Mese: giugno 2015

30 giugno 2015 0

Pronta a spendere soldi falsi nel tribunale di Frosinone, 34enne in manette

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Pronta a spacciare soldi falsi addirittura all’interno del palazzo di giustizia di Frosinone. È accaduto nel tarda mattinata di oggi e la protagonista è una 34enne straniera la quale, sapendo quanto fosse illegale ciò che aveva in borsa, alla vista dei carabinieri e del personale di sicurezza, ha tentato di nascondere alcune banconote da 20 euro nel reggiseno. Un gesto che non è sfuggito hai carabinieri che l’hanno fermata costringendola a consegnare i soldi falsi. Per questo la 34enne è stata arrestata. Rmd Pronta a spacciare soldi falsi addirittura all’interno del palazzo di giustizia di Frosinone. È accaduto nella tarda mattinata di oggi e la protagonista è una 34enne straniera la quale, sapendo quanto fosse illegale ciò che aveva in borsa, alla vista dei carabinieri e del personale di sicurezza, ha tentato di nascondere alcune banconote da 20 euro nel reggiseno. Un gesto che non è sfuggito hai carabinieri che l’hanno fermata costringendola a consegnare i soldi falsi. Per questo la 34enne è stata arrestata.

30 giugno 2015 0

Cozze “pagate” a peso d’oro. Mille euro di sanzione per pescatori sportivi a Gaeta

Di redazione

L’estate affolla le coste e l’operazione Mare Sicuro della guardia costiera entra nel vivo.

A Gaeta, gli uomini del comandante Nicastro, hanno lavorato nell’ultimo fine settimana a 360 gradi arginando i vari pericolosi fenomeni dettati dall’imprudenza e dal non rispetto delle regole.

La presenza in mare delle unità navali della Guardia Costiera ha consentito, lo scorso week end, il monitoraggio ed il controllo della costa in considerazione del rilevante traffico diportistico, la numerosa presenza di bagnanti e delle unità a vela impegnate nella regata organizzata in occasione della manifestazione “Grandi Vele”. Circa mille euro le sanzioni elevate.

La sanzione amministrativa è scattata per due unità da diporto che avevano ormeggiato all’interno della fascia di mare riservata alla balneazione, con grave pericolo per i bagnanti presenti, in violazione dell’ordinanza di sicurezza balneare della Capitaneria di porto di Gaeta.

L’intervento dei militari della Guardia Costiera si è reso necessario anche nei confronti di due acquascooter che navigavano nella rada di Gaeta, all’interno di Punta dello Stendardo, in violazione della ordinanza che individua le aree in mare ove tale tipo di unità, particolarmente performante, può effettuare le proprie evoluzioni in piena sicurezza.

Nel pomeriggio di ieri, i militari della Guardia Costiera di Gaeta, impegnati nei controlli sulle spiagge e sul litorale cittadino, individuavano, sulla scogliera della darsena pescherecci di Gaeta, un pescatore sportivo intento nella raccolta di mitili.

I militari intervenuti, constata una raccolta di mitili di circa dieci chilogrammi, in violazione del limite massimo fissato in tre chilogrammi per pescatore sportivo, procedevano ad elevare una sanzione di circa mille euro. I mitili, sottoposti a sequestro, venivano rigettati in mare dalla motovedetta di polizia marittima della Guardia Costiera di Gaeta

Ogni situazione di emergenza in mare potrà essere segnalata alla Sala Operativa della Guardia Costiera di Gaeta, tramite numero telefonico, gratuito, di emergenza in mare 1530, attivo 24 ore su 24.

30 giugno 2015 0

Rapina e violenza sessuale su minori, arrestato 23enne di Ferentino

Di redazione

Una giovinezza turbolenta quella di un odierno 23 enne di Ferentino che ha, nonostante la giovane età, una aspettativa di galera per 5 anni e tre mesi. E’, infatti, il cumulo di pena che deve scontare per i quali la Squadra Mobile di Frosinone ha eseguito questa mattina una ordinanza di custodia cautelare in carcere su ordine della procura dei Minori di Roma. I reati commessi dal 23 enne anche quando era minorenne vanno dalla rapina al danneggiamento, dallo spaccio di droga fino ad atti sessuali con minorenni.

Er. amedei

30 giugno 2015 0

Incidente tra tre auto sulla Casilina a Cassino: tre feriti, uno elitrasporato

Di admin

Terribile schianto tra tre auto poco fa a Cassino nei pressi della rotatoria sulla via Casilina sud al chilometro 141. Per cause ancora in corso di accertamento si sono scontrate una Fiat Panda, una Bmw ed una Fiat Punto. La Panda si è ribaltata ed ha terminato la corsa con le ruote in aria. Il bilancio è di tre feriti, e per un giovane è stato necessario l’intervento dell’eliambulanza. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Cassino gli operatori del 118 e la polizia.

29 giugno 2015 0

Pecore morte e moribonde in via San Pasquale a Cassino. Residente disperata

Di admin

Ancora pecore morte o moribonde in via San Pasquale a Cassino non molto lontano dal Fiume Rapido. Ormai le denuncie fatte dalla donna che risiede di fronte ad un terreno dove pascolano pecore sono diverse ma il problema resta. E il problema sono le pecore morte che troppo spesso vengono lasciate a marcire sotto le finestre della sua abitazione. Fenomeno che si è ripetuto anche ieri e la cassinate ha nuovamente chiesto aiuto all’attivista Bruno della Corte dell’associazione Il sole Splende per Tutti. “La signora è disperata ed anche noi dell’associazione non sappiamo più cosa consigliarle di fare. Sembra che a nessuno interessi il pericolo igienico sanitario che questo fenomeno comporta”.

