pubblicato il3 dicembre 2015 alle 17:03

Sabato 5 agli Altipiani di Arcinazzo il premio nazionale Cronache del mistero 2015

Altipiani di ArcinazzoArcinazzo Romano Il mistero in tutte le sue forme sarà protagonista, agli Altipiani di Arcinazzo, con il “Premio Nazionale Cronache dal Mistero 2015” giunto quest’anno alla sua seconda edizione. Un evento che si svolgerà sabato 5 dicembre, con inizio alle ore 9.30, presso il Residence “Traiano Imperatore”, a pochi metri dal sito archeologico della villa di Traiano. L’evento, nato dalla partnership tra l’Associazione socio-culturale ITALIA MIA di Roma, l’Associazione PROMEDIA, la PERLAWEBTV e il sito www.ilpuntosulmistero.it (e con l’apporto di associazioni e sponsor) nasce con l’intento di riconoscere il merito di ricercatori, scrittori, editori, registi, giornalisti ed altre figure professionali impegnate da anni nella trattazione di argomenti che spesso sfuggono all’interesse dei media o vengono trattati senza il necessario approfondimento, con il risultato di accrescere l’interesse e la diffusione di notizie su materie particolari quali l’archeologia, misteri della storia, megalitismo, fenomeni di esopolitica, ufologia ed altri argomenti che saranno trattati nel corso della giornata dove avranno luogo le premiazioni di ricercatori, scrittori e divulgatori selezionati da una apposita commissione di esperti con la preziosa consulenza, il coordinamento e la direzione dello scrittore Giancarlo Pavat, presentatore del premio.

faccedivita.it

La provincia di Frosinone, anche in questo settore, si dimostra ancora una volta vincente con ben 5 premiati. Il premio Archeologia andrà, infatti, a Giulio Rossi ed Angelo Boezi per la loro attività di ricerca, valorizzazione tutela dei manufatti megalitici sulle colline attorno alla città di Alatri. Premio Megalitismo invece per Daniele Baldassarre, architetto e ricercatore di Fiuggi per il libro “Latium Vetus et Adiectum Architetture Megalitiche Para Secunda” ed al ricercatore ceccanese Roberto Adinolfi per la scoperta di un sito megalitico nel territorio di Ceccano . Per la categoria “Templari”, infine, sarà premiato il professore, ricercatore e scrittore frusinate Ernesto Matropietro per la sua decennale opera di ricerca, recupero e divulgazione della storia, delle tradizioni ed ella cultura della sua terra, con particolare attenzione all’epoca medievale e alla presenza dei grandi ordini monastico-cavallereschi nel territorio del Basso Lazio.

Saranno inoltre premiati, per la categoria “Storia dell’Arte” il ricercatore avellinese Marco Di Donato per il libro “Il Tempio dei Caracciolo ostentazione o crocevia?” edito da “Il Papavero”, Mario Ziccardi (Campobasso), architetto, per la scoperta del Labirinto “Caedroia” nella chiesa di S. Giorgio a Petrella Tifernina (CB) per la categoria “Simbolismi”, mentre per l’ “Archeologia” il premio va a Giovanni Feo (Pitigliano GR), ricercatore ed archeologo, grande esperto della civiltà etrusca, per la sua decennale attività di ricerca nel campo dei misteri degli Etruschi e in particolare per il libro “La Dea di Bolsena, la storia etrusca da riscrivere” (Effigi EdizioniEffigi editore 2015). Al giornalista e ricercatore romano Ivan Ceci va il riconoscimento “Ufologia”, per la sua opera di ricerca e divulgazione nel campo dell’Ufologia e per il libro “Alberto Perego. Il console che svelò il mistero dei dischi volanti” (Tuttiautori 2010) mentre per i “Misteri della Storia” saranno premiati Alessandro Moriccioni DI Roma e Claudio Bossi di Gallarate (VA), il primo per il libro “Behind the Museums – La vita segreta dei musei.” (Espera 2015) ed il secondo per il libro “Titanic. Storia, leggende e superstizioni sul tragico primo e ultimo viaggio del gigante dei mari” (De Vecchi 2012). Bossi, infatti, giornalista lombardo già dal lontano 1985 rispolvera, in seguito al ritrovamento del relitto, la sua vecchia passione per il Titanic. È solo però dal 2001, con la pubblicazione del sito www.titanicdiclaudiobossi.com, che è stato consacrato tra i più qualificati esperti italiani del famoso transatlantico.

Premio speciale anche per la divulgazione del mistero che quest’anno va ad Isabella Dalla Vecchia e Sergio Succu di Milano, ricercatori e scrittori, per la decennale opera di ricerca e divulgazione nel campo dei Misteri che portano avanti grazie al sito www.luoghimisteriosi.it ed al ricercatore e scrittore Giulio Coluzzi di Colleferro per l’opera di ricerca e divulgazione nel campo dei Misteri che porta avanti grazie al suo sito “L’Angolo di Hermes”. www.angolohermes.com mentre, per l’associazionismo verrà premiato, nelle persone di Danilo Iosz e Max Buttarelli, il G.S.R. Gruppo Skywatcher Romano, per l’opera di divulgazione e ricerca nel campo dell’Ufologia. Spazio anche per il premio alle opere d’arte – installazioni che andrà ai marchigiani Andrea Amato e Viola Di Massimo ed al loro Labirinto di pietre “Ad ogni passo un Minotauro” realizzato presso una abitazione privata a Sorti, Pieve Torina (MC). Il Premio Cronache dal Mistero 2015, menzione speciale – ilpuntosulmistero.it andrà a Filiberto Caponi per il “caso ufologico” che l’ha visto protagonista nel 1993 a Pretara di Arquata del Tronto (AP).

Si ringrazia per l’attenzione.

dott. Diego Solito
Presidente staff del Premio nazionale Cronache del Mistero 2015

Gaetano Colella
responsabile IlPuntosulMistero

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07