Giorno: 5 dicembre 2015

5 dicembre 2015 0

Contro il degrado e le barriere, un centro polifunzionale del Comune di Pico

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Pico – Un intervento di riqualificazione che coinvolge la struttura che ha ospitato la Comunità Montana di Pico, un progetto che vuole concretizzare l’inclusione sociale e l’abbattimento delle barriere. Sono questi i punti cardine contenuti nella delibera numero 110 del 26 novembre. Il Comune di Pico ha deliberato un progetto per la ristrutturazione edilizia di un fabbricato comunale per la riduzione dei fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale. Con riferimento allo sviluppo dei servizi sociali ed educativi senza ulteriore consumo di suolo è stata avanzata la richiesta di finanziamento ai sensi dell’articolo 1 comma 434 della legge 190/2014 e del DPCM del 15ottobre 2015.

Il Comune di Pico intende avvalersi di un finanziamento per interventi di riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate. Da una attenta analisi si è evidenziato il bisogno, comune a tutte le fasce di età di avere un luogo di incontro e di aggregazione. Si rileva la necessità di avere strutture ed interventi che rispondano in modo qualificato e continuativo alle esigenze degli adolescenti, degli anziani e di diversamente abili e di promuovere l’integrazione trasversale tra loro. Anche a Pico i rapporti relazionali risentono della dissoluzione della famiglia che aumenta la solitudine dei singoli elementi. Gli anziani rischiano l’isolamento a causa della tecnica avanzata che ha soppiantato l’utilità dell’esperienza. Pico è una realtà con una folta presenza di anziani, c’è la necessità di promuovere il valore dell’intergenerazionalità. I giovani rischiano di non fare tesoro dell’esperienza dei nonni, travolti dalla tecnologia. Necessitano di uno spazio in cui possano porsi in relazione con gli altri per combattere la passivizzazione prodotta dai social network.

Da qui la necessità di realizzare un centro polifunzionale che possa migliorare la qualità della vita dei giovani, degli anziani e delle persone diversamente abili. Il Comune di Pico ha creduto fermamente in questo progetto e si è adoperato per individuare un’area adatta allo scopo. La scelta è caduta sulla località Colleponte dove insiste una struttura adibita precedentemente a scuola elementare, successivamente ha ospitato la Comunità Montana ed attualmente in disuso per le criticità della struttura. “Se il progetto verrà finanziato – ha spiegato il sindaco Ornella Carnevale – con la somma di 890.000 euro potremo ristrutturare l’immobile ed attrezzare l’area circostante che permetterà attività sportiva e ricreativa anche all’aperto. Con soddisfazione devo dire che il Comune di Pico si è fatto promotore del progetto ed ha coinvolto il Comune di Pontecorvo, che per maggiore bacino di utenza ne è diventato il capofila. Ringrazio tutti i dipendenti del Comune di Pico che hanno lavorato alacremente al progetto e ringrazio altresì gli amici di Pontecorvo che si sono messi a disposizione”.

5 dicembre 2015 0

“Note di Solidarietà” con la Banda della Polizia di Stato Al teatro Nestor di Frosinone

Di admin

Frosinone – “Note di solidarietà” l’evento di beneficenza, in scena al Nestor di Frosinone, al quale ha preso parte la prestigiosa Banda della Polizia di Stato.

Costituita nel 1928, vanta un organico di 103 elementi, oltre ai fiati e percussioni, il pianoforte e le chitarre e che, per il suo profilo artistico, è considera tra le migliori orchestre di fiati internazionali.

Diretta dal Maestro Maurizio Billi, la formazione al completo della Banda ha eseguito brani di notevole spessore, da Strauss, Verdi, Mascagni, Piazzolla, Bellini Morricone, De Falla, Lara, per terminare con il “Canto degli italiani” di Novaro.

L’esibizione ha raccolto una vastissima partecipazione di pubblico di ogni età che ha voluto esprimere il proprio apprezzamento per i brani eseguiti con lunghissimi e scroscianti applausi.

