Giorno: 6 gennaio 2016

6 gennaio 2016 0

Giovane infermiera cassinate muore a Londra

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – Sarà l’autopsia a stabilire le cause della morte di Nicole Maria Teresa Gentili, l’infermiera di Cassino che lavorava al The Princess Alexandra Hospital di Londra. Dai primi accertamenti la giovane ventenne sarebbe deceduta a causa di un malore mentre era a casa. A nulla sono valsi i tentativi di rianimarla da parte dei sanitari intervenuti. Nicole si era trasferita a Londra per motivi di lavoro, era laureata in Scienze Infermieristiche, figlia dell’avvocato Gentili, deceduto qualche anno fa, e della professoressa Lanni. Sgomento e dolore ha suscitato, in città, la notizia della morte della giovane infermiera. Ora si attendono i risultati dell’autopsia per chiarire le cause del decesso di Nicole.

6 gennaio 2016 0

Il Cassino conquista la Coppa Italia del Campionato di “Eccellenza”. Petrarcone: “Auspicio per il salto in serie D”

Di redazionecassino1

Cassino – “Una splendida vittoria che inaugura il nuovo anno solare e che sono certo possa rappresentare il punto di svolta per la stagione del Cassino.” Queste le parole di gioia con cui il sindaco Giuseppe Golini Petrarcone ha voluto celebrare la vittoria della Coppa Italia del campionato di Eccellenza da parte di un grande Cassino che ha battuto il Colleferro nella finale che si è disputata questa mattina allo stadio Francioni di Latina. “Adesso – ha continuato il sindaco – è giusto che società, staff tecnico, giocatori e tifosi si godano questa vittoria contro un avversario ostico, già vincitore della Coppa Italia e più volte finalista in questa competizione negli ultimi anni. Voglio fare i complimenti a tutta la squadra che, dopo una partenza a dir poco in salita, sta ritrovando la necessaria serenità e con essa la strada giusta per dare grande soddisfazioni ai propri tifosi. E se questo si sta verificando grande merito, ovviamente, è anche del presidente Nicandro Rossi e di una società che ha saputo tenere coeso il gruppo nei momenti di difficoltà e che ha avuto il coraggio di dare quel cambio di marcia che si era reso necessario ad un certo punto della stagione. La Coppa giunge a compimento di questo percorso che ha visto il Cassino sapersi rialzare dalle difficoltà iniziali; un traguardo prestigioso arrivato in una bellissima giornata, con la trasferta di Latina che è diventata una festa dei tifosi, delle famiglie e di tutti i cassinati. La vittoria della Coppa, pertanto, la vogliamo interpretare anche come un auspicio per il girone di ritorno del campionato del Cassino con l’augurio che a fine stagione arrivi il tanto sospirato salto in serie D. Sono certo che i colori biancoblu torneranno presto a sventolare ai livelli che ci competono”.

6 gennaio 2016 0

Torna a Cassino la tradizione della Pasquetta Epifania

Di admin

Cassino – Prima l’esibizione nel Chiostro del Bramante a Montecassino, poi, per la prima volta l’esibizione in Basilica, attraversando la Porta Santa. In serata l’appuntamento nella chiesa di Sant’Antonio, dove ad attendere il gruppo c’erano il vescovo Gerardo Antonazzo, il sindaco Giuseppe Golini Petrarcone e centinaia e centinaia di persone. Una grande emozione quella vissuta, ancora un volta, dal gruppo di musici e cantori della Pasquetta Epifania, diretto dal Maestro Marcello Bruni. Fino all’alba di oggi il gruppo composto da una sessantina di persone, tra cui diversi bambini, ha percorso in lungo e largo la città, per diffondere l’antico inno che meglio rappresenta il cuore della vecchia Cassino.

