Giorno: 22 dicembre 2015

22 dicembre 2015 0

Casa abusiva a Frosinone abitata nonostante i sigilli, ieri sgomberata e la porta murata

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Frosinone – Una casa completamente abusiva ed occupata da una famiglia di rom che l’aveva realizzata senza alcun permesso chiesto o autorizzazione ottenuta è stata sgomberata ieri  mattina da vigili urbani e carabinieri nella zona Cavoni a Frosinone. La casa era già stata sequestrata circa un anno fa e i sigilli posti non sono bastati ad impedire alla famiglia di rientrare, ultimare i lavori ed abitarla. Oggi, dopo che gli occupanti sono stati allontanati, l’ingresso è stato murato e la struttura affidata al dirigente dell’ufficio urbanistica di Frosinone

22 dicembre 2015 0

Mentre il “Villaggio di Babbo Natale” all’Albaneta smobilita, il cancello resta chiuso

Di admin

Cassino – Lentamente, con calma, il villaggio di Babbo Natale a Montecassino sta smobilitando… con molta calma.

L’accordo con l’ambasciatore polacco di cui si era fatto garante lo stesso abate Ogliari, prevedeva che già da ieri, l’Albaneta tornasse alle origini ma, sia ieri che oggi, il cancello è rimasto chiuso e i ben informati dicono che solamente oggi è iniziato la rimozione di alcune “arredi” del villaggio.

Quel cancello, però, che il comune ha diffidato a lasciare in loco perché su area demaniale, continua ad essere chiuso impedendo a reduci e chiunque altro volesse visitare i monumenti a ricordo del sacrificio dell’esercito polacco, a rinunciarvi.

Er. Amedei

22 dicembre 2015 0

Ruba statue a Velletri, 29enne arrestato a Cassino

Di admin

Cassino – Ruba statue ornamentali di marmo in un negozio di Velletri e, nella fuga verso la Campania, viene fermato, controllato e arrestato dagli agenti della polizia stradale della sottosezione di Cassino.

È un 29enne partenopeo che questa mattina era alla guida di un Ford Transit fermato dalla pattuglia mentre percorreva l’autostrada in direzione sud nel territorio di Arce. L’uomo aveva precedenti specifici per furto e quando è scattato il controllo, sono stati trovati preziosi manufatti in marmo e mosaici oltre a cesoie e cacciaviti.

Da ulteriori verifiche è emerso che a Velletri era stata rubata da un negozio merce dello stesso tipo riconosciuto dal proprietario, per questo è scattato l’arresto.

22 dicembre 2015 0

Il nero (lavoro) che domina nelle pompe funebri nel Frusinate, un lavoratore su due è irregolare

Di admin

Frosinone – Il nero nelle pompe funebri della provincia di Frosinone sembra caratterizzare non tanto i cordoglio quanto il lavoro irregolare. Da una indagine svolta a dicembre dai carabinieri del nucleo Ispettorato del Lavoro di Frosinone coordinati dal Dirigente della Direzione Territoriale del Lavoro di Frosinone Dott. Giovanni Cucinella, sono emerse gravi irregolarità in molte ditte di onoranze funebri controllate. Ben otto le ditte ubicate in diversi Comuni della Provincia, di cui 2 operanti nel settore dell’edilizia cimiteriale e le restanti 6 nel settore delle onoranze e servizi funebri. Delle 26 posizioni lavorative verificate, 15 lavoratori sono risultati irregolarmente occupati e 13 di essi totalmente in nero. Significa che la metà dei lavoratori era a nero. Sono stati adottati 5 provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale per l’impiego di personale non risultante dalla documentazione obbligatoria in misura pari o superiore al 20% del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro. Una riguardante l’edilizia cimiteriale e quattro le onoranze funebri. Inoltre sono state contestate 13 sanzioni amministrative per complessivi 30.500 euro relative ai lavoratori irregolari, ed ammende per complessivi 2.520 euro per violazioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Er. Amedei

