Giorno: 1 gennaio 2016

1 gennaio 2016 0

Scippano anziana per pagarsi il capodanno, due egiziani arrestati a Cassino

Di admin

Cassino – Scippatori per pagarsi la serata di San Silvetro. Sono due giovani egiziani arrestati ieri pomeriggio a Cassino dagli uomini del commissariato di polizia diretto dal vice questore Cristina Rapetti.

“Volevamo trascorrere il Capodanno nella capitale, ma non avevamo i soldi….” ; questa la disarmante spiegazione che hanno fornito ai poliziotti il 19 enne e il 17enne, entrambi regolari sul territorio nazionale, che nel tardo pomeriggio di ieri hanno scippato una donna all’interno della Villa Comunale di Cassino.

Infatti i due si erano appostati nell’area verde della città martire aspettando il momento propizio per colpire: uno faceva da palo l’altro adocchiava la possibile vittima.

Quando una signora si è seduta su una panchina assorta in una conversazione telefonica hanno pensato che fosse il momento giusto.

Uno sguardo d’intesa.

Un controllo sulla presenza di eventuali occhi indiscreti e via: con mossa repentina il più giovane strappa via la borsa dalla spalla della donna ed, insieme al complice, è fuggito verso l’uscita pedonale della Villa.

Scatta l’allarme al 113.

La Volante del Commissariato P.S. di Cassino, sapendo che i fuggitivi sono appiedati, blocca immediatamente l’uscita sita su viale Bonomi.

Per i ragazzi non c’è più via di fuga.

Scattano le manette.

Dovranno entrambi rispondere di furto con strappo in concorso.

1 gennaio 2016 0

Furti ad Atina, fermata banda di sospetti. Due denunce e un arresto

Di admin

Atina – Un gruppo di persone sospette è stato fermato dal carabinieri di Atina e si pensa che possano essere coinvolti con una serie di furti in abitazione commessi nella zona nei giorni scorsi. I carabinieri di Atina e di Alvito hanno notato aggirarsi nei pressi di abitazioni isolate un’Audi con targa straniera e feramta e controllata a bordo vi erano tre cittadini di nazionalità serba-montenegrina provenienti dal campo nomadi di Secondigliano.

Nel corso del controllo all’interno dell’auto è stata trovata e sequestrata una cassetta porta attrezzi contenente arnesi da scasso e due paia di guanti in cotone gommato di colore nero.

I tre sono stati tutti denunciati per possesso ingiustificato di attrezzi da scasso e proposti per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con F.V.O. .

Un controllo più approfondito sui fermati, ha permesso di accertare che a carico di uno di essi pende un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di Associazione per delinquere, emessa in data 05/12/2014 dal Tribunale di Lagonegro (PZ) pertanto, è stato tratto in arresto.

L’arrestato, espletate le formalità di rito è stato associato alla Casa Circondariale di Cassino.

Non si esclude che i predetti possano essere stati gli autori di furti perpetrati nei pressi di abitazioni isolate della zona nei mesi scorsi, luoghi ove i cittadini del posto avevano notato e segnalato un’autovettura della stesso modello.

1 gennaio 2016 0

In 120 si tuffano a Gaeta per salutare il nuovo anno

Di admin

Gaeta – Si tuffano a Gaeta per salutare il nuovo anno. Nonostante la temperatura non superasse i dieci gradi, questa mattina alle 12, circa 120 persone hanno festeggiato il nuovo anno tuffandosi in mare dalla spiaggia di Serapo a Gaeta.

Infreddoliti ma entusiasti dell’atto da temerari, si sono ritrovati sulla spiaggia, presso lo storico stabilimento La Nave di Serapo per un brindisi di gruppo.

Ad organizzare l’iniziativa da dieci anni è un gruppo di amici “Un tuffo nel nuovo anno” capitanati da Massimo Masella e Giorgio Marinaccio. Quest’anno hanno ottenuto il patrocinio del comune di Gaeta e il supporto della Guardia Costiera e della Croce Rossa.  Nessuno, per fortuna, ha avuto bisogno di essere soccorso.

Er. Amedei

Foto Giuseppe Miele

1 gennaio 2016 0

Niente assistenza domiciliare ai disabili per i primi giorni del 2016, l’appello di Rita Giorgio

Di admin

Cassinate – Il 2016 non inizia nel migliore dei modi per le persone diversamente abili del Cassinate. L’assistenza domiciliare verrà sospesa fino all’11 gennaio ed è per questo che Rita Giorgio, attivista dei diritti delle persone con disabilità, ha lanciato un appello agli organi preposti, invitando i sindaci a trovare una soluzione al problema che si protrae da anni e sfidandoli anche a fare volontariato in questi giorni in cui i disabili oltre a rimanere senza assistenza sono costretti a farsi carico delle spese. Nel filmato ecco cosa Rita ha voluto dire.