La prima tappa, quella che apre il peregrinare, è avvenuta nel chiostro del Bramante alla presenza dell’abate Donato Ogliari, il quale, dopo aver ascoltato le note memorabili a tutti i cassinati e non, ha accompagnato il gruppo nella Basilica oltrepassando con loro la Porta Santa soffermandosi, sempre con loro, dinanzi al presepe. Un momento toccante al termine del quale l’abate ha sottolineato: “La peculiarità di quest’anno è stato il passaggio dalla Porta Santa che si sposa e si coniuga con il messaggio della Pasquetta Epifania perché è un messaggio di pace, di amore, di gioia. Il ricordare a tutti noi le nostre radici cristiane che sono alla radice dei nostri rapporti umani, quando questi sono sinceri e giusti e onesti nei confronti di tutti gli altri Il messaggio della Pasquetta quest’anno ha ricevuto un sigillo spirituale che è quello che in fondo la motiva nella profondità”.

Dopo la seconda tappa in piazza Diaz il gruppo ha iniziato dal rione Colosseo il suo viaggio, arrivando intorno alle 21.30 all’interno della parrocchia di Sant’Antonio gremita all’inverosimile. Dinanzi l’altare il vescovo Gerardo Antonazzo, il sindaco Giuseppe Golini Petrarcone e il parroco don Benedetto Minchella, che da 19 anni apre le porte della parrocchia la sera del 5 gennaio. Al termine dell’esecuzione de La Pasquetta, riscritta dal compianto M° Pio Di Meo, prima e della canzone Vecchia Cassino, versi del poeta Gino Salveti, musica del Maestro Donato Rivieccio, orchestrata sempre dal Maestro Pio Di Meo dopo, il vescovo Antonazzo ha preso la parola. “Attraverso questa manifestazione – ha rimarcato – contribuite a restituire alla città la sua vera anima. Queste manifestazioni – ha detto ancora il vescovo – aiutano a ritrovare e a riannodare con la vita di tutti i giorni, le radici più vere che vivono, sopravvivono e vengono nutrite in questo modo da voi. Aspetti nobili e bellissimi che voi contribuite a curare e di cui una città ha estremamente bisogno”. “Il passaggio, il suono e il canto de La Pasquetta – ha affermato il sindaco Petrarcone – è la vera essenza dell’essere cassinesi. Voglio ringraziare tutti coloro che fanno in modo che questa tradizione vada avanti. Il mio auspicio è che questa tradizione venga tramandata ai bambini presenti, i quali devono sapere che Cassino è una città che ha vissuto degli anni diversi che rimangono nei nostri cuori”.

A sorpresa il primo cittadino ha voluto far dono ad Antonio Marzocchella, presidente dell’associazione culturale Vecchia Cassino, organizzatrice dell’evento, tramite lui a tutti i componenti, della medaglia commemorativa del 70° anniversario della distruzione della città di Cassino e dell’abbazia. Medaglia realizzata dal consigliere Danilo Salvucci. Archiviata la XIX edizione già si pensa alla XX edizione del 2017.

6 gennaio 2016 0

Incidenti, feriti, multe e sequestri, il bilancio della polizia stradale durante festività

Di admin

Frosinone – Diciassette incidenti con 25 feriti, 257 infrazioni al codice della strada comminate ad altrettanti automobilisti sono il bilancio della polizia stradale di Frosinone in questi giorni di festività. Nei due fine settimana, la stradale diretta dal vice questore Vincenzo Lombardo, ha visto l’impiego di 230 pattuglie della Polstrada su tutto il territorio provinciale. Tra le infrazioni, 22 sono state rilevate per eccesso di velocità, 17 per il mancato uso delle cinture di sicurezza; 263 i conducenti controllati con l’etilometro ed il precursore, 9 di loro sono stati contravvenzionati per superamento dei valori consentiti, e 2 denunciati per guida in stato di ebbrezza. Nel corso di un servizio di vigilanza in ambito autostradale sono state sequestrati 450 kg di sostanza stupefacente, del tipo marijuana, ed arrestate 2 persone per detenzione ai fini di spaccio, mentre 5 sono state denunciate per possesso di fuochi d’artificio e ricettazione di telefoni cellulari e tablet.. Nello stesso periodo sulla rete stradale di competenza – provinciale ed autostradale – sono stati decurtati 299 punti patente ed effettuati 1059 soccorsi ad utenti.