Arresti per droga a Cassino, giornalisti minacciati da indagati e parenti

Arresti per droga a Cassino, giornalisti minacciati da indagati e parenti

4 novembre 2015 0 Di admin

Cassino – Arresti per droga a Cassino, giornalisti minacciati da indagati e parenti. Spiacevole la vicenda che ha visto protagonisti, questa mattina, davanti alla caserma dei carabinieri di Cassino, alcuni giornalisti e fotoreporter impegnati a documentare la vicenda dei quattro arresti per spaccio di droga nel Cassinate. Uno dei quattro, uscendo dalla caserma ha rivolto chiare minacce ad un operatore e una giornalista. “…Ci vediamo quando esco” ha detto rivolto loro a favore di telecamera tanto che è stata nitidamente registrata nel video pubblicato.

Un episodio che di per se ha scosso i lavoratori dell’informazione che, all’interno del parcheggio della stessa caserma, hanno dovuto subire anche l’atteggiamento ostile di alcuni parenti degli arrestati, incuranti della presenza dei carabinieri. Pare che qualcuno avesse anche fotografato alcuni giornalisti. “Anche i giornalisti fotografano” verrebbe da dire, ma l’uso di quelle immagini finiscono sui giornali per assicurare la corretta e completa informazione. Il parente di un arrestato che fotografa un giornalista dovrebbe anche spiegare perché lo fa. Comunque le persone coinvolte stanno decidendo se denunciare l’accaduto o meno. Da parte de IlPuntoaMezzogiorno esprimiamo solidarietà ai colleghi.

Ermanno Amedei