Giorno: 7 novembre 2015

7 novembre 2015 0

I carabinieri scendono in piazza Labriola a Cassino con una Stazione Mobile

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – I Carabinieri di Cassino scendono in piazza Labriola, letteralmente. Con l’approssimarsi delle festività di fine anno, al fine di garantire maggiore sicurezza e vicinanza ai cittadini nell’ambito della provincia, ha incrementato i servizi preventivi predisponendo anche l’impiego di presidi temporanei dei Carabinieri nei luoghi di maggior ritrovo per lo shopping o frequentati dai giovani.

A Cassino, in particolare nella Piazza Labriola, al fine di garantire una costante presenza dell’Arma e per prevenire il compimento di reati in genere, ha predisposto il presidio temporaneo della Stazione Carabinieri Mobile.

Il Presidio garantirà un maggiore contributo alle unità già presenti e operanti sul territorio cassinate, ed avrà il compito di fornire informazioni utili all’attività dell’Arma o di ricevere segnalazioni di eventuali reati o la presenza di persone sospette.

Tale iniziativa, prefigge di rafforzare il senso di sicurezza nei cittadini in un luogo, come la piazza antistante il Palazzo di Giustizia, frequentatissimo dai cassinati nonché dagli abitanti dei comuni limitrofi.

La presenza del personale dell’Arma verrà garantita, in particolar modo, nei fine settimana e in due fasce orarie: quella pomeridiana serale che vede una maggiore presenza di famiglie e quella serale notturna durante la quale si registra, maggiormente, la presenza di giovani.

7 novembre 2015 0

Legna da ardere tagliata nell’ex Campo Boario di Cassino. Della Corte: “Che fine ha fatto?”

Di admin

Cassino – Movimenti sospetti di un mezzo di un dipendente del comune di Cassino, su una proprietà pubblica come l’ex campo Boario non sono sfuggiti alla vigilanza civica di Bruno della Corte, presidente dell’associazione Il Sole Splende per Tutti. Ad incuriosire Della Corte, ieri pomeriggio, nell’area verde di Cassino, è stata la presenza, al di fuori degli orari di lavoro dei dipendenti comunali, di un operaio che con un’apecar del Comune, dopo aver tagliato in tronchi parte di un platano abbattuto qualche giorno fa dai vigili del fuoco perché pericolante, ha caricato della legna tagliata portandola via in una direzione diversa dal magazzino del comune. Alcuni quintali di legname da ardere i proprietà del comune, come del comune era la benzina e il mezzo usato per trasportarla in un luogo non ben precisato. “Vorrei che la città fosse informata – dichiara Della Corte – sulla fine fatta da quella legna e se quel dipendente era autorizzato e da chi, ad usare attrezzatura dell’amministrazione comunale”.

Ermanno Amedei

7 novembre 2015 0

Attività commerciali e mercato del sabato passati al setaccio dalle forze dell’ordine

Di admin

Cassino – Sei i locali controllati da personale del Commissariato di Cassino e pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Lazio coordinati dal vice questore Cristina Rapetti.

Nel bilancio della serata di ieri, 48 le persone identificate, 24 i veicoli sottoposti a verifiche ed una contravvenzione al codice della strada elevata.

Questa mattina sempre a Cassino, sono stati nuovamente predisposti  servizi interforze presso il mercato settimanale di Cassino, come pianificato in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Locale, con l’apporto ciascuno delle proprie specificità, hanno verificato la posizione amministrativa e fiscale dei commercianti, identificato 28 persone, tra ambulanti ed  avventori, riscontrando sostanzialmente la regolarità delle attività commerciali e della merce in vendita.

Una sanzione amministrativa è stata, invece, elevata per violazione dell’ordinanza comunale di divieto di volantinaggio nel giorno di svolgimento del mercato settimanale.

