Giorno: 23 novembre 2015

23 novembre 2015 0

Nuova auto alla Fiat, il Prefetto convoca gli enti competenti per sicurezza strade attorno allo stabilimento

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Piedimonte San Germano – “Il 30 giugno la Fiat inizierà a produrre la nuova vettura e 150 camion al giorno usciranno dallo stabilimento di Piedimonte San Germano per portarle in tutto il mondo e la viabilità intorno a quello stabilimento non è stata ancora resa idonea”. E’ questa considerazione che ha spinto il prefetto di Frosinone Emilia Zarrilli a convocare in torno ad un tavolo, domani mattina, tutti gli enti competenti su quelle strade perche si trovi una linea comune per agire. “L’incontro vuole favorire il dialogo tra Regione, Provincia, Cosilam, Asi e mi aspetto dalla Regione che dica cosa bisogna fare per preservare la sicurezza delle strade intorno alla Fiat. Non possiamo presentarci al mondo con una viabilità come quella. Il prefetto non ha competenza su strade o lavori pubblici, ma se mi sono decisa ad intervenire è perché è arrivato il momento in cui non si può più aspettare. E’ necessario un discorso congiunto tra tutti gli organismi deputati a risolvere questo problema con coordinamento della Prefettura che vuole solo dire: ditemi quello che state facendo e acceleriamo i tempi. Tutti dicono di fare ma è passato un anno e mezzo e non è stato fatto nulla”.

Ermanno Amedei

23 novembre 2015 0

Tre giovani rumeni fermati con arnesi da scasso a Ceprano, denunciati

Di admin

Ceprano – Tre giovani ragazzi originari della Romania e residenti in Campani sono stati denunciati ieri sera a Ceprano dai carabinieri. I tre sono stati fermati dai militari a bordo di un’auto di grossa cilindrata con targa rumena e, perquisiti, sono stati trovati in possesso di attrezzi da scasso, chiavi alterate e grimaldelli. Per questo i carabinieri li hanno anche proposti per il foglio di via obbligatorio con il divieto di tornare nel comune di Ceprano per tre anni.

23 novembre 2015 0

Mercato del sabato a Cassino, diffidati gli abusivi. Il Prefetto: “Pugno duro contro chi non si regolarizza”

Di redazione

Cassino – Stretta all’abusivismo al mercato di Cassino. Anche questa mattina in prefettura a Frosinone si è parlato del mercato del sabato a Cassino in cui il fenomeno dell’abusivismo resta estremamente diffuso ma le maglie si stanno per chiudere. “Stiamo cercando di regolamentarlo al meglio – ha detto il Prefetto Emilia Zarrilli -Abbiamo fatto un piano per individuare gli abusivi e diamo loro il modo di regolarizzarsi. Se non lo fanno bisognerà adoperare il pugno duro. Questa mattina abbiamo fatto un punto della situazione – ha anche detto – e abbiamo diffidato tutti gli abusivi a regolamentarsi”.

Ermanno Amedei

23 novembre 2015 0

Cassino, riapre il centro prelievi presso l’ex Inam

Di admin

Cassino – “Un plauso alla direzione del distretto sanitario di Cassino per l’efficienza e la rapidità con cui sono stati portati i lavori necessari alla riapertura del centro prelievi sito presso i locali di via De Bosis.” A renderlo noto l’assessore alla sanità del Comune di Cassino, Stefania Di Russo, che questa mattina, in occasione della riapertura, si è recata in visita presso la struttura. “Un grande risultato raggiunto – ha continuato la Di Russo – perché si restituisce alla città un servizio di grande utilità in una zona centralissima di Cassino.

I nuovi locali sono accoglienti, luminosi, ma soprattutto funzionali; della cortesia e delle capacità degli operatori ne siamo tutti a conoscenza, da tempo, per esperienza diretta. Un altro aspetto fondamentale che contribuisce ad innalzare la qualità di un servizio estremamente utile per i cittadini di tutto il cassinate che hanno a disposizione un centro prelievi aperto dal lunedì al sabato. Un punto di riferimento, alternativo all’ospedale, che permetterà di evitare lunghe file di attesa.