Ad emozionare i presenti anche la vibrante interpretazione dei brani da parte dei soprani Federica Balucani e Giulia De Blasi e del tenore Francesco Grollo.

Musica e solidarietà, dunque, al Nestor per testimoniare ancora una volta la vicinanza della Polizia di Stato ai cittadini attraverso il messaggio universale della musica.

5 dicembre 2015 0

Cassino avrà due edizioni dei mercatini di natale a piazza Labriola

Di admin

Cassino – “Anche quest’anno, con un format diverso rispetto alle passate edizioni, Cassino avrà i suoi Mercatini di Natale.” A dichiararlo è stato il vicesindaco ed assessore alle attività produttive di Cassino Mario Costa. “In tanti – ha continuato il Costa – sia cittadini che commercianti hanno mostrato la volontà che, quella che ormai possiamo considerare una tradizione per la città, venisse realizzata anche quest’anno. Proprio per questo si è deciso di proporre anche quest’anno un’iniziativa, rivisitata rispetto al passato, che è entrata a far parte della tradizione di Cassino.

Sarà Piazza Labriola il luogo che ospiterà nella settima di Natale ed in quella precedente alla befana le due edizioni 2015, se così possiamo definirle, dei Mercatini di Natale. Un evento che, insieme alle iniziative in programma questo fine settimana con La Ville Lumiere, contribuisce a far vivere alla città di Cassino quella atmosfera natalizia resa ancora più affascinante dalla presenza delle luminarie per le vie e le piazze della città. Un’edizione, quella di quest’anno, che seppur diversa rispetto al passato non si priverà di una delle sue principali attrattive. Mi riferisco alla pista di ghiaccio che sarà installata presso il centro commerciale Gli Archi a partire dall’8 dicembre fino al 10 gennaio. Insomma anche per questo natale Cassino si farà trovare pronta con manifestazioni che animeranno la città, anche nei quartieri periferici, sino al 10 di gennaio.

Eventi che, tra le altre cose, aumentano la proposta della città per le festività natalizie, richiamando a Cassino ancora più persone, con vantaggi per il settore commerciale e, quindi, per l’economia locale”.

5 dicembre 2015 0

Mazze ferrate tra i tifosi prima della partita Latina Livorno

Di admin

 

Latina – Si stavano preparando agli scontri quando sono stati sorpresi da carabinieri e polizia. Si tratta di un gruppo di tifosi che poco prima della partita di calcio Latina Livorno sono stati segnalati al 112 perchè si stavano armando di mazze ferrate dal  portabagagli di un’auto nei pressi del centro Morbella di Latina. Sul posto sono arrivati carabinierine e agenti della Digos ma i giovani si sono datimalla fuga insieme all’auto, una Fiat Punto fermata poco lontana dai carabinieri.

Il lavoro congiunto delle forze dell’ordine hanno permeso di arrestare due giovani e denunciare un terzo mentre le posizioni di altri tifosi sono al vaglio degli investigatori.

Gli arrestati sono C. R. 46 anni per violazione di Daspo e concorso nel porto di armi e A.L. 18 anni con precedenti specifici, arrestato per porto abusivo di armi in concorso con altre persone. D.F. 26 anni è stato denunciato in stato di libertà per concorso nel porto abusivo di  armi.

Sono state sequestrate 10 mazze ferrate.

5 dicembre 2015 0

Sorpreso ubriaco alla “guida” del cane, 47enne di Frosinone sottoposto a Tso

Di admin

 

Frosinone – Nella serata di ieri, invece, a seguito di diverse segnalazioni giunte su linea di emergenza 113, una Volante interviene, nella parte bassa della città, per la presenza di una persona che, in evidente stato di alterazione psicofisica, sta disturbando e molestando passanti ed avventori di locali pubblici della zona e mettendo in atto atti di autolesionismo.

I poliziotti, dopo aver pattugliato alcune vie della città, rintracciano un uomo, in compagnia di un cane, corrispondente alla descrizione fornita dalla sala operativa.

Si tratta di un quarantasettenne residente a Frosinone che appare palesemente in stato di ebbrezza alcolica.