7 novembre 2015 0

Ladri di alberi di Natale a Fiuggi. Due arresti e una denuncia

Di admin

 

Fiuggi – E’ accaduto all’interno di un vivaio di Fiuggi che in tre, armati di vanga e piccone, sono stati notati dal dipendente dell’attività commerciale, estirpare abeti di medie dimensioni per vendere come alberi di Natale nel corso delle prossime festività. La polizia prontamente allertata ha fatto arrivare sul posto una volante i cui agenti hanno bloccato il furgone con i tre a bordo che tentava di allontanarsi dalla zona. Si tra di due fratelli di 35 e 37 anni della zona e di un 19enne albanese incensurato. Nel furgone c’erano circa 300 sacchi che avrebbero dovuto accogliere gli arbusti. I due fratelli sono stati arrestati mentre il 19enne è stato denunciato. Si indaga per scoprire se i tre siano gli stessi che gia hanno compiuto razzie di alberi all’interno dello stesso vivaio.

7 novembre 2015 0

Scioperano i dipendenti delle catene di distribuzione, lavoratori a braccia conserte anche al Panorama di Cassino

Di admin

Cassino – Commessi a braccia conserte, questa mattina, in molti centri commerciali d’Italia tra cui quello di Panorama a Cassino. Lo sciopero è stato indetto dalle tre sigle sindacali per protestare contro il ritardo di quasi due anni nel rinnovare il contratto della categoria. “Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil hanno indetto per questa mattina uno sciopero nazionale per l’intera giornata in tutte le aziende della moderna distribuzione commerciale. Le lavoratrici e i lavoratori di Carrefour, Coop, Conforama, Emmezeta, Sma, Simply, Pam, Panorama, Upim, Oviesse, Coin,  H&M si asterranno dal lavoro a sostegno del rinnovo del contratto nazionale scaduto da quasi due anni”. Così, in una nota Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil della provincia di Latina”.

“Non tutto il settore sciopererà – continuano – Gli esercizi commerciali delle aziende aderenti a Confcommercio resteranno aperti perché il loro contratto è stato rinnovato nello scorso mese di marzo. A incrociare le braccia saranno solo i lavoratori della moderna distribuzione organizzata e della Cooperazione che, colpite in misura minore dalla crisi dei consumi, sfruttano la crisi per non rinnovare il contratto nazionale di lavoro, negando il giusto e meritato adeguamento salariale ai propri dipendenti e chiedendo addirittura una decurtazione! Federdistribuzione, Distribuzione Cooperativa e Confesercenti negli ultimi incontri hanno sostenuto di essere disponibili a riconoscere lo stesso aumento di salario contrattato per i dipendenti di piccole e medie aziende, ma a condizione che alcuni istituti contrattuali vigenti vengano riveduti e modificati. Pretendono di rinnovare il contratto con una partita di giro, o per meglio dire, con un raggiro: meno scatti anzianità, meno TFR, meno soldi per inquadramenti professionali, mano libera nell’organizzazione degli orari di lavoro dei dipendenti”.

“Le lavoratrici e i lavoratori vogliono il rinnovo del loro contratto nazionale e per questo sciopereranno il 7 novembre con volantinaggi davanti ai punti vendita e un presidio davanti al Centro Commerciale Panorama Cassino. Un altro sciopero è previsto per il 19 dicembre e se non ci saranno positive novità saranno indette altre iniziative”.

foto Alberto Ceccon

7 novembre 2015 0

Il vescovo Antonazzo ai sindaci, amministratori provinciali e regionali: “Siate moderatori e non intermediatori”

Di admin

ATINA – Si è aperto con il benvenuto del padrone di casa, l’Ing. Silvio Mancini Sindaco di Atina, l’incontro del Vescovo di Cassino Sora Aquino e Pontecorvo  Gerardo Antonazzo con i sindaci, onorevoli, consiglieri regionali e provinciali della Diocesi.

Un incontro in primis, come sottolineato dal Vescovo, per favorire una reciproca conoscenza e collaborazione tra sindaci che vivono in comunità geograficamente molto distanti, dato che il territorio diocesano è molto vasto ma soprattutto visto che si estende su tre regioni diverse. Porgersi reciprocamente la mano per una forma di collaborazione fatta di riflessione e discernimento sui problemi e le difficoltà del territorio ma anche sulle positività che vanno sciolte e liberate perché possano essere messe a bene e fattore comune. Scambiarsi idee e progetti validi e riusciti, che spesso si ignorano e che possano dare un gettito di spinta ed una carica di fiducia.