L’intero stabile, conosciuto come Ex Inam, presenta al suo interno locali estremamente funzionali ed accoglienti e moltissime attività specialistiche di indubbia qualità e professionalità. Soffrono, al contrario, ancora molte strutture territoriali come il Consultorio, il Sert, il Cim, la Neuropsichiatria Infantile ed il servizio di Igiene Pubblica che sono attualmente dislocati in punti diversi della nostra città ed in locali non adeguati. Sarebbe pertanto auspicabile un accorpamento di tutti questi servizi in una struttura unica ed adeguata allo scopo sanitario. Anche questo è stato uno degli argomenti che, nel corso dell’incontro avuto successivamente dal sindaco con il commissario Macchitella, è stato affrontato in maniera dettagliata con ampi spiragli di risposta.”

23 novembre 2015 0

Piedimonte – impianto di compostaggio, nuovo incontro in contrada Ruscito

Di admin

Piedimonte San Germano – Si terrà giovedì 26 novembre alle ore 17.00 presso località Ruscito un nuovo incontro sulla questione impianto di compostaggio. Organizzato dall’ amministrazione comunale, guidata dal sindaco Enzo Nocella, l’incontro vedrà la partecipazione degli avvocati incaricati dal comune per il ricorso in consiglio di Stato ed è rivolto a tutta la cittadinanza. Tutti infatti sono invitati a prendere parte alla riunione che si svolgerà presso il bar la Prateria.

La preoccupazione sulla possibilità di realizzazione dell’ impianto per la produzione di ammendanti e trattamento di rifiuti umidi sale a Piedimonte e sta coinvolgendo associazioni e comitati locali, oltre che amministrazione comunale. Il progetto presentato dalla società Ares è di portata particolarmente ingente e l’intera cittadinanza si è barricata sul fronte del “no” assoluto alla realizzazione dell’ impianto in località Ruscito. Al momento si attende la pronuncia del Consiglio di Stato dopo che il Tar si è espresso favorevolmente sulla questione del progetto. Si è costituita anche la Regione Lazio. In contrada Ruscito l’amministrazione e i legali incontreranno i cittadini per fare il punto sulla battaglia che si profila lunga e agguerrita. Natalia Costa

23 novembre 2015 0

Sorpreso a “progettare” un furto, finge di essere podista sulla pista ciclabile di Cassino

Di redazione

Cassino – I furti sulla pista ciclabile di Cassino ai danni delle auto di coloro che le lasciano parcheggiate per concedersi una sana passeggiata lungo il fiume Rapido ha visto l’intensificarsi dei controlli dei carabinieri e l’individuazione da parte di essi di un personaggio sospetto. I militari, infatti, hanno sorpreso un 58enne residente a Frosinone, mentre sbirciava nell’abitacolo di una vettura. Alla vista dei militari ha cercato di defilarsi e sottrarsi al controllo, simulando di essere anch’egli un podista. Considerato che dal controllo è emerso che lo stesso era già gravato da precedenti per furto e, non riuscendo a giustificare la sua presenza in loco, è stato proposto per l’irrogazione della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno a Cassino per tre anni.

23 novembre 2015 0

Picchia la suocera per molestare la ex, arrestato a Roccasecca 28enne di Cassino

Di redazione

Roccasecca – Si è scagliato contro la ex suocera percuotendola per poi scagliarsi anche contro i carabinieri. Anche per questi motivi un 28enne di Cassino è stato arrestato dai carabinieri a Roccasecca per atti persecutori, violenza privata, violazione di domicilio, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo stava tentando di introdursi nell’abitazione della ex convivente e dopo aver aggredito la madre della donna procurandole delle lesioni, si è scagliato contro i militari che lo hanno bloccato.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione in attesa del giudizio direttissimo.

23 novembre 2015 0

Tradito dal gonfiore, aveva tre etti di ketamina nelle mutande. Arrestato 42enne a Cassino

Di redazione

Cassino – Aveva 315 grammi di ketamina nascosti nelle mutande. Un ingrossamento non naturale degli slip ha tradito un 38enne napoletano fermato questa notte sul tratto di autostrada Roma Napoli nel territorio di Arce. L’uomo viaggiava su una Lancia Ypsilon insieme ad un 42enne salentino e al controllo gli agenti hanno trovato diversi precedenti per droga. La perquisizione personale, quindi, è stata d’obbligo e, di conseguenza, il ritrovamento della droga che è costata l’arresto all’uomo e la denuncia per il suo accompagnatore risultato positivo agli oppiacei.

