscire. L’uomo è stato accompagnato in ospedale a Frosinone e rischia la denuncia per interruzione di pubblico servizio.

Er. Amedei

 

19 maggio 2015 0

In Fiat 500 alla conquista di Gaeta

Di admin

Scalda il motore, frizione e prima… Cresce l’attesa per il “500 DAY” in programma domenica 24 maggio a Gaeta, uno dei raduni di ‘Cinquini’ più importanti del centro Italia.

Le curve morbide e seducenti della storica utilitaria della Fiat che hanno stregato il mondo intero impazzeranno, domenica prossima, nella città pontina in quello che si appresta a diventare un successo annunciato.

Esemplari d’epoca e non, tutti i modelli dal 1936 ad oggi e in tutte le versioni (normale, trasformabile, giardiniera, Gamine, Vignale, Lombardi, Scioneri, Abarth, Giannini, D, F, L, R, fino alle modernissime X), con allestimenti speciali che hanno liberato la fantasia ed aperto il cuore alla passione per un’auto diventata autentico oggetto di culto non solo per gli italiani, sfileranno per le vie cittadine accompagnate dall’inseparabile cuginetta a due ruote, la Vespa.

Le mitiche utilitarie nazionalpopolari partiranno dal centro cittadino alla volta degli scorci più caratteristici della perla del Tirreno per permettere ai Cinquecentisti di conoscere tutte le bellezze della zona. Il programma prevede una sfilata che si snoderà nel territorio gaetano sui diversi modelli di 500: i partecipanti si raduneranno alle 9.00 in Piazza XIX -animata, per l’occasione, dalla “Musica Felice” di Max Guadalaxara e da un interessante mercatino di artigianato e ricambi/accessori per automobili d’epoca- per poi cimentarsi in un ‘Minislalom di Regolarità’ presso il Piazzale della vecchia stazione e proseguire con un giro turistico della città. A seguire un’esibizione di Drift Trike Motor. Il raduno terminerà intorno alle 16.30 circa, dopo un momento conviviale presso il ristorante Rosso Margherita, con le premiazioni e gli omaggi per tutti i partecipanti. Premi speciali per la 500 più vecchia, per quella che arriva da più lontano e per il club più numeroso. I club di cinquecentisti saranno l’anima della manifestazione: il loro entusiasmo e la loro conoscenza del mezzo sono la base per la riuscita dell’evento.

Il raduno si appresta a superare le più rosee aspettative in quanto a presenze: oltre 150 gli esemplari d’epoca della storica casa automobilistica torinese in arrivo da tutta Italia che invaderanno la città insieme ad un numero inestimabile di auto di nuova generazione. Una capillare organizzazione, un’ottima accoglienza e incredibili gadget sono riservati ai tanti che decideranno di raggiungere Gaeta per la manifestazione. Per partecipare all’evento è indispensabile iscriversi contattando il numero 389/8394048; i posti sono limitati.

19 maggio 2015 0

Atletica: Al “Salveti” grande pomeriggio di sport con i Campionati di società cadetti

Di redazionecassino1

“Un pomeriggio di grande sport sulla pista di Pietro Mennea dove ha avuto luogo la prima prova della fase interprovinciale del Campionato di Società Cadetti.” A dichiararlo l’assessore allo sport Danilo Grossi presente, con il consigliere Rosario Iemma, alle gare che si sono tenute allo Stadio Salveti di Cassino. “È stata un’altra grande giornata di sport – ha continuato Grossi – che ha visto confrontarsi i ragazzi della provincia di Frosinone, Latina e Roma Sud. Tantissimi gli appassionati ed i cittadini che hanno assistito alle gare in un sabato pomeriggio dedicato all’atletica leggera, disciplina che fa parte della tradizione di Cassino grazie all’opera, su tutti, di Pietro De Feo che è stato il vero pioniere dell’atletica nella nostra Provincia. Ottimi i risultati conseguiti dagli atleti cassinati che si sono distinti in diverse discipline. Su tutti Denise Munzi del CUS Cassino che ha conseguito un terzo posto nei 60 metri ed un secondo poto bel biathlon, nonché un terzo posto, insieme a Cardile Forte e Verrecchia, nella staffetta 4×100. Per quanto riguarda la categoria esordienti, invece, Andrea Capizzi della APROCIS si è classificato primo nei 50 metri, Mattia Gliottone del CUS Cassino secondo nel vortex e secondo nel biathlon, dove a vincere è stata Giulia Umani del CUS Cassino. Terza nei 50 metri, sempre per la categoria esordienti, è arrivata Miriam Costantini della APROCIS. Per quanto riguarda gli assoluti, nei 100 metri il piazzamento più alto è stato raggiunto da Giuseppe Fantini della APROCIS, mentre nei 1500 metri i primi due posti se li sono aggiudicati Murat Abouelhanoune dell’Atletica Cassino e Camilla Pizzuti del CUS Cassino. Piazzamenti che dimostrano il lavoro e l’impegno di questi ragazzi di Cassino capaci raggiungere risultati importanti nel confronto con i pari età della altre province che hanno preso parte alla gare. Manifestazioni sportive di questo calibro, oltre a rappresentare un momento di sport bello da vivere, confermano la centralità della città di Cassino nel panorama provinciale e soprattutto l’ottimo lavoro che è stato realizzato con il rifacimento della pista di atletica Pietro Mennea che ha reso l’impianto comunale del Salveti il fiore all’occhiello per quanto concerne la pratica sportiva, trasformandolo da luogo dedicato esclusivamente al calcio in un vero e proprio centro sportivo dove è possibile praticare le varie discipline atletiche.”