 

Sempre vicino ai problemi della gente e degli ultimi, ma non per questo lontano da chi ha l’onere di rappresentare ma soprattutto guidare, il vescovo, nella sua riflessione ha voluto incoraggiare i sindaci nel loro difficile lavoro. Utilizzando un paragone evangelico tratto dal Vangelo di Marco in cui Gesù viene assediato dalla gente che presenta a lui tutti i problemi ogni forma di bisogno, di invocazione e di richiesta tanto che non aveva nemmeno il tempo di respirare, ha accostato la figura di Gesù e degli apostoli al Sindaco con il Consiglio comunale. Un incoraggiamento nel lavoro e negli sforzi che ruotano intorno a quello che è e deve essere il ruolo cardine della figura degli amministratori pubblici: ‘la costruzione, la custodia e la promozione del bene comune’. Introno al significato di ‘costruzione del bene comune’, definito nel cap. 26 della Gudium et Spes, ruota tutto anche le scelte tecniche-amministrative. Nell’ultima parte della sua riflessione il Vescovo ricordando le parole del Papa durante l’incontro con l’associazione comuni italiani ha ricordato come bisogna essere vicini al proprio popolo fino a stancarsi, ma felici di aver svolto con dedizione e correttezza il proprio lavoro di amministratori comunali. Il sindaco non può essere un intermediario, che sfrutta le necessità delle parti e prende una parte per sé, che favorisce delle situazioni per favorire in qualche modo anche i suoi interessi. Il sindaco, invece, deve essere mediatore poiché deve mettersi in mezzo ai problemi della gente per dare per quanto possibile delle risposte. ‘Siate mediatori’, questo l’augurio del Vescovo. In mezzo al popolo, per fare l’unità, per fare la pace, per risolvere i problemi e anche risolvere i bisogni del popolo.

Parole nette e decise ma nel contempo una paterna vicinanza ai tanti Sindaci che avevano raccolto il suo invito ed erano presenti nella splendida location del Palazzo Ducale di Atina. Altrettanto importante è stata la seconda parte dell’incontro in cui il Vescovo, dando un segno di forte concretezza, in piena sintonia con la dottrina sociale della chiesa, insieme ai due Vicari Generali ha voluto avviare una riflessione intorno a due idee progettuali:

La prima idea, presentata dalla direttrice della Caritas diocesana Maria Rosaria Lauro, riguarda la promozione ed il miglioramento degli interventi della Caritas diocesana su tutto il territorio. In particolare con il Progetto Policoro e il Prestito Sociale San Martino si vuole dare un aiuto concreto tramite il microcredito per la creazione di startup, imprese e cooperative giovanili.

Il secondo progetto, una assoluta novità, presentato da Mons. Domenico Simeone, Vicario di Atina e Responsabile per la Pastorale del Tempo libero, Turismo, Sport e Pellegrinaggi ha come titolo: ‘Il parco culturale ecclesiale il Cammino di Canneto’. Progetto che rientra all’interno di un percorso che sta iniziando la CEI per la valorizzazione e promozione del patrimonio delle diocesi italiane. Punto di partenza è il culto per la Vergine Bruna di Canneto. Questa venerazione da secoli accomuna e porta decine di migliaia di pellegrini da quattro regioni (Lazio, Abruzzo, Molise e Campania) a recarsi a piedi durante i giorni della festa, con ogni altro mezzo durante tutto l’anno, al Santuario ora Basilica Pontificia Minore di Canneto nel comune di Settefrati. Utilizzando il termine Cammino di Canneto, il progetto non si ferma al percorso delle compagnie ma abbraccia tutto il territorio della diocesi più tanti altri comuni di altre provincie e regioni. Tutto questo territorio è intersecato da altre presenze di Abazie legate ai culti quali quello per San Benedetto e per San Tommaso d’Aquino. Fondendo insieme arte, storie e cultura con l’aspetto naturalistico e percorsi enogastronomici il progetto è una grande e concreta opportunità turistica, di recupero e valorizzazione del patrimonio artistico ed immobiliare. Una vera e seria possibilità per favorire lo sviluppo economico e sociale del territorio attraverso la generazione di un’economia di indotto con la generazione di posti di lavoro in particolare per i tanti giovani.