L’uomo viene accompagnato negli uffici della Questura durante il tragitto e negli uffici da in escandescenze.

Gli agenti, dopo averlo ricondotto alla calma, chiedono l’intervento di personale del 118 che lo conduce presso il pronto soccorso del nosocomio frusinate e lo sottopone a trattamento sanitario obbligatorio.

5 dicembre 2015 0

Abitazioni senz’acqua da giorni a Cervaro

Di admin

Cervaro – Stanno arrivando numerose segnalazioni da parte degli utenti AceaAto5 della zona di Via Santo Stefano a Cervaro i quali lamentano la mancanza di acqua che si protrae ormai da tre giorni, vale a dire dal 2 dicembre, ininterrottamente. Nonostante le numerosissime segnalazioni effettuate al gestore e, nonostante le rassicurazioni, sono ormai tre giorni che questa zona di Cervaro è senz’acqua.

I cittadini si sono rivolti anche al Comune ma, al momento, nessun segno di miglioramento della situazione, pertanto la Lega Consumatori, facendo proprio il reclamo, comunica che ha provveduto ad effettuare ulteriore segnalazione, all’Acea Ato5, del gravissimo disservizio, senza escludere l’azione di risarcimento danni per  tutelare gli utenti che hanno subito il disservizio.

Lega Consumatori

Il Presidente provinciale Avv. Isabella Marziale

5 dicembre 2015 0

Santa Barbara amara a Cassino, il corpo rischia di perdere autoscala e gru

Di admin

Cassino – Celebrata anche a Cassino Santa Barbara, protettrice dei vigili del fuoco. Nel distaccamento la messa è stata officiata da Don Fortunato Tamburrini prima della deposizione della corona al monumento posto a ricordo dei vigili del fuoco caduti in servizio. Mentre ciò accadeva nella cerimonia a Frosinone, il dirigente provinciale del corpo Massimo Mantovani lanciava l’allarme sulla carenza di personle.

“Cinque unità tra amministrativi e tecnici sono andati in pensione senza essere reintegrati. Altri cinque capireparto, invece, sempre pensionati, sono stati sostituiti solo da due unità. Se così dovesse rimanere il decreto ministeriale, sarò costretto a fermare i mezzi di supporto alla squadra di Cassino. Questo significa che un territorio come Cassino, con mille complessità, non avrà a disposizione più l’autoscala e la gru. Mezzi che in caso di necessità dovranno arrivare da Frosinone”.

Una prospettiva, dunque, contro la quale è opportuno invocare Santa Barbara.

Ermanno Amedei 

foto Alberto Ceccon

 

 

5 dicembre 2015 0

Una piazza e una strada di Ferentino intitolati a Simone Cola e Papa Paolo Vi

Di admin

Ferentino – Due spazi della città di Ferentino porteranno rispettivamente il nome di Simone Cola e Papa Paolo VI. A deliberarlo la Giunta comunale.  L’intitolazione di due importanti spazi della città. La piazzetta adiacente il Duomo sarà dedicata al Beato Paolo VI, mentre  una diramazione della via Casilina Nord, nei pressi di Pontegrande, sarà intitolata a Simone Cola, caduto a Nassiriya. Si tratta di due figure legate alla storia di Ferentino, alle quali l’amministrazione Pompeo ha voluto dedicare un ricordo speciale.

Ricorre quest’anno, infatti, il cinquantesimo anniversario della visita di Papa Paolo VI a Ferentino, settembre 1965. Un’occasione che è rimasta nel cuore dei ferentinati.  Il giovane Simone Cola,maresciallo capo dell’ esercito, invece, caduto a Nassiriya in Iraq due anni dopo la strage che colpì l’arma dei carabinieri, era molto legato alla città di Ferentino e  aveva sposato una ragazza del posto. Un eroe morto in una missione di pace che Ferentino ha deciso di onorare con questa scelta. L’intitolazione ufficiale degli spazi in questione avverrà   avverrà a settembre 2016, alla presenza del Cardinale Giuseppe Bertello. N.Costa