Giorno: 20 ottobre 2015

20 ottobre 2015 0

Il “cratere” in viale Dante a Cassino diventa dimora di un albero

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

In viale Dante a Cassino, il “cratere” nell’asfalto, nel bel mezzo della carreggiata diventa luogo in cui mettere a dimora un albero. E’ accaduto nel pomeriggio di oggi e il gesto provocatorio è stato fatto da un gruppo di amministratori di opposizione consiliare. Le strade di Cassino sono in condizioni disastrose e il gesto è servito per rimarcarlo. Poco dopo è intervenuto un operaio del comune che ha rimosso il piccolo arbusto per coprire il buco con alcune palate di asfalto a freddo.

Ermanno Amedei

foto Alberto Ceccon

20 ottobre 2015 0

Fa rifornimento di carburante e scappa, furbetto siciliano fermato a Cassino

Di admin

Fa rifornimeto ai distributori di Cassino e scappa senza pagare. Era diventata una abitudine per un siciliano di 48 anni già noto alle forze dell’ordine più volte segnalato dai gestori per questa furbata. Tre gli episodi accertati tutti avvenuti nel territorio urbano di Cassino. Oggi è caduto nella rete dei controlli dei carabinieri che lo hanno fermato e, vistosi scoperto, si è offerto di risarcire l’importo dovuto per le erogazioni di carburante di cui aveva beneficiato, scusandosi e promettendo di non ripetere più tali comportamenti. I proprietari decidevano, pertanto, di non sporgere querela viste le buone intenzioni dell’uomo. I militari, comunque, procedevano a proporre il 48enne per il foglio di via obbligatorio.

Er. Amedei

20 ottobre 2015 0

Esibizionista denunciato a Sora, a spasso per il centro con i pantaloni sotto l’inguine

Di admin
A spasso per la città con le braghe abbassate. Protagonista del gesto è stato a Sora un cittadino inndiano senza fissa dimora. In pieno giorno il 33enne esibizionista, visibilmente ubriaco, passeggiva tra la gente con il pantalone abbassato fin sotto l’inguine mostrando le sue parti intime. La segnalazione dei passanti al 113 gli ha messo una volante alle calcagna fino a individuarlo poco lontano dalla zona in cui era stato segnalato e con i pantaloni ancora abbassati. Non aveva documenti indosso e agli agenti ha reso delle genralita che poi sono risultate false. Accompagnato in commissariato è stato denunciato per atti osceni in luogo pubblico e false generalità.
20 ottobre 2015 0

Aggredisce la ex moglie davanti alla scuola del figlio, denunciato uomo a Sora

Di admin
Lesioni, minacce, violenza privata, maltrattamenti in famiglia ed ingiuria sono i reati contestati ad un uomo di Sora che, questa mattina, ha atteso la ex moglie davanti la scuola del figlio, per perpetrare l’ennesima aggressione verbale e fisica. La lite è degenerata in botte e quando la donna ha preso il telefono per chiedere aiuto, lui glielo ha strappato di mano andando via e portando anche le chiavi dell’auto. Un passante l’ha soccorsa e ha chiamato la polkzia. La donna, al sicuro in commissariato, ha raccontato di quella storia finita male e di quel rapporto ormai caratterizzato da violenze, percosse e insulti. L’uomo chiamato in commissariato, ha consegnato le chiavi e il telefono. É stato poi accompagnato a casa per sequestrare una pistola ad aria compressa che deteneva.
20 ottobre 2015 0

Tragedia del volo a Lanuvio, le vittime erano ex piloti dell’aeronautica

Di admin

Il velivolo si è schiantato in un campo di kiwi a Lanuvio in via Carano, località Campomorto. Alcuni metri più avanti e il comune diventa Aprilia     Erano le 13 circa nello sterminato pergolato che si perde a vista d’occhio sotto il quale i corpi di due uomini, due ex ufficiali dell’aeronautica sono stati trovati dagli operai che stavano potando le colture. “Abbiamo sentito prima il rumore dell’elicottero che poii ha iniziato a fare un rumore strano.

   

Il tempo di alzare gli occhi e lo abbiamo visto schiantarsi da un centinaio di metri”. E’ la testimonianza di due fratelli rumeni che oggi stavano lavorando in una piantagione di kiwi vicina a quella dove si è consumata la tragedia. “Siamo arrivati per primi ma abbiamo capito che ormai erano morti. Erano entrambi nella carlinga dell’elicottero ormai deformata, uno pendeva su un lato, uno su l’altro”. Sul posto sono arrivati in pochi minuti carabinieri ambulanze e vigili del fuoco.

