pubblicato il8 dicembre 2015 alle 10:20

Domani a “Cassino che legge” “Non picchiarla, non lo merita”

Cassino – Non picchiarla, non lo merita. Questo il titolo del libro di Antonio Moccia che sarà presentato domani mercoledì 9 dicembre alle ore 17.30 nella biblioteca comunale “Pietro Malatesta” di Cassino. La cerimonia di presentazione rientra nel ciclo di appuntamenti della rassegna Cassino che legge, quest’anno in collaborazione con il sito Internet www.tantestorie.it, una storia al giorno. Al centro del libro la violenza sulle donne. Vengono analizzati i casi, anche di cronaca, che nascono tra le mura di casa. Dalla sinossi del libro emerge: “La manifestazione più classica della violenza coniugale risulta un desiderio ossessivo di possesso e dominio. Un uomo più geloso che ragionevole rivendica la proprietà sessuale esclusiva della sua congiunta ed esige dalla stessa sottomissione al fine di poterla sorvegliare senza tregua. Lui la maltratta quando lei afferma la sua indipendenza e quando lei non è abbastanza sottomessa”.

Per scoprire le dinamiche e le cause scatenanti di un fenomeno come il femminicidio si aprirà un dibattito oltre che con l’autore con operatori del mondo del volontariato e del terzo settore che interverranno sulla tematica, come la dottoressa Filomena Citro. L’iniziativa è stata realizzata con la collaborazione dell’associazione Il Sole Splende per tutti e con l’associazione Age da anni in prima linea nel mondo del volontariato e del terzo settore. Gli interventi saranno moderati dalla giornalista Natalia Costa. “Temi forti e di stretta attualità sono il filo conduttore della rassegna Cassino che legge – hanno spiegato i curatori di Tantestorie.it Antonio Nardelli e Paola Caramadre – per questo abbiamo voluto inserire libri particolari che spaziano dalla prosa alla scrittura diaristica, passando per la poesia. Come sempre il sito tantestorie.it ospiterà un resoconto narrativo della presentazione di mercoledì 9 dicembre”. L’assessore Danilo Grossi ha affermato: “Come consuetudine Cassino che Legge affronta temi sempre attuali. Mercoledì, come recita il titolo del libro stesso ‘Non picchiarla, non lo merita’, avremo modo di approfondire il dramma del femminicidio in Italia insieme all’autore Antonio Moccia. Purtroppo ancora oggi il numero di donne che subisce violenza di diverso genere è in continua crescita indipendentemente da quelli che sono i fattori sociali, economici e culturali in cui la stessa si verifica. Violenze che sfociano con troppo frequenza in femminicidio. Antonio Moccia ci offre una chiave molto interessante delle ragioni che portano all’uccisione di una donna che, come è riportato nel libro, qualche volta è il punto culminante di una lite, mentre altre volte è il risultato di un progetto a lungo rimuginato. La morte appare come una vendetta perpetrata da un uomo allo stesso tempo rabbioso e disperato al punto di prendere in considerazione il suicidio. Questo è solo uno degli aspetti che avremo modo di affrontare nel pomeriggio di mercoledì.”

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07