Musica è salute. L’opera lirica fa bene al cuore, convegno dell’accademia dell’Ingegno a Roma

Musica è salute. L’opera lirica fa bene al cuore, convegno dell’accademia dell’Ingegno a Roma

13 maggio 2015 0 Di admin

L’Accademia dell’Ingegno insieme all’ Associazione Musicale Tito Gobbi ha presentato a Roma le eccellenze del Made in Italy che si distinguono nei settori della sanità e della cultura musicale. L’evento ha avuto luogo martedì nella suggestiva cornice di Palazzo Ferrajoli a Piazza Colonna 355. L’iniziativa ha ricevuto l’attenzione di Federmanager che è orientata alle strategie innovative per la valorizzazione dei settori cultura e sanità.

L’opera lirica, immagine e risorsa socio-economica dell’Italia e la sanità come prevenzione ed eccellenza italiana sono gli argomenti che affrontati da Stefano Cuzzilla ( al centro nella foto) Presidente del FASI e dell’Accademia dell’Ingegno. “ Già da alcuni anni ricerche scientifiche hanno scoperto il benefico effetto dell’Opera lirica per la salute del muscolo cardiaco, i ritmi che vengono proposti, ricchi di crescendo e decrescendo, potrebbero favorire la riabilitazione dopo un ictus. La musica lirica – può rallentare il battito cardiaco e ridurre la pressione” dichiara il Presidente del Fasi che intende proseguire la ricerca che porterebbe a risultati duplici, sul fronte della prevenzione e sul fronte della valorizzazione del patrimonio culturale italiano.

La salute riconosce nella prevenzione, sia un obiettivo, sia un elemento costitutivo eccellente del concetto di “benessere”. Il modello italiano di integrazione pubblico-privato è di riferimento internazionale. La chirurgia mini-invasiva rappresenta la massima espressione del rispetto che la medicina attuale rivolge alla persona; questa eccellenza chirurgica impiega tecnologie sofisticate al fine di ridurre il traumatismo chirurgico e psicologico, senza trascurare la personalizzazione sartoriale della cura. L’Italia è un esempio di eccellenza in questo settore.

L’Associazione Tito Gobbi da anni porta avanti con successo il progetto Magia dell’Opera che è un incubatore di attività culturali basato sulla convinzione che l’opera lirica sia un’importante asset del nostro patrimonio e una risorsa di sviluppo socio-economico per il Paese. Il progetto attiva un circolo virtuoso operando su due fronti paralleli e complementari: la sensibilizzazione e l’avviamento alla carriera di talenti emergenti della lirica tramite percorsi esperenziali ispirati alle botteghe dell’arte della nostra tradizione. L’Associazione Tito Gobbi ha aderito alla IX edizione delle Giornate Europee dell’Opera Lirica che si sono svolte dal 9 al 10 maggio e ne ha organizzato le manifestazioni che si sono svolte a Roma, includendo per la prima volta la Capitale nel programma europeo della manifestazione. Dalla lirica alla salute il passo è breve e comune: il passo del benessere, inteso nel primo caso in senso immateriale come esigenza di realizzazione culturale e nel secondo caso come necessità di uno standard qualitativo del benessere fisico attraverso la prevenzione sanitaria.