Da Telecom a Tim, tra disservizi e condizioni capestro

Da Telecom a Tim, tra disservizi e condizioni capestro

23 settembre 2015 0 Di admin

Trattamenti capestro e fastidiosi quelli che riserva l’ex compagnia telefonica nazionale ai suoi utenti. Probabilmente è frutto del “nuovo registro”, cosi chiamano le nuove direttive gli operatori call canter ex Telecom, oggi Tim. Se ne accorge chi deve fare la dismissione di una linea telefonica. Per attivarla èbastata una telefonta. Per disattivarla serve una raccomandata con ricevuta di ritorno e 15 giorni lavorativi di tempo, praticamente una mensilità pagata per nulla oltre, lo scopri dopo, una penalità di circa 35 euro anche se hai mantenuto quella utenz per piu di due anni. Al momento dell,allaccio ti avevano detto un’altra cosa. Fino a poco tempo fa, quando era Telecom, bastava fare un fax e aspettare solo qualche giorno per a il nuovo “registo” non prevede questa strada. Ti puó capitare poi di trasferirti. Scegli di portare la linea da una casa all’altra, pagando di più, ma ci voglio tempi tecnici, per cui ti ritrovi in una casa per due settimane senza linea, pagandola, però funzionante nella casa in cui non abiti più. Insomma, un imbarbarimento di qualcosa che, bene o male funzionava.
Ermanno Amedei