“L’Esercito Marciava…” in ricordo della Grande Guerra e lunedì toccherà ai soldati dell’80° di Cassino

“L’Esercito Marciava…” in ricordo della Grande Guerra e lunedì toccherà ai soldati dell’80° di Cassino

14 maggio 2015 0 Di admin

Saranno 19 soldati dell’80° reggimento Roma di Cassino gli staffettisti che, lunedì sera, prenderanno in consegna alle porte di Cassino la bandiera dell’iniziativa “L’Esercito marciava…” con cui si commemorano i 100 anni dallo scoppio della “Grande guerra”. La bandiera è partita da Trapani l’11 maggio e attraverserà l’Italia, portata a piedi da militari, per arrivare a Trieste il prossimo 24 maggio. A Cassino arriverà la sera del 18 maggio e, sulla Casilina, all’altezza del Quinto Ponte e, dopo una breve sosta in piazza Diaz dove è previsto il saluto del Comandante di reggimento, Col. Giampiero Romano, del Sindaco di Cassino, Avv. Petrarcone e la benedizione da parte del Vicario del Vescovo, i soldati staffettisti dell’80° la prenderanno in custodia per portarla nottetempo a Roma percorrendo i 140 chilometri di via Casilina fino a Piazza Venezia e sull’Altare della Patria in prossimità della tomba del Milite Ignoto. La bandiera, a quel punto, sarà consegnata ai colleghi della Brigata Granatieri di Sardegna che proseguiranno verso Viterbo.

Infine, in piazza Diaz nella giornata del 18 sarà allestita una mostra statica di mezzi e materiali dell’Esercito da parte dell’80° e del 41° reggimento di Sora.

La bandiera italiana utilizzata come staffetta rappresenta il movimento di avvicinamento a Trieste dai punti lontani del territorio nazionale (Trapani, Lecce, Cagliari, Aosta, Bolzano). Saranno percorsi 5 itinerari per circa 4200 km da oltre 600 soldati staffettisti.