pubblicato il22 dicembre 2015 alle 15:42

Il nero (lavoro) che domina nelle pompe funebri nel Frusinate, un lavoratore su due è irregolare

Frosinone – Il nero nelle pompe funebri della provincia di Frosinone sembra caratterizzare non tanto i cordoglio quanto il lavoro irregolare. Da una indagine svolta a dicembre dai carabinieri del nucleo Ispettorato del Lavoro di Frosinone coordinati dal Dirigente della Direzione Territoriale del Lavoro di Frosinone Dott. Giovanni Cucinella, sono emerse gravi irregolarità in molte ditte di onoranze funebri controllate. Ben otto le ditte ubicate in diversi Comuni della Provincia, di cui 2 operanti nel settore dell’edilizia cimiteriale e le restanti 6 nel settore delle onoranze e servizi funebri. Delle 26 posizioni lavorative verificate, 15 lavoratori sono risultati irregolarmente occupati e 13 di essi totalmente in nero. Significa che la metà dei lavoratori era a nero. Sono stati adottati 5 provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale per l’impiego di personale non risultante dalla documentazione obbligatoria in misura pari o superiore al 20% del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro. Una riguardante l’edilizia cimiteriale e quattro le onoranze funebri. Inoltre sono state contestate 13 sanzioni amministrative per complessivi 30.500 euro relative ai lavoratori irregolari, ed ammende per complessivi 2.520 euro per violazioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Er. Amedei

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07