22 dicembre 2015 0

Iris & Rose, con profumi naturali per vincere la crisi

Di admin

In un periodo in cui le aziende chiudono, c’è chi ha coraggio per aprirne e la signora Norma White, lo fa in un settore particolare, quello della profumeria. La sua neonata azienda si chiama IRIS & ROSE e realizza profumi naturali che si possono acquistare su internet o nei mercatini artigianali del centro Italia. “Il settore di attività nel quale opero – racconta la signora Norma – è quello della profumeria naturale, che utilizza sostanze semplici provenienti direttamente dal mondo della natura: estratti di piante, oli vegetali, fragranze naturali, oli essenziali estratti con metodi rigorosamente biologici, senza aggiunte di prodotti chimici o di sintesi. Il nostro organismo nell’epoca in cui viviamo è abbondantemente esposto ad aggressioni chimiche, a inquinamento ambientale e a condizioni di vita anomale e fortemente stressanti. Il risultato di queste aggressioni continue è l’accumularsi di sostanze tossiche che il nostro corpo non è preparato a smaltire – Quindi spiega l’imprenditrice – L’accumulo di queste sostanze provoca reazioni allergiche, difficoltà respiratorie, intossicazioni degli organi e principalmente della pelle, che è esposta costantemente a queste aggressioni.

Se a questo aggiungiamo le sostanze chimiche contenute nei prodotti di pulizia e di profumazione (personale e degli ambienti), nei prodotti cosmetici, nei profumi sintetici che inaliamo nei locali in cui viviamo, il risultato diventa veramente preoccupante.

Essendo interessata in prima persona a questi problemi, poiché sono soggetta ad allergie da contatto delle quali spesso non riesco a scoprire la causa, ho iniziato questa attività con la convinzione che le persone di buon senso abbiano capito che è ora di voltare pagina, di tornare il più possibile alla natura e a ciò che essa ci offre e questo a mio parere è il momento giusto per iniziare”.

I prodotto che ha messo in vendita sono tanti.

Nel nostro sito http://www.profumiambienti.it potrete trovare:

profumi e fragranze di nuova concezione, completamente naturali, creati utilizzando olii essenziali purissimi e selezionati; diffusori di profumi per ambienti, con bastoncini di rattan o spray, in sinergie studiate per le diverse applicazioni dell’AROMATERAPIA; ricariche di profumi per ambienti; candele profumate di purissima cera d’api mescolata ai profumi naturali; olii da massaggio a base di selezionatissimi olii vegetali BIO, con l’aggiunta degli olii essenziali attivi più adatti ad ottenere dolcemente dei risultati tangibili, anche con l’automassaggio; cere da massaggio per un utilizzo da parte di operatori professionali qualificati; presidi di benessere naturale per noiosi disturbi ricorrenti.

L’attività di IRIS & ROSE nasce dalle seguenti considerazioni.

Nel mondo della profumeria e della cosmetica il mercato offre prodotti di varie fasce di prezzo e di qualità. Ma c’è una costante che accomuna questi diversi prodotti (salvo poche eccezioni): l’UTILIZZO ESAGERATO di SOSTANZE CHIMICHE DI SINTESI, di conservanti, emulsionanti, umettanti ecc. ESCLUSIVAMENTE ARTIFICIALI. E’ pur vero che un prodotto deve andare incontro alle esigenze della clientela a cui si rivolge. E’ vero anche che le necessità di un mercato molto vasto non consentirebbero l’utilizzo esclusivo di sostanze naturali che, per essere spesso piuttosto rare, sono di conseguenza abbastanza costose: il risultato di certe scelte di marketing sarebbe una drastica riduzione dei profitti. Le esigenze di mercato però NON TENGONO CONTO DELLE NECESSITA’ E DEI PROBLEMI DELLA NOSTRA PELLE. L’aggressione massiccia e costante di certi ingredienti chimici nei profumi, nei deodoranti, nei cosmetici, nei prodotti per la pulizia della casa, nei saponi ecc., crea nel nostro organismo (soprattutto in quello dei bambini, perché forniti di minori difese), tutta una serie di REAZIONI. Tali reazioni vanno dal semplice mal di testa, al fastidioso rossore e prurito di ‘inspiegabili’ forme di orticaria e dermatiti da contatto, a reazioni asmatiche anche violente, dovute a “fenomeni di accumulo” di queste sostanze, usate dai produttori con eccessiva leggerezza e prodigalità. Ancora non sono molte le persone che hanno acquisito consapevolezza di questi problemi. Ma, così come in questi ultimi anni si sta cercando di porre un freno con ogni mezzo all’inquinamento ambientale, anche noi ci siamo prefissi di fornire una ALTERNATIVA NATURALE a quello che potremmo definire “inquinamento aromatico e cosmetico”. La filosofia che portiamo avanti è quella di impiegare oli essenziali purissimi e sostanze naturali, sia per la produzione di candele profumate, di diffusori di fragranze per gli ambienti e dei profumi, sia per le specialità cosmetiche che andremo via via producendo e presentando all’attenzione della clientela. Ovviamente questo richiede, da parte dei nostri clienti, la comprensione della piccola differenza di costo (davvero molto piccola), rispetto ai prodotti normalmente venduti nelle profumerie, erboristerie, farmacie e supermercati: al cliente basterà dare una semplice occhiata all’elenco degli ingredienti (INCI). Seguendo poi di volta in volta i nostri consigli, il cliente potrà usufruire dei BENEFICI DELL’AROMATERAPIA, che non pretende di fare miracoli, ma tende semplicemente a farci “STARE MEGLIO”, senza aggredire il nostro organismo e le nostre difese immunitarie.

