pubblicato il15 dicembre 2015 alle 11:13

Larissa nasce in ambulanza, ma poteva nascere in ospedale… ad Alatri?

Alatri – Se i genitori saranno d’accordo si chiamerà Larissa come l’unica donna, oltre ovviamente alla madre, presente sull’ambulanza che ha assistito al parto di ieri. La vicenda della piccola nata nel mezzo di soccorso nel territorio di Alatri, ha commosso in molti.

La mamma, una donna di Torre Cajetani, era stata prelevata da una ambulanza di Fiuggi che la stava portando in ospedale a Frosinone.

Sul mezzo è salita una persona e ne sono scese due.

Al parto hanno assistito il dottor Bruno Pistellini, l’infermiera Larissa Fabiani e l’autista Roberto Bonomo. Grande emozione anche per loro e per una vicenda particolarmente bella ma che riapre un dibattito, a dire il vero, mai chiuso: quello dell’ospedale di Alatri, depotenziato e dove si nasce solo con parti programmati. Larissa, o come i genitori vorranno chiamarla, così come tutti i bambini, non ha accettato programmazioni.

Er. Amedei

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07