Morto suicida a Regina Coeli il rapinatore del gioielliere di Prati

Morto suicida a Regina Coeli il rapinatore del gioielliere di Prati

20 luglio 2015 0 Di admin

Apprendiamo che ieri sera , alle ore 22.50, si è impiccato il detenuto Ludovico Caiazza, detenuto presso 7 sez- nuovi giunti- detenuto che aveva provocato, dopo la rapina, la morte del Gioielliere Giancarlo Nocchia.
Il Caiazza era solo in cella – in sezione vi erano circa 120 detenuti. Il Caiazza ha legato un lenzuolo alla finestra della cella .
I soccorsi sono stati immediati – 7 minuti e l’ambulanza era già a Regina Coeli – in sezione vi erano 2 agenti. Per la grande sorveglianza previsto un giro di controllo ogni 15 minuti.

Per la Fns cisl Lazio tale suicidio rappresenta un doppio fallimento poiché da un lato non è stato data la possibilità alla famiglia del gioielliere vedere riconosciuta la giustizia e far espletare in carcere la pena al Caiazza ma dall’altro per lo stesso, che non si è evitato di far compiere tale gesto.
Da quanto appreso il detenuto era sottoposto a grande sorveglianza.
Attualmente la salma si trova presso l’obitorio.

Il Segretario Generale Aggiunto CISL FNS
F.to Costantino Massimo