L’incontro si è concluso con gli interventi dei vari sindaci e dei consiglieri regionali e provinciali che hanno accolto con grande entusiasmo tutte le iniziative e dato la loro disponibilità alle due proposte progettuali. In particolare, come segno concreto e proprio per quel bene comune chiesto dal Vescovo, l’On. Mario Abbruzzese ha sottolineato come nei prossimi giorni insieme agli onorevoli Buschini e Fardelli presenterà in regione una proposta di legge sul Cammino di Canneto per sviluppare nel nostro territorio quel turismo religioso che deve e può dare un contributo all’intera comunità.

Riccardo Petricca

foto Alberto Ceccon

7 novembre 2015 0

Basket Scauri Under 18 a Elite, Tardivi, Varga e Scampone determinanti per la vittoria con la SMG

Di admin

Prestazione maiuscola dei delfini di coach Cianciaruso, nonostante il divario fisico-tecnico riescono ad avere ragione della quotata compagine pontina. Una partita preparata e fortemente voluta sotto il profilo aggressivo in difesa e determinati in attacco dal coach Cianciaruso. Un brillantissimo primo periodo di Tardivi che mette a segno ben 13 punti e di Varga che da sotto canestro fa suoi molti rimbalzi con 7 punti  di bottino. Nel secondo quarto bene anche Valletta, Scampone e Pimpinella che tengono a notevole distanza gli avversari. Durante il riposo lungo i due coach hanno avuto un bel da fare nel motivare i ragazzi alla rimonta per quanto riguarda coach Provinsano e di non pensare cosa fatta la vittoria per i delfini di coach Cianciaruso. Ovviamente non si poteva sperare in due quarti facili per i ragazzi scauresi infatti è stata vera battaglia sportiva ed agonistica, ribattendo entrambe le compagini canestro su canestro nel terzo quarto pareggiando infatti il parziale, coach Cianciaruso deve infatti fare a meno di Tardivi che accusa un forte dolore allo stomaco e più tardi di Pimpinella colto da crampi. Nell’ultimo quarto i ragazzi della SMG hanno un buon momento e rosicchiano molti punti del gap di inizio tempo ma in successione Rosato, Varga, Valletta e Tardivi trovano quei punti che fanno tirare un respiro di sollievo al folto pubblico accorso alla partita ed ai compagni in panchina che hanno per tutta la partita incitato chi lottava sul parquet ed esultato ad ogni canestro. Al momento del suolo della sirena c’è stata una esultanza forte, vera, sentita, colma di gioia per aver avuto la meglio sulla fortissima squadra avversaria. Complimenti davvero alla SMG per la sportività in campo e per i sinceri complimenti fatti ai ragazzi scauresi allo scambio dei saluti, sono sicuramente e sinceramente una delle squadre top non del girone ma dei gironi Elite. Coach Coanciaruso – Rosato 4, Tardivi 21, valletta 9, Varga 15, Scampone 11, Pimpinella 12, Romano 2, migliore, Martinoli, Morlando, Pensiero

7 novembre 2015 0

La notte Halloween si sposa col vino, successo a Pico per Hallovino

Di admin

PICO – Un debutto di successo. La prima edizione di Hallovino che si è svolta nel centro storico di Pico ha conquistato tutti. Una perfetta organizzazione, un allestimento scenico da film horror, tanta musica, ottimo cibo e tanto vino distribuito gratuitamente sono stati gli ingredienti di una notte di Halloween fuori dagli schemi che ha unito le atmosfere cupe della notte degli spiriti alla voglia di stare insieme. Una serata speciale che ha rappresentato l’occasione per far vivere il centro storico e per attirare moltissimi visitatori da ogni parte della provincia e non solo. E la festa non è ancora finita. Infatti, questa sera verrà eletta Miss Strega. Si tratterà di una elezione simbolica, ma la più bella e ‘spaventosa’ streghetta si conquisterà il ruolo di madrina per la prossima edizione. Hallovino, visti anche i risultati ottenuti, non resterà un evento isolato e gli organizzatori già pensano all’edizione 2016. La manifestazione, curata in ogni dettaglio, è stata realizzata dall’associazione Mangia and Bevi, presieduta da Marcello Spiriti, e della quale fanno parte Roberto Manna, Tiziano Abatecola, Dario Ruscetta, Nazzareno Carnevale e Angelo Abatecola.