1 gennaio 2016 0

Relazione di fine anno del sindaco Petrarcone con luci, ma anche molte ombre

Di redazionecassino1

Sala “Restagno” del comune di Cassino al gran completo ieri pomeriggio per la conferenza stampa di fine anno del sindaco Petrarcone alla presenza delle Autorità civili e religiose, oltre ad una nutrita rappresentanza di assessori e consiglieri comunali. Una relazione di fine anno in cui il sindaco ha fatto il punto sui risultati e su quanto realizzato nel corso del 2015 e dall’inizio del suo mandato. Un consuntivo articolato, quello tracciato dal Primo cittadino, in cui il risanamento delle casse comunali con la riduzione del deficit di oltre trentuno milioni di euro ereditato dalla precedente amministrazione di centro destra, ha avuto il maggior rilievo. Una riduzione del deficit, ancora elevato ha sottolineato il sindaco, ma che ha consentito, attraverso l’abbattimento degli sprechi, di realizzare vari interventi di miglioramento della città. Un risanamento delle casse comunali che ha permesso alla sua amministrazione di evitare il dissesto finanziario e che ha ottenuto l’erogazione, da parte del Ministero degli Interni, dal fondo di rotazione un contributo di 10.088.000 euro a seguito dell’approvazione, avvenuta lo scorso 18 maggio dalla Corte dei Conti, del piano di riequilibrio pluriennale. Una relazione che non ha mancato di porre in evidenza, nei vari settori dell’attività amministrativa, gli interventi in favore delle fasce deboli, della manutenzione, in particolare con la sistemazione di una parte, se pur ancora insufficiente degli oltre centotrenta chilometri di strade comunali, del risanamento del borgo antico della frazione di Sant’Angelo, passando per il restyling di piazza San Giovanni, all’introduzione del sistema di raccolta differenziata ‘porta a porta’ dei rifiuti, con il raggiungimento di una percentuale del 65% e che si prevede di incrementare. Un accento particolare poi, è stato rivolto alle attività culturali, con la riapertura della Rocca Janula, al suo valore storico e culturale, restituita alla fruibilità dei cittadini. Una relazione, quindi, caratterizzata dagli aspetti positivi realizzati dall’Amministrazione, grazie al senso di responsabilità e collaborazione dei vari assessorati e di tutto il Consiglio comunale, ringraziati pubblicamente da Petrarcone nel suo discorso. Una relazione che nonostante le molte luci, comunque presenta numerose ombre. Non si può certamente dimenticare la crisi di Natale dello scorso anno che aveva portato lo stesso Primo cittadino alle dimissioni, poi ritirate, agli avvicendamenti in Giunta ed al cambio di vari assessori, dei contrasti politici con alcuni esponenti del Pd, partito cardine della maggioranza. Ombre che hanno avuto non pochi riflessi nella situazione in cui si presenta la città. In particolare sotto l’aspetto della vivibilità cittadina, del caos nel traffico, sarà bene ricordare che solo nelle scorse settimane è stato presentato il PUT, peraltro già ampiamente criticato dalle associazioni dei commercianti, senza tralasciare la qualità dell’aria e delle concentrazione elevata di polveri sottili, non soltanto in questi ultimi giorni del 2015. Una totale latitanza degli interventi dell’assessorato ai servizi sociali nei confronti dei quartieri ‘a rischio’, dell’emergenza casa che, il progetto Housing Punto Zero per l’emergenza abitativa, ha solo ‘tamponato’ il problema, ma soprattutto nei confronti della disabilità, della vivibilità cittadina e dell’autonomia dei portatori di handicap motorio, basti solo pensare alla situazione di marciapiedi e rampe, della totale inaccessibilità della Rocca Janula, della maggior parte degli esercizi commerciali e l’elenco potrebbe continuare. In conclusione, se nella relazione il sindaco Petrarcone ha evidenziato in massima parte gli aspetti positivi della sua gestione, restano, tuttavia, molte ombre che non mancheranno di essere amplificate, rimarcate nella campagna elettorale, ormai alle porte, una sfida sicuramente dura e non facile per questa Amministrazione. F. Pensabene