Giorno: 22 ottobre 2015

22 ottobre 2015 0

“Vampiri” di carburante a Latina, scoperto allaccio abusivo a conduttura Eni

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Il controllo effettuato dai tecnici dell’Eni sulle condotte sotterranee in cui passa il carburante lungo la via Migliara 46 a Latina ha permesso di individuare un sofisticato congegno di aspirazione che, collegato da una presa ricavata dall’impianto, permetteva ad ignoti di aspirare, e quindi rubare carburante. Il ritrovamento è stato prontamente segnalato ai carabinieri che hanno iniziato le indagini in sinergia con l’ufficio sicurezza dell’Eni.

22 ottobre 2015 0

Killer della mafia pentito, arrestato a Viterbo per evasione dai domiciliari

Di admin

Killer di una cosca mafiosa siciliana pentito, ex collaboratore di giustizia, è stato arrestato questa mattina dai carabinieri a Bagnoregio (Vt). La presenza del 40enne sul territorio era stata segnalata ai militari e le indagini svolte da questi ultimi, hanno confermato la notizia. A suo carico c’era una ordinanza di carcerazione emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Spoleto per evasione dagli arresti domiciliari. L’arrestato in precedenza è stato collaboratore di giustizia a seguito del suo pentimento dopo molti omicidi commessi quando gravitava in una associazione a delinquere di stampo mafioso in Sicilia.

22 ottobre 2015 0

Occupano una casa privata, tre somali arrestati dai carabinieri

Di admin

Occupano abusivamente un appartamento privato e si rifiutano di mostrare documenti ai carabinieri. Protagonisti della vicenda avvenuta a Bagnaia sono tre somali di 22, 19 e 20 anni che, arbitrariamente hanno deciso dove abitare occupando una casa privata. Chiamato dal proprietario i carabinieri sono intervenuti e alla richiesta dei militari di fornire una spiegazione per il gesto e i documenti, i tre hanno opposto resistenza fino ache non sono stati immobilizzati ed arrestati per invasione di edificio e resistenza a pubblico ufficiale.

22 ottobre 2015 0

Iacovella colto da malore, timori per le sorti dell’ex sindaco di Piedimonte elitrasportato a Roma

Di admin

Timore per la salute dell’ex sindaco di Piedimonte San Germano nel primissimo pomeriggio di oggi che è stato colto da malore. Per l’ex primo cittadino immediato il trasferimento in l’eliambulaza presso il policlinico di Tor Vergata. Domenico Iacovella ha accusato il malore nella sua abitazione poco dopo le 15.00. Stando ad alcune indiscrezioni Iacovella avrebbe accusato sintomi tipici di un ictus. Sul posto è giunto il mezzo del 118, ma è stato chiesto l’intervento dell’eliambulaza che è atterrata presso il campo sportivo di Piedimonte. N. Costa

22 ottobre 2015 0

Turista belga colto da infarto a Cassino salvato dai carabinieri

Di admin

Era su un autobus turistico in visita a Cassino quando è stato colto da malore. Il 59enne belga accusava forti dolori al torace. L’autista del mezzo ha attirato l’attenzione di una pattuglia di carabinieri i quali hanno chiesto l’intervento di una ambulanza del 118. Il mezzo di soccorso, però era impegnato in altri interventi e, per questo è stato allertato il personale sanitario della vicina clinica “Villa Serena” che, prontamente intervenuto, avendo diagnosticato un infarto in atto, ha prestato le prime cure del caso somministrando un farmaco salvavita. Successivamente i Carabinieri, unitamente al medico intervenuto, hanno trasportato con l’autovettura di servizio il malcapitato presso il pronto soccorso di Cassino dove i sanitari hanno confermato la diagnosi. Dopo le iniziali cure, l’uomo è stato trasferito e ricoverato presso l’ospedale civile di Frosinone per ulteriori indagini diagnostiche.

