Agenzia del lavoro del crimine smantellata dai carabinieri di Frosinone

Agenzia del lavoro del crimine smantellata dai carabinieri di Frosinone

30 settembre 2015 0 Di admin

Tentata Rapina e sequestro di persona, questo è il reato contestato a tre uomini, uno laziale di 67 anni e due pugliesi di 54 e 37 anni di San Pancrazio (br), arrestato questa mattina dai carabonieri del reparto operativo di Frosinone. L’articolata attività di indagine  ha avuto inizio il 22 gennaio quando in tre, a Pofi, fecero incursione nella filiale della banca Unicredit. A volto scoperto e minacciando i dipendetimed un cliente, si fecero aprire la cassaforte trovandola vuota. Per assicurarsi una fuga agevole, rinchiusero la direttrice di filiale, un dipendente e un cliente in una stanza legando loro i polsi con fascette di plastica. La testimonianza di un cittadino che ha fornito la targa dell’auto con cui sono fuggiti ha aperto una breccia, arrivando ad una donna diSan Pancrazio, imparentata con alcune persone note per rapine. Le intercettazioni telefoniche, poi, hanno fatto il resto scoprendo che il duo pugliese er in cerca di altro personale per comporre una banda per assaltare banche e furgoni portavalore. Le celle telefoniche confermarono la loro presenza a Pofi nel giorno della rapina e al riconoscimento fotografico delle immagini estrapolate dal sistema di videosorveglianza della banca on vi furono dubbi sul fatto che a compiere la tentata rapina furono loro e il complice romano. Tra l’altro, a marzo, uno dei due pugliesi aveva deciso di agire da solo per rapinare l’ufficio postale di Roccamassima a Latina vrnendo fermato mentre, armato di pistola, si dirigeva verso il suo obiettivo. Intanto il reclutamento di personale malavitoso continuava da parte degli altri due che, però, stamattina sono stati arrestati e sottoposti alla misura cautelare ai domiciliari con controllo a distanza.