La ketamina, conosciuta e diffusa tra i giovani come “polvere d’angelo”, quale potente allucinogeno, di derivazione farmacologica in quanto utilizzata principalmente come anestetico nel mondo veterinario, è stata sequestrata mentre il trentottenne è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

 

23 novembre 2015 0

Abbey Party a Cassino, dallo scandalo Vittorelli alle polemiche e alle denunce… non denunciate

Di redazione

Cassino – Non si placa la polemica a Cassino sull’Abbey Party organizzato dal bar Merum. La festa parodia della vicenda giudiziaria e morale che ha travolto l’ex abate di Montecassino Pietro Vittorellli ha fatto “scandalo nello scandalo” tanto che alcuni hanno sostenuto che in corso vi fosse addirittura un procedimento giudiziario nei confronti dei gestore del Merum. Un equivoco che sarebbe nato da una verifica di tipo amministrativo messa in atto il giorno dopo dalla polizia locale comandata da Alessandro Buttarelli, su sollecitazione di alcuni residenti infastiditi dai rumori della festa e non certamente dal tema. A conferma di ciò: ”Il Comune non denuncia nessuno – ha dichiarato l’assessore alla polizia Municipale di Cassino Igor Fonte – La Municipale chiamata in causa da alcuni giornali, anche se immotivatamente, provvederà ad effettuare una produzione documentale fatta per lo più di articoli di giornali e della verifica amministrativa. Un turbinio di chiacchiere e notizie false relative ad una ipotetica denuncia, addirittura per un reato che non esiste”. Intanto, però, domani mattina i titolari del Merum sono stati convocati presso il comando della Municipale in Comune per delucidazioni e, probabilmente, una verifica amministrativa. Una vicenda nata, quasi certamente dal successo mediatico ottenuto dalal festa.

Ermanno Amedei

23 novembre 2015 0

Trovato magazzino di merce rubata a Roma, refutiva rivenduta in Marocco

Di redazione

Roma – Otto cittadini stranieri, di cui 7 romeni, di età compresa tra i 22 e 45 anni, domiciliati al campo nomadi di via dei Monti di Pietralata, e un 38enne, marocchino, domiciliato a Roma, tutti con precedenti penali, sono stati denunciati dai Carabinieri della Stazione Roma Casalbertone con l’accusa di ricettazione in concorso. Nell’operazione è stata recuperata refurtiva per un valore di circa 280 mila euro.

In un primo controllo, i militari hanno effettuato un importante sequestro di materiale, del valore di circa 100 mila euro, costituito da componentistica meccanica per autovetture in prevalenza pompe di benzina, motori d’avviamento, iniettori, piatti frizione, ed altri ancora, tutti di marca Bosch, che i 7 cittadini romeni nascondevano nel loro insediamento.

Proseguendo l’attività investigativa nei giorni successivi i militari hanno localizzato nei pressi della Stazione Ferroviaria di Roma Tiburtina, due autovetture di grossa cilindrata, station wagon, con targhe bulgare, cariche al loro interno dello stesso materiale già rinvenuto nel campo nomadi. La merce, è stato poi scoperto, che era stata trafugata da un magazzino, di via del Maggiolino.

Le indagini hanno consentito poi ai militari di localizzare un appartamento magazzino, in via Matteo Tondi, del 31enne marocchino, indicato come smercio della merce rubata. Al suo interno i militari hanno rinvenuto e sequestrato materiale per un valore di 150 mila euro. Lo straniero aveva il compito di spedire il materiale al suo paese di origine.

Tutta la merce recuperata e sequestrata dai militari ha un valore che si aggira sui 250 mila euro ed è in fase di restituzione al legittimo proprietario mentre, le due autovetture sequestrate hanno un valore di circa 30 mila euro.

Dopo la denuncia gli 8 stranieri sono stati rilasciati.