22 ottobre 2015 0

Fabbriche e depositi di esplosivi nel frusinate, la polizia effettua controlli a tappeto

Di admin

Negli ultimi tre mesi si è ulteriormente intensificata l’attività di prevenzione svolta dalpersonale della Polizia di Stato che ha interessato numerose attività nel settore della fabbricazione, deposito e minuta vendita di materiale esplodente sottoposte a licenza del Prefetto per l’esercizio e la conduzione delle stesse. Ciò anche in attuazione delle direttiva ministeriali che hanno ulteriormente sensibilizzato l’attenzione su tale delicato settore in ragione delle numerose innovazioni intervenute in ambito normativo europeo che hanno imposto un adeguamento ed una omogeneizzazione dei criteri di classificazione delle materie esplodenti a tutti i paesi membri, ivi compresa l’ Italia. Volendo aderire appieno allo spirito della normativa europea tendente a garantire ulteriormente la sicurezza pubblica in materia di fabbricazione e manipolazione delle materie esplodenti ivi compresi i fuochi artificiali ed al fine di verificare l’attenta applicazione della normativa in vigore,si è proceduto ad una intensificazione dei controlli in tale delicata materia mediante una capillare attività su tutti i depositi e fabbriche delle provincia effettuate, con il Coordinamento della Prefettura di Frosinone, dal personale della Polizia di Stato dell’ Ufficio Armi ed Esplosivi della Divisione Amministrativa e Sociale della Questura e dei Commissariati di Cassino Sora e Fiuggi. Al riguardo sono stati effettuati controlli a 3 depositi di esplosivi in Anagni Alatri e Sora e tre fabbriche di Pontecorvo Castelliri e Trevinel Lazio. In esito alla predetta attività si è riscontrato una sostanziale regolarità nella manipolazione e gestione degli esplodenti rilevando una considerevole esperienza e professionalità nei titolari delle licenze prefettizie in corso di validità. Sono stati rilevate alcune irregolarità in uno solo dei depositi controllati, relativi alla registrazione sulla movimentazione degli esplosivi ivi stoccati che però non hanno destato preoccupazione sotto il profilo della pubblica incolumità, in quanto il materiale illegalmente detenuto ma registrato era notevolmente al di sotto del quantitativo autorizzato e stoccabile. Il contravventore verrà sottoposto comunque a sanzione amministrativa e diffidato ad una migliore tenuta dei registri giornalieri ove, per legge, è obbligatoria la trascrizione di ogni singola operazione di movimentazione del materiale esplodente. Analoghi controlli verranno ripetuti a breve in vista delle festività natalizie al fine di arginare il fenomeno del commercio di fuochi pirici illegali, non riconosciuti dalla normative europee, e perciò ritenuti pericolosi per la pubblica e privata incolumità.

22 ottobre 2015 0

Controlli antidroga a Cassino, cane poliziotto “annusa” consumatore di hashish

Di admin

Servizi straordinari di controllo del territorio hanno riguardato la sera scorsa il territorio della città di Cassino. L’attività della Polizia di Stato è stata rivolta in particolare alla prevenzione dei reati predatori. Personale delle Volanti del Commissariato di P.S. di Cassino e pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Laziohanno passato al setaccio zone maggiormente esposte al compimento di attività illecite. Nell’azione di contrasto dei reati inerenti gli stupefacenti è stata impiegata anche un’unita cinofila della Polizia di Stato. E’ stato proprio il cane antidroga con il suo infallibile fiuto a segnalare ai poliziotti la presenza di stupefacenti addosso alla persona che stavano controllando. Infatti all’interno di una tasca dei pantaloni veniva rinvenuta una piccola quantità di hashish che veniva sequestrata mentre la persona, un giovane del cassinate, veniva segnalata all’autorità amministrativa come assuntore di sostanze stupefacenti Monitorati vie e luoghisensibili sotto il profilo della legalità: 63 le persone identificate, 49 i veicoli controllati e5 le contravvenzioni al Codice della Strada. I mirati servizi di Polizia, volti a prevenire e reprimere ogni forma di illegalità, continueranno anche nei prossimi giorni.