E’ atterrata anche una eliambulanza ma per i due, ormai, non c’era nulla da fare. Il velivolo era decollato da una elisuperficie di Aprilia e si ignorano le cause che hanno portato allo schianto. Quasi certamente si è trattato di un guasto meccanico.

Le vittime erano piloti esperti, ufficiali in congedo di 65 e 63 anni uno della provincia di Catania, l’altro de L’Aquila.

20 ottobre 2015 0

Raccolta differenziata: gli ispettori ambientali scovano altri “inquinatori”. Elevate undici sanzioni

Di redazionecassino1

Prosegue la lotta ai cittadini incivili che continuano a depositare rifiuti in tutti gli angoli della città in particolr modo nelle periferie. L’azione degli Ispettori ambientali, però, ha contribuito a scovare, ancora una volta, gli inquinatori di turno. Con l’avvio della raccolta differenziata molta è stata la strada percorsa, grazie anche alla collaborazione dei cittadini si sono raggiunti buoni risultati in breve tempo. Tuttavia ancora oggi si registrano deprecabili effetti collaterali che continuano a rappresentare un vero e proprio allarme ambientale. Nei giorni scorsi, però, alcuni di loro sono caduti nella rete dei controlli prontamente sanzionati dalla Polizia locale. Soddisfazione è stata espressa dall’assessore Consales.“Grazie all’attività di informazione e controllo svolta in queste settimane dagli ispettori ambientali si è registrato, in particolare all’interno dei condomini e degli esercizi commerciali precedentemente monitorati, un netto miglioramento per quanto concerne il giusto conferimento dei rifiuti. Un segnale che conferma quanto importante sia l’opera degli ispettori ambientali nel correggere innanzitutto e nel prevenire pratiche scorrette all’interno della raccolta differenziata. Anche questa mattina sono proseguiti i controlli nel corso dei quali all’opera di informazione si è aggiunta anche quella di segnalazione alle autorità competenti per alcuni casi di mancato o non corretto conferimento dei rifiuti a cui, come di norma, ha fatto seguito l’intervento della Polizia Locale per sanzionare i trasgressori. Da quando la raccolta differenziata è stata avviata molta è stata la strada percorsa e grazie anche alla collaborazione dei cittadini si sono raggiunti grandissimi risultati in breve tempo. Tuttavia ancora oggi si registrano deprecabili effetti collaterali – alcuni dei quali fisiologici, altri, per la verità, patologici – che continuato a rappresentare un vero e proprio allarme ambientale. Anche oggi la Polizia Locale ha elevato ben 11 sanzioni sia per errato conferimento dei rifiuti sia per il rilascio ed lo versamento di rifiuti in diverse aree della nostra città, soprattutto in quelle periferiche da parte di cittadini residenti in altre zone. Atteggiamenti che continuiamo a contrastare in maniera ferma e decisa facendo ricorso a tutti i mezzi necessari per evitare che il comportamento di pochi sminuisca l’impegno di tanti cittadini che, invece, eseguono in maniera corretta la raccolta ‘porta a porta’. Come amministrazione abbiamo sempre ritenuto che il benessere di noi tutti passi, oltre che per un doveroso intervento delle istituzioni, anche e soprattutto per un impegno diretto dei cittadini stessi che in situazioni critiche sanno fare fronte comune, con il loro impegno quotidiano, attuando pienamente quell’idea di comunità a servizio della collettività. In questo contesto si inserisce anche l’attività degli ispettori ambientali, che voglio ringraziare ancora una volta per il servizio che quotidianamente svolgono con grande serietà, attraverso la quale si vogliono limitare i comportamenti scorretti che si verificano nell’ambito della raccolta differenziata, contribuendo ad avere una città più pulita”.