 

In conclusione noi ci rivolgiamo in particolare a:

Persone in cerca di AUTENTICITA’ rivolta al naturale; persone che semplicemente vogliono CURARE LA PROPRIA PELLE, PROFUMARSI E PROFUMARE LA PROPRIA CASA evitando eventuali problemi dovuti alla profumeria di sintesi; persone che comprendono e apprezzano i BENEFICI TERAPEUTICI degli oli essenziali; persone fortemente sensibili ai problemi di inquinamento e che vogliono sostenere METODI ECO-COMPATIBILI. Persone che desiderano semplicemente EVITARE LA PREPOTENZA DEI PROFUMI SINTETICI di cui ormai abbondano gli scaffali di profumerie, supermercati ecc.; persone che comprendono il MESSAGGIO SUBLIMINALE DEL PROFUMO NATURALE.
22 dicembre 2015 0

Appartamento in fiamme a Fontana Liri, 24enne incendia la camera da letto della sorella. Arrestato

Di admin

Fontana Liri – Sarebbe stato un 24enne ad appiccare il fuoco questa notte nella casa di famiglia in corso Trento e Trieste a Fontana Liri.

Pare che il giovane, forse infastidito dai rimproveri della sorella per le sue nottate brave passate nei bar, sia tornato a casa e, dopo aver dato fuoco a della carta, l’abbia lanciata nell’armadio della donna.

Le fiamme sono subito divampate passando dagli abiti al mobilio poi, l’intervento dei vigili del fuoco ha impedito che si propagasse anche all’intero appartamento.

Il giovane è stato rintracciato nella notte dai carabinieri della compagnia di Sora diretti dal capitano Ciro Laudonia ed è stato arrestato con l’accusa di incendio doloso.

Er. amedei

22 dicembre 2015 0

Fonte: Prosegue l’attività della Polizia locale di contrasto all’abusivismo”

Di redazionecassino1

“Elevate 10 sanzioni nell’ambito dell’attività di contrasto all’abusivismo svolta questa mattina dalla Polizia Locale di Cassino.” A dichiararlo l’assessore alla Polizia Locale, Igor Fonte, a margine dell’intervento che questa mattina ha visto gli agenti della municipale di Cassino elevare sanzioni per occupazione di suolo pubblico ad esercizi commerciali non in regola. “Oltre alle sanzioni – ha continuato Fonte – per l’occupazione del suolo pubblico, la Polizia Locale ha provveduto anche ad ordinare la rimozione immediata di strutture realizzate davanti ad un’attività del centro di Cassino senza alcun tipo di autorizzazione. Nello specifico il titolare ha provveduto alla rimozione della struttura ed al ripristino dello stato dei luoghi. Nei casi più gravi, in particolare per quanto concerne attività commerciali di vendita di frutta e verdura, a seguito di controlli più approfonditi sono state predisposte ordinanze per la chiusura delle stesse così come previsto dal vigente pacchetto sicurezza. Un provvedimento, quindi, che nei prossimi giorni potrebbe determinare la chiusura delle attività attenzionate nel corso dei controlli di questa mattina qualora i proprietari non si adeguino alla prescrizioni o non producano documenti probanti la regolarità dei proprio esercizi commerciali. Ma in controlli questa mattina hanno riguardato anche la viabilità stradale. In totale sono state 35 le sanzioni comminate agli automobilisti per violazione del codice della strada, principalmente uso del telefonino alla guida e mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, e per mancato rispetto dell’ordinanza delle targhe alterne che prevedeva per oggi la circolazione alle vetture munite di targa dispari. L’attività svolta dalla Polizia Locale è di tutto riguardo: in ogni settore, come testimoniato anche nella giornata di oggi, continua a dimostrare operatività, risolvendo spesso gravi problemi per la cittadinanza. Questo è l’obiettivo primario della Polizia Locale che collabora costantemente per raggiungere importanti traguardi futuri che saranno sicuramente affrontati con l’efficienza e l’operosità di sempre. Ringrazio il personale del Corpo di Polizia Locale per il costante impegno nel monitorare il territorio e garantire la sicurezza della città. Un ringraziamento che ci tengo a sottolineare perché nonostante il personale della Polizia Locale di Cassino sia sotto organico a causa delle miopi leggi statali in materia di assunzioni, gli agenti in servizio svolgono con grande impegno il proprio dovere ogni giorno”.