22 ottobre 2015 0

Incendio all’Università, sopralluogo in corso da parte dei vigili del fuoco

Di admin

Le operazioni di sopralluogo da parte dei vigili del fucoo sono ancora in corso nelle aule del dipartimento di Economia e Giurisprudenza nell’Università di Cassino alla Folcara. Il fumo che si è sprigionato dagli incendi, più di uno, che invaso i locali della struttura hanno costretto le autorità a farla sgomberare. sospese le zioni e in forse la discussione delle Lauree previste per oggi pomeriggio alle 15. Intanto il piazzale dell’ìuniversitù è ancora affollato da studenti, professori e dipendenti.

Er. Amedei

Foto Antonio Nardelli

22 ottobre 2015 0

“I Giorni di Giano”, spenti i riflettori la Rocca Janula di Cassino rischia di tornare nelle tenebre

Di admin

Spenti i riflettori della manifestazione “I Giorni di Giano” che il 17 e 18 ottobre hanno visto la Rocca Janula di Cassino tornare agli antichi e meritati fasti, il silenzio domina nuovamente nell’antica fortezza.

“Il nostro obiettivo – spiegano i responsabili della’associazione socio culturale “I Corvi di Giano” che ha ideato il progetto realizzato grazie al patrocinio del Comune di Cassino – è quello di riportare in auge un passato spesso poco noto della nostra terra. Il medioevo è una passione che accomuna tutti i suoi membri e coinvolgere la cittadinanza è un impegno importantissimo.

La Rocca – continuano gli appassionati della storia cassinate – rappresenta un bene inestimabile per il territorio. Costruita nella seconda metà del X secolo, ha visto, grazie anche alla strategica posizione geografica dell’antica città di San Germano, odierna Cassino, il passaggio di Re, Imperatori e Papi. Al fine di accaparrarsene il controllo, si sono combattute un’infinità di battaglie, spesso cruente e sanguinosissime”.

Purtroppo però, nonostante la sua storia e il suo valore, la Rocca Janula nell’ultimo secolo ha perso importanza ed è stato permesso al tempo e alla guerra di rovinarne la conformazione. Dura e resistente, perché così l’avevano realizzata, ha resistito fino a noi.

Oggi, anche grazie all’opera di questa associazione, è stata rivalorizzata e le è stato data il giustovalore storico e culturale. Essa appartiene ad un’epoca ormai lontana, ma non per questo perduta. Come spesso accade, i risultati si ottengono da iniziative di privati, di volontari quelli dell’associazione “I Corvi di Giano” capaci di rendere concreti progetti sbandierati da molti ma mai realizzati. Spenti i riflettori, però, la Rocca è tornata ad essere vuota , un rudere ristrutturato. I ragazzi figuranti de “I Corvi di Giano” che l’hanno animata nei due giorni della manifestazione, ma anche prima per i preparativi non ci sono più e il rischio è che la struttura possa tornare dimenticata nelle tenebre.

 

 

22 ottobre 2015 0

Focolai di incendi nelle aule dell’Università di Cassino, evacuata palazzina alla Folcara

Di admin

Piccoli focolai di incendio hanno generato panico alle 13 circa nella facoltà di economia e quella di Giurispruidenza dell’università di Cassino in località Folcara. Più di qualcuno ha iniziato ad avvertire odore di bruciato già alle 12, quando evidentemente i primi fuochi erano stati appiccati. Si tratterebbe di piccoli cumuli di carete, probabilmnete cestini, incendiati il più locali tanto da generare fumo e paura. I vigili del fuoco intervenuti hanno fatto evacuare la palazzina sospendendo quindi lezioni e ogni tipo di attività. al momento le lezioni ancora non sono riprese.

Er. Amedei