Nel corso della serata sono state distribuite poco meno di mille brocchette, decorate per l’occasione, con le quali, una volta acquistate, gli avventori potevano versarsi liberamente il vino dalle caratteristiche botti allestite in vari angoli del centro storico. “Dal momento che sono state distribuite soltanto ai maggiorenni – hanno spiegato gli organizzatori – e che non tutti le hanno acquistate abbiamo stimato circa duemila presenze. Alle 22, infatti, avevamo quasi esaurito le scorte di vino e quindi abbiamo contattato una cantina di Ripi e organizzato lo scambio a Ceprano. Così facendo il flusso di vino dalle botti è stato ininterrotto dalle 19 fino all’una di notte”. L’associazione Mangia and Bevi è stata promotrice dell’evento al quale hanno contribuito con un proprio stand le associazioni Spirito Libero, Neapolis e Br Ranch. Tante le attrazioni, soprattutto gastronomiche che hanno animato la serata rendendo unica la manifestazione che ha avuto il merito di rivitalizzare il centro storico anche nel periodo invernale.

P. C.

7 novembre 2015 0

Costa: “Luminarie 2015,un evento a costo zero per il Comune”

Di redazionecassino1

“Qualche voce, tanto malevola quanto fantasiosa, levatasi rispetto alle luminarie che, a partire dallo scorso anno in occasione delle festività natalizie, vengono installate per le vie della nostra città, impone un doveroso chiarimento da parte dell’Amministrazione. Sgombriamo subito il campo dal fatto che tale iniziativa comporti un costo di circa 50 mila euro per l’Ente, come qualcuno, disinformato o male intenzionato, ha messo in giro a sproposito. Niente di più lontano dalla realtà visto che l’operazione ha costo zero per il Comune. Ma andiamo con ordine. Il progetto delle luminarie nasce a Cassino per la prima volta lo scorso anno quando con delibera di giunta n. 204 del 4 novembre 2014 è stato accordato il gratuito patrocinio alla Meta Lux, (società che opera a livello nazionale in città, per fare qualche esempio, come Perugia, Torino ecc.) per l’installazione di decorazioni artistiche luminose all’interno delle piazze e delle vie della città. Questo sta a significare che tutti i costi di installazione sono a carico della Meta Lux a cui il Comune di Cassino che – si ribadisce – non impegna alcuna risorsa economica nel caso specifico, fornisce esclusivamente l’energia elettrica necessaria all’accensione delle stesse. All’’installazione delle luminarie provvede dunque la Meta Lux con il contributo economico dei commercianti che, volontariamente, aderiscono al progetto. Lo scorso anno le adesioni sono state 155: ogni commerciante che ha sposato l’iniziativa ha sborsato 120 euro. Se tutti hanno versato il dovuto la società dovrebbe aver incassato 18.480 euro. Somma un po’ lontana dai 50 mila euro ventilati da quel qualcuno di cui sopra. Venendo a quest’anno, la quota individuale è un po’ più alta:140 euro. Finora le adesioni sono 105 e riguardano Corso della Repubblica, viale Dante fino a largo Dante; via Arigni, dove le luminarie verranno installate dall’incrocio con via Pascoli fino all’enoteca Telaro; via Riccardo da San Germano e via Marconi. Su via Enrico De Nicola, al momento almeno, le luminarie della Meta lux verranno installate solo da piazza XV Febbraio a piazza De Gasperi. Sulla restante parte di via Enrico De Nicola i titolari degli esercizi commerciali hanno manifestato la volontà di provvedere in proprio alla realizzazione delle decorazioni natalizie. L’Amministrazione, rispettosa di tale volontà, è certa che i commercianti di questo tratto di strada cittadina così importante sapranno uniformarsi nella scelta delle luminarie alla tipologia natalizia e assicurare il livello qualitativo che abbiamo avuto modo di constatare lo scorso anno. Non è fuori luogo, infine, ricordare che l’illuminazione natalizia dello scorso anno ha richiamato in città gente dai paesi limitrofi con notevoli vantaggi per le attività commerciali. Un’iniziativa di notevole rilevanza per la promozione turistica, economica e culturale della città che – ribadiamo – per la prima volta è realizzata a costo zero per il Comune, con vantaggi per tutti.” È quanto emerge in una nota a firma del vicesindaco ed assessore al commercio del Comune di Cassino Mario Costa