20 ottobre 2015 0

Interventi dell’ARDIS per mettere in sicurezza il fiume Rapido

Di redazionecassino1

L’Ardis, già da diversi giorni, sta monitorando le criticità sui principali corsi fluviali del nostro territorio, nella giornata di oggi ha iniziato la messa in sicurezza del Fiume Rapido a partire dalla pulizia degli argini. Un intervento che proseguirà, anche grazie alle sollecitazioni degli Uffici Comunali, con la rimozione dei tronchi che ostacolano il corso del fiume e la messa in sicurezza del tratto del Rapido interessato da caduta alberi. Un intervento di fondamentale importanza soprattutto in considerazione delle avverse condizioni meteorologiche che stanno interessando il nostro territorio. È cronaca di qualche giorno fa, purtroppo, l’esondazione di alcuni fiumi che hanno causato gravissimi danni e vittime in diverse zone del centrosud Italia tra cui la non lontana Valle di Roveto oltre che l’alto casertano ed il beneventano. I disagi provocati dal maltempo hanno riguardato anche alcuni tratti stradali di collegamento con Cassino come ad esempio la Casilina Sud che nella giornata di ieri è rimasta chiusa per diverse ore a causa di un allegamento che si è verificato tra San Pietro Infine e San Vittore. La pulizia dei fiumi è di fondamentale importanza sempre, a maggior ragione in previsione di condizioni meteorologiche avverse.

20 ottobre 2015 0

Radio Cassino Stereo e Il Punto a Mezzogiorno, l’informazione scritta e letta è su internet

Di admin

Il nostro sito sulla rassegna stampa dell prima radio della provincia di Frosinone (Dati eurisko 2014) che diffonde il suo segnale fino a Roma sud verso nord, a Caianello verso sud, a Isernia verso Est e Fondi verso Ovest.

Alle 7.45 inizia la rassegna stampa con i principali titoli dei giornali cartacei e di quelli on line tra i quali, Il Punto a Mezzogiorno per il cassinate. Una sorta di collaborazione per promuovere, ciascuno con il suo mezzo, l’informazione “certificata” da giornalisti che oggi, più che mai, deve integrarsi per poter raggiungere il maggior numero di quei lettori e ascoltatori che, invece, si informano solo attraverso i social.

Il link per ascoltare Radio Cassino Stereo “on air”, quindi attraverso internet, è sulla nostra home page, al fianco della testata. Uno spazio in primo piano e di massima visibilità proprio per sottolineare l’importanza che diamo a questa collaborazione.

Er. Amedei

20 ottobre 2015 0

Rapinarono la farmacia Piacitelli a Frosinone, tre arresti

Di admin

Tre uomini di Priverno sono stati arrestati questa mattina dai carabinieri del reparto operativo e della compagnia di Frosinone per la rapina alla farmacia Piacitelli compiuta a Frosinone il 2 settembre. “Lei ha la pistola puntata alla testa, aprite le casse. Se ci date tutto non succede niente” questa la minaccia con la quale uno dei tre convinse la commessa a consegnare il contenuto della cassa. I militari coordinati dai Capitani Lombardo e Cioabocco, sono arrivati ai tre malavitosi seguendo le tracce video lasciate nel corso del colpo e del sopralluogo. La tecnica utilizzata, tanto semplice quanto rapida, efficace e feroce.

Uno dei tre è entrato in ricognizione all’interno della farmacia fingendosi cliente, poco dopo fanno irruzione altri due, che, arma in pugno e travisati con cappucci e occhiali da sole, rapidamente si dirigono verso la cassa. Dichiarate le intenzioni, aperte le casse, si sono impossessati di 2.120 euro in banconote di vario taglio prima di dileguarsi, a bordo di un’Audi A2. Azione rapidissima, pochi minuti. A rovinare il piano, ben preparato, però ci sono un passante attento e pronto a rilevare il tipo e la targa del veicolo ed il tempestivo intervento dei Carabinieri. Il veicolo sospetto viene intercettato da una pattuglia dei Carabinieri su via Del Mare. Nella fase di inseguimento i fuggitivi, come nella migliore letteratura cinematografica, si liberano di un sacco contenente gli indumenti utilizzati per il camuffamento e fanno perdere le loro tracce insinuandosi nelle vie di Prossedi (Lt) che evidentemente ben conoscevano.

Gli indizi raccolti e lo sviluppo degli accertamenti sul reale possessore del veicolo, diverso dal proprietario, indirizzano gli investigatori sui tre arrestati. Perquisizioni successive permettono di ritrovare parte del bottino, circa 800 euro, una pistola giocattolo, ma del tutto simile a quelle vere e parte degli abiti usati per la rapina. Gli arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati ristretti presso la Casa Circondariale di Frosinone.