La natura è nostra amica”  della Donizetti

La natura è nostra amica” della Donizetti

30 maggio 2015 0 Di redazionecassino1

Mentre sulla Gazzetta ufficiale del 28 maggio viene pubblicata la legge che inasprisce i delitti contro l’ambiente con pene che possono arrivare a 15 anni di carcere e 100 euro di multa, il 29 maggio arriva una lezione di educazione civica direttamente dai piccoli alunni della scuola materna Donizetti di Cassino. 108 piccoli maestri di rispetto ambientale che hanno portato in scena venerdì mattina nel cortile della scuola “La natura nostra amica” . Un’ora di canti, recite e canzoni unite da un unico filo conduttore: il rispetto e la tutela dell’acqua e della terra. Cento otto bambini dai 3 ai 5 anni, coordinati da 9 insegnanti, hanno emozionato gli oltre 300 adulti presenti: nonni, genitori, zii, cugini, fratelli e sorelle, amici emozionati non solo per la destrezza dei piccoli attori ma soprattutto per la convinzione con cui hanno portato in scena chiari messaggi rivolti a chi, purtroppo e a loro spese, sta consegnando loro un mondo deturpato.
Le insegnanti, loro le prime sostenitrici di quei valori convogliati ai piccoli maestri: Boscarello Rosa, Falcone Angela, Capasso Maria Teresa, De Vecchi Paola, Teresa Valentini, Russo Assuntina, Mirella Mirabelli, Iadevaia Annarita, Maietta Rosa.
Una rappresentazione resa possibile grazie alla collaborazione delle famiglie: la scenografia, i cappellini, i regalini preparati dai bimbi, tutto ha coinvolto i genitori che nel limite delle possibilità scendono in campo a sostegno di una scuola che resta “buona” negli intenti piuttosto che nelle reali possibilità quotidiane.
Una materna che ha tre anni di vita e che conosce le ristrettezze economiche di un settore che non riesce a trovare pace, tra successioni di ministri, finanziarie, tagli e rimodulazioni.
E come sempre, quando sono i bambini i primi attori, non è mancata l’emozione, in modo particolare quando i “grandi” , gli studenti di 5 anni, hanno ricevuto pergamena e corona d’alloro per celebrare il trapasso dalla materna alla primaria.
I più piccoli delle sezioni A e B sono diventati per una mattina alberelli, sottolineando l’importanza del verde e il rispetto per Madre Terra. I “colleghi” delle sezioni C e D si sono improvvisati gocce d’acqua per spiegare alla platea la necessità di tutelare i fiumi, il mare, i laghi, fonte unica di vita.
La collaborazione è stata a 360 gradi: due le tirocinanti che hanno affiancato le maestre nel loro percorso di studio-lavoro, due le ausiliari – Nunzia e Maria – che nel concreto sostengono i piccoli nelle loro necessità pratiche.
Tra gli spettatori emozionati non poteva mancare Vincenza Simeone, dirigente del Terzo Istituto Comprensivo cui appartiene la materna Donizetti. Lei ad annunciare importanti novità strutturali ed educative in programma per il prossimo anno scolastico. Lo sforzo economico sarà massiccio, soprattutto perché ancora una volta sarà la scuola a dover tirare la cinghia con il sostegno delle famiglie, ma a ripagare lo sforzo saranno momenti come quelli di venerdì mattina quando per qualche ora bimbi di 3,4, 5 anni hanno saputo lanciare il loro “schiaffo morale” a chi spesso dimentica di essere qui solo di passaggio e che proprio a loro lascerà questa terra e questo mare.