Le pecore ancora in vita sono chiaramente in uno stato pietoso e presto faranno la stessa fine della loro compagna del triste gregge. “Abbiamo chiesto aiuto alla polizia Provinciale e oggi ho anche fotografato il cartellino identificativo della pecora morta prima che qualcuno lo staccasse”.

Ermanno Amedei

29 giugno 2015 0

Schianto mortale a Pignataro, esame esterno sul corpo di Giovanni Di Libero

Di admin

Si è svoltoa oggi pomeriggio nell’obitorio dell’ospedale di Cassino l’ispezione cadaverica sulla salma di Giovanni Di Libero, il 30enne di Cassino deceduto alel 15 in un terribile incidente stradale avvenuto sulla superstrada Cassino Formia nel territorio di Pignataro Interamna. Il giovane viaggiava su una Peugeot quando, per cause ancora al vaglio delle forze dell’ordine, la sua auto ha impattato contro altre tre vetture. Di Libero è morto sul colpo, altre tre persone sono state costrette alle cure ospedaliere di Cassino. Er. Amedei Foto Antonio Nardelli

29 giugno 2015 0

Corrieri della droga in motocicletta, arrestati a Terracina coppia di Alatri

Di admin

In moto a Terracina con sei etti di hashish. Pensavano che percorrendo a forte velocità la strada Provinciale Badino in sella ad una moto avrebbero eluso i controlli dei carabinieri. Non è stato così. C. N., 55 e una donna, P. L., 42enne, entrambi di Alatri, sono stati arrestati con l’accusa di detenzione ai fini dello spaccio di stupefacenti. Al posto di controllo hanno dovuto rallentare e fermarsi facendo trapelare nervosismo. L’approfondita perquisizione ha permesso di trovare 600 grammi di hashish diviso in sei panetti.

29 giugno 2015 0

Spianano terreno a ridosso del fiume, due denuncie ad Aprilia

Di admin

Spianano un terreno di 6 ettari soggetto a norme paesaggistiche e vengono denunciati dal Corpo Forestale dello Stato di Aprilia. La verifica è scattata in via Le Ferriere dove a ridosso del fosso Astura Basso, un corso d’acqua iscritto nel registro delle acque pubbliche, trovando mezzi per scavare, livellare e spianare fino all’alveo del fiume la cui flora era stata irrimediabilmente distrutta nonostante vige un divieto di effettuare lavori alla distanza minima di 150 metri. Tutti i lavori erano privi di autorizzazioni, per cui sono scattate le denuncie per il proprietario del fondo e il titolare della ditta di movimentazione terra.

29 giugno 2015 0

Residuati bellici nel parco del Circeo, scoperti e segnalati 14 ordigni

Di admin

Ben 14 ordigni bellici di cui, 8 colpi di mortaio, 2 di bazuka, due granate sono state scoperte e segnalate questa mattina da escursionisti nel parco nazionale del Circeo a Sabaudia. L’arsenale, quasi tutta di produzione anglo americana, è stata segnalata ai vigili del fuoco e al corpo forestale dello stato che hanno provveduto a delimitare l’area mettendola in sicurezza e a segnalare la presenza degli ordini alla prefettura che potrà così chiedere l’intervento degli artificieri.

29 giugno 2015 0

Si perdono sulle pendici di Monte Cairo, poliziotti salvano due giovani a Cassino

Di admin

Le urla che arrivavano del pendio di una zona impervia dalle pendici di Monte Cairo in una zona particolarmente impervia del comune di Cassino hanno permesso ad una donna di attivare i soccorsi. La chiamata arrivata sul 113 del Commissariato di Polizia di Cassino alle ore 22.30 di ieri sera diceva pressappoco: “Correte sento delle grida di aiuto provenire da Monte Cairo”.

La Volante della Polizia ha quindi raggiunto l’abitazione della donna verificando la genuinità della richiesta di aiuto. Dalla montagna arrivavano nitide richieste di aiuto.

I poliziotti cercano di capire da dove vengano le voci e riescono a localizzarle in una zona impervia, irraggiungibile con l’autovettura. I due uomini della Polizia di Stato non si perdono d’animo e, dopo quaranta minuti di cammino nell’oscurità e su un terreno reso ancora più impervio dalle abbondanti piogge del pomeriggio, riescono a raggiungere il posto.

Cominciano a chiamare e le voci rispondono: sono due ragazzi, ma, purtroppo, non sono sulla strada, ma in un dirupo con un dislivello di circa 50 metri.

Nel frattempo la sala operativa chiama i Vigili del Fuoco che però, proprio a causa della particolarità della zona, devono chiedere rinforzi.

Non c’è più tempo, i ragazzi sono ormai allo stremo ed i poliziotti decidono d’intervenire.

Usando i cinturoni in dotazione ed altro materiale reperito sul posto riescono a calarsi nel dirupo e, con non poche difficoltà, a portare sulla strada i due giovani, un diciannovenne ed un ventunenne della provincia di Latina, che, pur infreddoliti e disidratati raccontano di essere usciti per una escursione, il cambio improvviso del tempo e l’oscurità li ha sorpresi in montagna. Spaventanti ma in buone condizioni sono tornati a casa dopo essere passati per le verifiche ospedaliere.