22 dicembre 2015 0

Appartamento in fiamme in centro a Fontana Liri, donna si salva uscendo dalla finestra

Di admin

Fontana Liri – Attimi di paura questa notte a Fontana Liri a causa di un incendio che si è sviluppato al pian terreno di una casa su due livelli in Corso Trento e Trieste.

L’allarme è stato lanciato poco prima dell’una e le fiamme si sono sviluppate in una camera da letto per cause ancora al vaglio dei vigili del fuoco e dei carabinieri.

Nessuno dei presenti in casa è rimasto intossicato o ferito, solamente una donna, si è messa in salvo uscendo da una finestra. I pompieri del distaccamento di Sora hanno impedito all’incendio di propagarsi all’intera abitazione.

Er. Amedei

22 dicembre 2015 0

Augurio di rispetto reciproco nel messaggio natalizio del Vescovo Antonazzo

Di admin

Sora – “Rispetto e un augurio di sentirsi accolto anche a chi non è di fede Cristiana, ma anche il dovere della reciprocità nel rispetto delle tradizioni culturali e religiose del Paese che ospita”. Il messaggio augurale del vescovo di Sora, Cassino, Aquino, Pontecorvo, mons. Gerardo Antonazzo, che ieri ha incontrato i giornalisti del territorio, ha spaziato dai problemi contemporanei alle attività svolte, oltre a quelle che sono in fase di svolgimento. L’incontro è avvenuto nel salone dell’Episcopio di Sora, con la cornice di un antico ed artistico presepe e di un albero di Natale pieno di luci.

“E’ tradizionale, ma non banale né ripetitivo, ha iniziato il vescovo Gerardo, il mio cordiale saluto di fine anno a tutti gli amici che vivono nel territorio della nostra Diocesi di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo. Mi rivolgo con paterno affetto a tutti i credenti, nostri fratelli e sorelle nella fede: dal cuore del vostro Vescovo giunga a ciascuno di voi il mio cordiale augurio per il prossimo Natale. Anche a quanti non si riconoscono nella tradizione cristiana, in particolare ai tanti extracomunitari e immigrati, rivolgo il mio augurio di sentirsi accolti con cura e con dignità. A questo vorrei aggiungere anche il dovere della reciprocità, chiedendo a tutti il massino rispetto e accoglienza delle tradizioni culturali e religiose del Paese che ospita”.

Il Vescovo ha poi tracciato un bilancio dell’anno appena trascorso, “un anno ricco di intenso e sereno lavoro pastorale, con un benefico processo di integrazione e di sviluppo della vita diocesana”, in cui “continua a crescere la bella realtà della nuova diocesi”, che fa riscontrare “una crescente sensibilità ecclesiale”, un senso di partecipazione attiva e di collaborazione. Il Vescovo ha ricordato la Peregrinatio della Madonna di Canneto, un evento di natura non solo religiosa, ma anche sociale, culminato con il rientro dell’effigie nel santuario il 26 luglio e poi con la Consacrazione del Santuario ed elevazione a Basilica, il 22 agosto, con il Card. Giuseppe Bertello.

