Giorno: 2 novembre 2015

2 novembre 2015 0

Permettevano la visione delle partite di serie A senza autorizzazione, denunciati 5 titolari di bar e ristoranti a Sessa Arunca

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

I carabinieri del Comando Compagnia di Sessa Aurunca, unitamente ad ispettori specializzati addetti ai controlli dei servizi pay per view ed all’uopo nominati ausiliari di polizia giudiziaria, nel corso di specifico servizio finalizzato al contrasto della clonazione delle tessere per la pay tv, “Mediaset Premium” e “Sky”, hanno deferito in Stato di Libertà, per violazioni in materia di diritto d’autore, 5 titolari di esercizi commerciali (ristoranti e bar) del posto. I predetti, intestatari di schede per servizi di visione satellitare e via cavo, nella serata di ieri, in occasione dell’incontro di calcio tra squadre del campionato di serie A, sono stati sorpresi mentre permettevano, all’interno dei propri esercizi commerciali, la visione, a terzi, di contenuti audiovisivi ad accesso condizionato, concessi a pagamento da “mediaset premium” e “sky”. In un caso un 63enne, titolare di un bar di Sessa Aurunca è stato denunciato poiché diffondeva le immagini sportive attraverso siti internet senza alcun tipo di contratto. Le apparecchiature, consistenti in cam, schede, decoder e pc, sono state sottoposte a sequestro penale.

2 novembre 2015 0

Botte e coltellate tra extracomunitari in centro a Cassino, cinque fermati

Di admin

Botte tra stranieri in Largo dante a Cassino. Quella che sembra essere stata una vera rissa tra almeno cinque extracomunitari, alcuni armati anche di coltello, è avvenuto poco prima delle 20 in pieno centro a Cassino. Sul posto sono arrivati carabinieri e polizia che hanno immobilizzato i cinque uno dei quali ferito da un fendente. Si tratterebbe di richiedenti asilo politico che litigavano per motivi ancora non precisato. Er. Amedei

2 novembre 2015 0

Sorpreso dai carabinieri a picchiare la madre malata, 50enne in manette a Cassino

Di admin

E’ stato sorpreso dai militari mentre, con un asciugacapelli in mano stava colpendo la madre. A finire in manette a Cassino, è stato un 50enne che già in passato si era reso protagonista di gesti simili. A lanciare l’allarme, per via delle urla dell’anziana donna, sono stati alcuni vicini di casa. All’arrivo dei carabinieri, l’uomo è stato fermato e l’anziana, già colpita da malattie degenerative, soccorsa e trasportata in ospedale a Cassino per medicare alcuni traumi. Per il 50enne sono scattate le manette con l’accusa di lesioni personali aggravate.

2 novembre 2015 0

Ricette mediche digitali, su Radiocassinostereo il presidente dell’ordine dei Farmacisti spiega cosa cambia

Di admin

A partire da gennaio 2016 entrerà ufficialmente in vigore anche nelle province di Latina e Frosinone la misura, varata dalla Regione Lazio, che prevede la prescrizione di ricette mediche in formato esclusivamente elettronico. Il provvedimento, già attivo in molte Asl italiane, è stato adottato, nel Lazio, dalle province che rientrano nel quadrante Nord, dove le vecchie ricette cartacee sono state quasi del tutto sostituite da quelle dematerializzate. Ad illustrare il quadro attuale della situazione ai microfoni di RadioCassinoStereo, il senatore della Repubblica Italiana Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani, membro della 5° Commissione permamente (Programmazione economica, bilancio) e della Commissione parlamentare per l’attuazione del federalismo fiscale. Il presidente interverrà telefonicamente domani mattina, ore 9:20, all’interno del programma “Nel Mezzo del Mattin”, condotto da Stefania Negro, per chiarire le modalità del processo di digitalizzazione delle ricette mediche, in costante crescita. Sarà possibile ascoltare l’intervista in diretta anche in streaming: www.radiocassinostereo.com

2 novembre 2015 0

Tenta il suicidio in spiaggia a Sperlonga, 36enne di Ceprano salvata dai pescatori

Di admin

E’ stata salvata da pescatori sulla spiaggia Lago Lungo di Sperlonga. La donna scomparsa a Ceprano domenica mattina, oggi, sembrava il tronco di un albero che affiorava a poichi metri dalla riva. Quando è stata notata da alcuni uomini provvidenzialmente intervenuti, aveva la testa in acqua. Aveva tentato un insano gesto che solamente per una serie di circostanze fortunate non ha raggiuntoi lo scopo. Portata a riva, è stata affidata agli operatori del 118 che l’hanno riscaldata e trasportata in ospedale a Formia per verifiche del caso. Sul posto anche i carabinieri di Terracina. In buone condizioni è stata raggiunta dai parenti. Er. Amedei

2 novembre 2015 0

La multinazionale DolphinDiscovery acquista lo Zoomarine di Pomezia

Di admin

Zoomarine Italia spa, primo Parco a tema marino d’Italia, entra ufficialmente a far parte del Gruppo DolphinDiscovery . DolphinDiscovery, lamultinazionale più grande al mondo specializzata nel settore dei delfinari, con l’acquisto di Zoomarine, uno dei parchi tematici più visitati in Italia, fa il suo ingresso nel continente Europeo. Il Gruppo, fondato a Cancún-Messico nel 1994, con l’acquisizione di Zoomarine inizia un piano di espansione in Europa e si conferma come il più grande gruppo di Parchi Tematici del Messico e dell’America Latina conquistandosi un ruolo di rilievo tra i principali gruppi di settore a livello mondiale.

