Ladri d’auto sull’A14 finiscono nella rete della polizia stradale

Ladri d’auto sull’A14 finiscono nella rete della polizia stradale

15 maggio 2015 0 Di admin

Notte di duro lavoro quella che si è appena conclusa per gli agenti della polizia stradle della provincia di Chieti impegnati in una complessa operazione in ambito autostradale a14 e diretta a contrastare il pendolarismo criminale da e verso il sud della penisola. Ben otto le pattuglie messe in campo dalla sezione di chieti e dai reparti dipendenti di vasto sud e lanciano, sulle quali ha preso posto inoltre il personale addetto ai servizi investigativi e di p. G.

Il servizio predisposto dagli uomini del vice questore Cipriano, che si è svolto in ambito autostradale tra i caselli di Val di Sangro e Vasto sud, ha consentito di fermare un gruppo di cittadini albanesi dediti ai furti d’auto, probabilmente su commissione. Sono finiti nella rete predisposta dalla Polstrada due coppie di individui a bordo di due vetture C3 Citroen Picasso immatricolate da pochi mesi (con iniziali della targa di immatricolazione rispettivamente er e et) appena rubate nelle cittadine di lanciano (ch) e Fossacesia (ch). Nelle fasi concitate del fermo delle vetture una prima coppia di individui subito fermati e quindi arrestati sono di nazionalità albanese residenti nella zona della Val di Sangro, di cui uno (T. A., classe 1991) con numerosi precedenti specifici e l’altro giovanissimo incensurato (P. E., classe 1994). A bordo di una seconda vettura che forzava il blocco stradale ma che subito veniva agganciata da una pattuglia autostradale che la affiancava opponendo la fiancata destra per impedirne la fuga, in una sequenza spettacolare di eventi che nulla ha avuto da invidiare a quelle dei film d’azione, con i delinquenti che tentavano il tutto per tutto per dileguarsi e, vistisi bloccati, guadagnavano la scarpata dal lato opposto di quello di guida ma lasciando a bordo dell’autovettura elementi utili per la loro identificazione e sui quali gli investigatori stanno ovviamente attivamente lavorando. Alle prime luci dell’alba due le vetture recuperate e due dei quattro malviventi assicurati alla giustizia che dovranno rispondere di riciclaggio oltre che dei reati che l’a. G. Vorrà ravvisare per avere gli arrestati tentato senza il minimo scrupolo l’investimento di personale operante pur di guadagnare la fuga. Procura della repubblica competente quella di Vasto.