La lista Paolo Renzi Sindaco si presenta a Pontecorvo

La lista Paolo Renzi Sindaco si presenta a Pontecorvo

3 maggio 2015 0 Di admin

“Liberiamo Pontecorvo”, questa la parola d’ordine della lista Per Pontecorvo – Paolo Renzi sindaco che ha debuttato ufficialmente da piazza Porta Pia. Una coalizione affiatata che ha dimostrato anche dal palco di saper fare gioco di squadra. Un programma chiaro e sedici protagonisti determinati a mettere in campo competenze e capacità. A cominciare dalla rappresentanza femminile composta da sei agguerritissime donne pronte a far sentire il loro peso specifico. Stefania Mirante, Annunziata Moretta detta Nancy, Lucia Nicolella, Annarita Sardelli, Giuliana Sardelli e Roberta Spiridigliozzi hanno saputo dare una marcia in più alla coalizione con tenacia e professionalità. Una lista civica che si pone un solo obiettivo: salvare Pontecorvo dal baratro.

Un percorso di cambiamento di rotta che si fonda su quattro principi fondamentali condivisi da tutti: libertà, legalità, solidarietà e confronto civile. Dal palco non sono mancati riferimenti agli avversari di questa tornata elettorale, come nelle parole dei candidati Enrico Marsinano e Attilio Turchetta che ha messo in evidenza le vicende giudiziarie che hanno fatto salire la città fluviale alla ribalta delle cronache nazionali. Tra passato e presente, i progetti della squadra di Paolo Renzi guardano lontano. Tommaso Pezzella ha fatto riferimento alle sorti dell’ospedale e ha denunciato la realizzazione di un monumento dedicato ai soldati delle truppe coloniali francesi e nemmeno una commemorazione per le donne vittime delle marocchinate. Un percorso di riscatto e di riconquista dei valori per troppo tempo dimenticati. Sono questi gli obiettivi condivisi da tutti i componenti della squadra come Luciano Carrocci, Antonio Caporuscio, Fabio Caramadre, Angelo Pasquale D’Amata, Stefano Longo, Daniele Mattaroccia e Giancarlo Santopietro.

Ognuno ha portato il proprio contributo alla costruzione di un programma articolato ma semplice illustrato in ogni passaggio dal candidato sindaco Paolo Renzi che ha appassionato la folta platea con vigore utilizzando un linguaggio sempre chiaro. “Non ci interessano le critiche e non ci interessano i pettegolezzi. Sappiamo cosa dicono i nostri avversari ed è per questo che chiediamo a tutti i cittadini di avere il coraggio di alzare la testa”. Motivo di orgoglio poter annoverare il peperone cornetto dop di Pontecorvo tra le specialità in vetrina all’Expo di Milano grazie alla Regione Lazio: “E’ l’esempio di quanto sia importante costruire sinergie con le istituzioni e per questo ringraziamo il presidente Nicola Zingaretti di aver dato questa grande opportunità al nostro territorio”. Non sono mancati riferimenti alle critiche avanzate dagli avversari smantellate con un pizzico di ironia: “A chi oggi mi accusa di essere forestiero – ha sottolineato Paolo Renzi – vorrei ricordare che sessanta anni fa mio suocero, l’avvocato Gabriele Ferdinandi, candidò una giovane donna arrivata da Taranto il cui figlio oggi accusa me di essere forestiero.

Questo è l’emblema di quanto sia tornata indietro la politica amministrativa di questa città”. La piazza è stata e sarà la sede deputata del confronto politico perché, come ha spiegato il candidato sindaco Paolo Renzi, le scelte saranno condivise con la cittadinanza, perché i cittadini devono tornare ad avere il ruolo che spetta loro. Ribadita anche durante la presentazione ufficiale della lista che il candidato sindaco rinuncerà all’indennità di carica: “Lo avevamo detto durante la campagna per le primarie e lo confermiamo anche adesso. Lasciamo agli avversari le polemiche, perché anche in questo siamo arrivati primi”. Spazio anche ai tanti progetti in cantiere. Il candidato sindaco Paolo Renzi ha ribadito la necessità di costruire consorzi con i Comuni limitrofi e di fare una rete territoriale che possa dare forza e voce ad un territorio troppo spesso dimenticato.

I primi punti da mettere in chiaro: il finanziamento stanziato dalla Regione Lazio pari a oltre 600 mila euro per la scuola Salvo D’Acquisto e l’avvio di una convenzione con l’Università La Sapienza di Roma per
istituire un corso di specializzazione presso la Casa della Salute di Pontecorvo. E poi la necessità di vigilare sulle questioni ambientali e l’annuncio del candidato sindaco Paolo Renzi che, in caso di vittoria, il Comune si costituirà parte civile nella vicenda dei presunti rifiuti interrati. I temi affrontati hanno avuto un filo conduttore preciso: la coerenza e il coraggio di metterci la faccia. Con entusiasmo e la voglia di fare.