7 novembre 2015 0

Via San Pasquale: dissuasori di velocità rialzati, per una maggiore sicurezza stradale

Di redazionecassino1

Via San Pasquale è una delle arterie che collegano la popolosa frazione con il centro cittadino e che troppo spesso è risultata teatro di incidenti stradali, dovuti principalmente all’alta velocità e alla carreggiata molto stretta. L’Amministrazione già in passato ha adottato alcune misure per metterla in sicurezza soprattutto in prossimità dello svincolo per l’ospedale Santa Scolastica con la relizzazione di una rotatoria. Ora un nuovo intervento si aggiunge per garantire una maggiore sicurezza e limitazione della velocità per le auto che quotidianamente la percorrono. SI tratta di una serie di dissuasori di velocità posti lungo la strada posizionati in punti strategici. Quel che è certo è la necessità di un maggiore buon senso degli automobilisti, nessun dissuasore, infatti, potrà essere più efficace del rispetto delle regole del codice della strada e quello di tenere una velocità moderata su una strada così trafficata e stretta. “Prosegue il percorso che abbiamo avviato per la sicurezza stradale con particolare riferimento a quelle vie cittadine che presentano lunghi rettilinei dove sono stati adottati provvedimenti finalizzati a limitare la velocità delle auto che li percorrono. Dopo aver installato gli attraversamenti pedonali al Colosseo ed in corrispondenza dell’ingresso del cimitero di San Bartolomeo ed i dissuasori di velocità su via Di Biasio e via Monterotondo a Caira, oggi analogo intervento è stato realizzato su via San Pasquale, dove sono stati predisposti dei dissuasori rialzati in gomma.” A renderlo noto l’assessore alla Polizia Locale, Igor Fonte, in merito agli interventi per la sicurezza stradale realizzati dal servizio manutenzione del Comune. “La sicurezza stradale – ha continuato Fonte – è una priorità e compito dell’Amministrazione è quello di vigilare e porre in atto tutti quei provvedimenti tesi a disciplinare la viabilità sulle strade comunali al fine di garantire la sicurezza sia ai pedoni che agli automobilisti. Nel corso dell’appuntamento con il Security Point tanti residenti di San Pasquale ci avevano segnalato la necessità di intervenire su un’arteria molto trafficata che in passato è stata purtroppo scenario di diversi incidenti causati proprio dalla velocità non idonea per quel tratto di strada. I dissuasori di velocità svolgono un ruolo importante in tal senso, perché rappresentano, soprattutto su strade che presentano lunghi rettilinei come nel caso in oggetto, un deterrente alla velocità e garantiscono ai pedoni una maggiore sicurezza. La messa in sicurezza delle strade, oltre che dalla cura e dal rifacimento del manto stradale che si sta facendo in diverse zone della città, viene assicurata anche con questo tipo di provvedimenti. Sempre su via San Pasquale, inoltre, è stata realizzata sia la segnaletica orizzontale che quella verticale. Gli interventi per rendere sempre più sicure le nostre strade continueranno anche nel corso della prossima settimana quando nella giornata di lunedì verranno installate su via Caira e via Camarda apposite bande rumorose. Anche in questo caso gli interventi che verranno realizzati sono stati oggetto di segnalazione da parte dei residenti in occasione degli appuntamenti del Security Point che si sono tenuti a Caira. Puntualmente ci siamo attivati per soddisfare le richieste dei cittadini e questi interventi dimostrano l’attenzione dell’Amministrazione non solo per il centro cittadino, ma anche per le zone periferiche della città e a Caira dove finora diversi sono stati i lavori realizzati ed altri sono in programma con l’obiettivo di garantire la necessaria sicurezza stradale per una frazione che presenta una viabilità di collegamento importante sui cui diventa fondamentale disciplinare il traffico veicolare e pedonale. Ringrazio l’assessore al ramo Gino Ranaldi e tutto il settore manutenzione del Comune di Cassino, con i quali c’è sempre collaborazione, per la celerità con cui hanno realizzato questi interventi necessari”.