Zoomarine, prima struttura Italiana a ricevere il riconoscimento di Giardino Zoologico nel 2009che unisce intrattenimento e offerta educativa, precedentemente di proprietà di Mundo Aquatico, si posiziona come il primo Parco di Edutainment del Centro-Sud Italia con oltre 500.000 visitatori annui. Unico Parco Italiano ad essere membro certificato dell’Alliance of Marine MammalParks and Aquariums, così come DolphinDiscovery, riconosciuti per l’utilizzo e il mantenimento dei più alti standard qualitativi nella gestione e nella cura dei delfini e di tutte le specie ospitate. Situato alle porte di Roma, Zoomarine, con i suoi 40 ettari, apre al pubblico nel 2005; da subito si conferma come uno dei principali Parchiper famiglie con una dimostrazione di delfini giudicata tra le migliori al mondo, dimostrazioni con leoni marini e foche, uccelli rapaci e tropicali, oltre a specie acquatiche quali pellicani, fenicotteri e pinguini, per un totale di 155 animali di 36 specie diverse; completano l’offerta spettacoli acrobatici, piscine e attrazioni meccaniche.

“DolphinDiscovery è una delle realtà riconosciute tra le migliori al mondo, non solo per la divulgazione del rispetto ambientale, ma anche per le attività di conservazione delle specie marine avendo creato programmi di gestione e riproduzione dei mammiferi marini tra i più avanzati e ben strutturati, ed è per questo che ci sentiamo orgogliosi che Zoomarine Roma da oggi faccia parte della famiglia di delfini più grande del mondo. Siamo fiduciosi che Zoomarine Roma sarà un’importante membro della famiglia DolphinDiscovery e che la nostra esperienza operativa e logistica nella gestione di Parchi divertimento e Edutainment possa rappresentare un contributo significativo alla sua crescita ed espansione nel mercato Europeo” dichiara il Dr. Jose Ignacio Cobo, Consigliere Delegato di Mundo Aquatico, la società che vende il Parco.

Il Direttore Generale e Presidente di DolphinDiscovery,Dr. Eduardo Albor“Solo poche settimane fa, negli Stati Uniti, abbiamo concluso l’acquisto del parco Gulf World situato in Florida nella citta di Panama City; DolphinDiscovery continua così la sua crescita e rinnova la sua promessa di offrire esperienze uniche di intrattenimento educativo, con i suoi 19 parchi e delfinari distribuiti in 8 paesi e 2 continenti” aggiunge “Siamo orgogliosi di poter entrare nel mercato Europeo e, con l’acquisizione di Zoomarine Roma, uno dei parchi di successo in Europa: siamo sicuri che sarà il primo passo in un mercato ricco di grandi opportunità.”

2 novembre 2015 0

Tragedia a Sperlonga, coppia esce di strada. Muore 69enne

Di admin

Coniugi fuoristrada con auto, 69enne muore a Sperlonga Incidente mortale nella tarda mattinata di oggi a Sperlonga. Erano da poco passate le 12 quando una Hyunday Gatz su cui viaggiava una coppia di anziani è uscita di strada ribaltandosi. La vettura capovolta è stata sollevata con cuscini ad aria per permettere ai vigili del fuoco di raggiungere la 69enne rimasta incastrata tra le lamiere. Per lei è stato inutile dato che è deceduta poco dopo. Il marito 72enne, invece, è riuscito a liberarsi da solo e a lanciare l’allarme.

2 novembre 2015 0

Google Earth immortala i lavori di abbattimento del mercato coperto

Di admin

Google Earth immortala il cratere che c’è al posto del mercato coperto a Cassino. Le immagini si riferiscono al 10 agosto 2014, pochi mesi dopo l’inizio dei lavori di demolizione. La struttura storica vicina a piazza san Giovanni è stata abbattuta per essere trasformata in un complesso ad uso abitativo e commerciale.

Dopo anni di abbandono sfociati con la vendita da parte del comune ad una società privata l’ex mercato coperto resterà soltanto un ricordo nella mente dei cassinati. A.N.

2 novembre 2015 0

Agli arresti domiciliari a Frosinone nella casa sequestrata e risequestrata

Di admin

E’ avvilente, ma purtroppo accade anche questo. Venerdì, nell’ennesimo blitz della polizia all’interno di una casa di Frosinone, dove la proprietaria, madre di due figlie spacciava cocaina pur essendo agli arresti domiciliari, ha permesso di chiudere un canale dello spaccio di cocaina. La donna è finita in galera a Rebibbia dove oltre a scontare la precedente pena di 6 anni e 8 mesi, risponderà anche del nuocvo reato di spaccio commesso. Alla figlia 20enne, invece, che la aiutava nell’attività, sono stati concessi direttamente gli arresti domiciliari e come domicilio ha chiesto ed ottenuto la villa che la sua famiglia, ha a Frosinone. Una struttura sequestrata dal Comune perché abusiva, risequestrata dalla polizia perché ritenuta provento di attività illecita, “ri-ri-sequestrata” dai carabinieri per altri motivi. In tutto questo sequestro e risequestro, la sua famiglia ha continuato a violare sigilli, addirittura tra un sequestro e l’altro, certi chge quella casa sarebbe rimasta la loro, hanno continuato a rifinirla. Da venerdì è diventata ufficialmente la dimora della 20enne che non dovrà lasciarla per nessun motivo.