Segregata in casa per farla prostituire, scoperta a Formia casa del sesso “cinese”

Segregata in casa per farla prostituire, scoperta a Formia casa del sesso “cinese”

9 ottobre 2015 0 Di admin

Segrecata in casa in attesa di clienti. Gli agenti di polizia dei commissariati di Formia e Gaeta, in seguito ad alcune segnalazioni di residenti, e seguendo la pista di annunci lasciati su giornali cartacei e su siti specializzati, hanno trovato una casa nell’immediata periferia di Formia riscontrando un anomalo via vai di uomini. Hanno quindi effettuato il controllo nell’abitazione trovando una ragazza asiatica in attesa di clienti. Hanno scoperto che la ragazza era costretta a vivere in una piccola stanza con un materasso lasciato in terra, mentre esercitava in un’atra stanza ben ammobiliata e pulita. Nella perquisizione sono stati trovati anche 200 euro frutto dell’attività della prostituzione, un telefono cellulare per parlare con i clienti e diverse confezioni di profilattici. Esclusa la responsabilità del proprietario di casa, ma le indagini avrebbero accertato che la ragazza fosse sfruttata da due suoi connazionali residenti a Roma, J.R. 52 anni e X.R. 34 anni entrambi denunciati per sfruttamento della prostituzione.
(nella foto il letto in cui dormiva in attesa dei clienti)