Sono stati effettuati lavori di ristrutturazione nella Basilica-Santuario, rifacimento di tutta la pavimentazione interna e ristrutturazione del presbiterio, ristrutturazione della porta centrale della basilica e posizionamento della porta di bronzo raffigurante l’effigie della Madonna di Canneto; apposizione sulla facciata esterna dello stemma pontificio in pietra. Si è dato il via alla istituzionalizzazione del millenario “Cammino di Canneto”, costituito da diversi e lunghi percorsi che da quattro regioni sono attraversati da migliaia di pellegrini diretti verso la Madonna di Canneto.

Il Vescovo ha poi ricordato la recente apertura della Porta Santa a Sora, Canneto, Cassino, nel Carcere e, simbolicamente, anche all’Università come porta santa della cultura, e la costituzione di una nuova parrocchia a Cassino, intitolata alla “Sacra Famiglia”: la prima Messa per la comunità, che viene prima della “prima pietra”, sarà il 26 dicembre alle ore 18,00, festa liturgica della Sacra Famiglia.

Mons. Antonazzo, anche rispondendo a domande dei giornalisti, ha poi toccato i vari problemi sociali del territorio, facendone un’analisi attenta e realistica e individuando la radice di tante devianze e disagi (disagio adolescenziale e giovanile, dipendenze, ludopatia…) nella crisi della famiglia, che avrebbe bisogno di stabilità e di una legislazione che la favorisca davvero per tornare ad essere il vero sostegno sociale. Anche l’emergenza disoccupazione rimane ancora un grave problema.

Uno sguardo all’intensa attività della Caritas diocesana ha fatto mettere in risalto vari progetti, alcuni pienamente funzionanti come la mensa per i poveri ed il Banco Alimentare, altri in via di realizzazione, come il Progetto Policoro, di formazione al lavoro e accompagnamento per l’avvio di attività d’impresa, ed il S. Martino, progetto di microcredito destinato ai giovani per l’avvio di attività imprenditoriali.

Ricordando l’incontro con i Sindaci del territorio diocesano tenuto lo scorso 6 novembre, Antonazzo ha annunciato il prossimo “Giubileo degli Amministratori pubblici” che si terrà domenica 27 a Canneto con il Te Deum di fine anno e la consegna del messaggio di Papa Francesco per la giornata della Pace 2016.

A questo proposito, trovandoci in periodo preelettorale, il Vescovo Gerardo, citando il Magistero della Chiesa, ha delineato anche come l’attività politica, finalizzata al bene comune, debba essere intesa: “La Chiesa stima degna di lode e di considerazione l’opera di coloro che per servire gli uomini si dedicano al bene della cosa pubblica e assumono il peso delle relative responsabilità” (Gaudium et spes, 75). Chi si propone per essere votato, si candida al servizio, non al potere! ha detto con forza, e ha dato alcune indicazioni e regole: la competizione elettorale non deve conoscere “dichiarazioni di guerra”; il vero “campo di battaglia” devono essere i programmi; nessuno deve promettere ciò che sa di non poter realizzare! Rispettare gli avversari, non utilizzare insulti, denigrazione, strumentalizzazioni; le liste degli altri non dono elenchi di nemici da distruggere.

Da ultimo, il Vescovo ha parlato di questo Natale speciale dell’anno giubilare della misericordia, che segni “una reale svolta nella conversione a Lui di tutta la nostra vita”. “Il mio invito – ha aggiunto – è chiaro: il nostro culto diventi cultura, cioè vita, concreti stili di vita nuova. Ogni volta che varchiamo una Porta Santa non dobbiamo pensare solo alla remissione delle pene temporali grazie all’Indulgenza plenaria; quel passaggio deve significare il desiderio di cambiare in qualcosa; dovremmo accompagnarlo con un concreto proposito di misericordia verso qualcuno”. Ed ha portato alcuni esempi concreti di gesti di misericordia per diventare uomini e donne di misericordia: all’interno delle famiglie, tra famiglie: “tra parenti un abbraccio di perdono tra marito e moglie, una stretta di mano che metta fine al litigio tra vicini di casa, il ritiro di una denuncia esposta per futili motivi o per ragioni che possono essere mediate e risolte diversamente, prendersi maggiore cura di genitori o di nonni anziani affidati a case di cura, una parola di scuse per aver offeso qualcuno con cui non ci parliamo più…

Il Natale della nascita di Dio sia il Natale della nostra rinascita in Dio”. Con i saluti e gli auguri reciproci si è conclusa, in un’atmosfera di cordialità, l’incontro tra il Vescovo e gli operatori della comunicazione.