Ambientalisti contro l’ordinanza sindacale di abbattimento cinghiali a Sant’Elia Fiumerapido

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Isola d'Elba ha detto:

    Cari ambientalisti dovreste mettervi d’accordo tra di Voi per poter essere credibili. I vostri colleghi ambientalisti a capo del Parco nazionale dell’arcipelago toscano non sono d’accordo col dire che “è inattuabile dal punto di vista legale la cattura con i chiusini” anzi è la prassi che loro attuano ogni anno, pagando una ditta con più di centomila euro all’anno di soldi pubblici per prendere 1.200 cinghiali l’anno, non solo, la stessa ditta che prende questi bei soldoni dal parco rivende questi cinghiali o li lancia nella propria riserva per essere uccisi da cacciatori snob e danarosi che li pagano fior di quattrini (un cinghiale di circa 70 kg circa 700 euro) guadagnandoci DUE volte. Ripeto, gli ambientalisti per essere credibili devono pensarla tutti allo stesso modo su un dato problema, altrimenti rischiano di suscitare solo sorrisi di compassione. Saluti dall’Elba I.C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *