Giorno: 7 gennaio 2016

7 gennaio 2016 0

Cassino, pronto soccorso in affanno tra lunghe attese e puzze irrespirabili

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – Pronto soccorso di Cassino in tilt. Sembra che da diversi giorni per poter essere visitati al pronto soccorso a Cassino si debba attendere quasi intere giornate. Come quella di oggi dove sono diverse le persone rimaste in fila dalla mattina fino al tardo pomeriggio. Purtroppo è una situazione al limite delle possibilità umane, sia per chi è in attesa di essere visitato sia per chi invece è li per lavorare e assicurare la sanità tra mille problemi, in primis la carenza di personale nonostante diversi nosocomi del comprensorio abbiano chiuso i battenti e quindi la mole di utenza si è concentrata tutta su Cassino, il personale almeno al pronto soccorso non è stato rinforzato .

Ma nelle corsie si vocifera che ci sono solo due medici. Un incidente, un codice rosso e tutti restano in fila per ore e la gente spazientita continua a chiedere l’intervento dei carabinieri. Nel tardo pomeriggio di oggi poi è successo l’inverosimile. Dai corridoi interni del pronto soccorso si sollevava un odore nauseabondo. Impossibile resistere e respirare. Chi era sulle brandine cercava di resistere coprendosi la bocca con la sciarpa o la maglia. Seduto su una sedia, in disparte era stato “ospitato” un pover’uomo, quello che hanno definito un “barbone”. Emanava un odore che definire sgradevole sarebbe troppo riduttivo. E la puzza ha invaso i meandri del pronto soccorso fino a raggiungere i corridoi che vanno agli ascensori. Tra l’imbarazzo, lo stupore e la nausea dei presenti. Poi per fortuna dopo circa mezzora di puzza profonda, qualcuno ha avuto la brillante idea di chiudere una porta e… la puzza fortunatamente si è alleviata.

7 gennaio 2016 0

Un lupo in pieno centro a Veroli, investito ed ucciso da un’auto

Di admin

Veroli – Un esemplare adulto di lupo era arrivato fino a ridosso del centro urbano di Veroli nella centralissima via Aonio Paleario. Sembrava potesse essere un cane randagio ma quando si alcuni passanti e l’automobilista si sono avvicinati per tentare di soccorre l’animale sperando di poterlo salvare, hanno scoperto che si trattava di un lupo. La strada è praticamente in pieno centro e sorprende come l’animale, solitamente discreto e distante dall’uomo, possa essersi spinto così a ridosso del centro abitato. Sul posto, oltre ai carabinieri, sono arrivati anche gli uomini della Forestale e un veterinario della Asl che hanno stabilito essere un esemplare di circa tre anni. Alcuni residenti hanno riferito che l’animale era già stato visto nella zona. Ermanno Amedei

7 gennaio 2016 0

Serena Mollicone, Il Gup si riserva decisione tra archiviazione e mappatura genetica di Arce

Di admin

Cassino – E’ da poco terminata l’udienza dal Gup del tribunale di Cassino per discutere la richiesta di archiviazione delle indagini sulla morte di Serena Mollicone avanzata dalla procura. Il caso riguarda la 18enne di Arce il cui cadavere venne trovato nel giugno del 2001 in un bosco all’Anitrella. Contro questa decisione l’avvocato Dario De Santis, legale della famiglia Mollicone si è opposto avanzando richieste di ulteriori indagini che prevedano anche la mappatura genetica della popolazione di Arce e non solo . Una proposta supportata dalle consulenza del generale dei carabinieri del Ris Luciano Garofano. “Abbiamo fatto un conto su una ricerca anagrafica – ha detto l’avvocato Dario De Santis – crediamo siano sufficienti tra i mille e i duemila prelievi di dna. Siamo ben al di sotto dei 18mila effettuati per Yara Gambirasio”. Il Gip, dopo aver ascoltato le parti si è riservato di far conoscere la propria decisione nei prossimi giorni. Ermanno Amedei

7 gennaio 2016 0

Volontari ciociari, in Africa per favorire la scolarizzazione dei più poveri del Ruanda

Di admin

Frosinone – In Africa per calibrare al meglio la solidarietà. Sono i volontari dell’associazione Am.I.Africa onlus di Frosinone e dell’Associazione Libertà di Vivere di Alatri da poco tornati dal Ruanda dove hanno investito i fondi raccolti durante iniziative di solidarietà, finalizzate ad arredare la scuola primaria di Mushyga nella provincia di Ngororero, una delle zone più povere al mondo.

I medici Luigi Buonaiuto e Mario Limodio, insieme a Sabrina Benedetti e altri  amici delle due associazioni, potuto valutare di persona i bisogni della popolazione della provincia di Ngororero. Il loro intervento, forte di una piccola somma raccolta in patria con iniziative di beneficenza, si è concentrato sulla scuola primaria di Mushyga provvedendo all’acquisto di banchi che risultavano mancanti in molte delle aule visitate.

Questa scuola ospita 1083 studenti con 21 insegnanti in classi di oltre 80 bambini.

“L’acquisto dei banchi – hanno detto i due medici – ha comportato la visita nella falegnameria per comprarli secondo la prerogativa di spendere bene il denaro destinato ai bambini  propria della nostra Onlus. La missione ha dato altresì il via ad un ulteriore progetto di sostegno scolastico alla scuola materna della parrocchia di Rususa. Il sostegno scolastico richiestoci comprende l’abbigliamento e i sussidi, l’alimentazione tradizionale con Bouilli che è una bevanda nutriente, energetica, equilibrata a base di sorgo, soia e mais. I beneficiari saranno i bambini di famiglie povere o con malati di  HIV che altrimenti non avrebbero avuto accesso alla scolarità”. Solidarietà senza intermediari, insomma, per l’associazione di ciociari.

“Il primo contributo a questo progetto è stato già versato dalla Onlus AM.I.Africa -hanno dichiarato Bonaiuti e Limodio – ci piacerebbe che i bambini, delle scuole della Ciociaria adottassero il progetto, in tal modo si potrà raggiungere il duplice fine della solidarietà e della integrazione tra i popoli”.

Er. Amedei

7 gennaio 2016 0

Immondizia e rifiuti sparsi lungo la strada a Porchio

Di admin

Immondizia e rifiuti di ogni genere sparsi ovunque. A bordo strada e tra la vegetazione. Televisori, elettrodomestici, materassi, damigiane, secchi di vernice, pneumatici, un cumulo di immondizia domestica che dovrebbe essere differenziata, scarti edili e una carcassa di una tv in un piccolo corso d’acqua. E’ questa la situazione, peggiorata purtroppo, in località Porchio al confine tra Cervaro e San Vittore del Lazio nella zona antistante il termovalorizzatore.

Già diverse volte sono intervenute anche le forze dell’ordine sequestrando l’area ma purtroppo oggi si è constato che l’intero tratto di strada sta diventando una “discarica” a cielo aperto e le azioni intraprese finora non sono servite a nulla.

7 gennaio 2016 0

Aversa – Cercano evasore fiscale e trovano una serrra di marijuana

Di admin

Aversa – I militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Aversa, nel corso di un ordinario accesso per fini fiscali effettuato nell’abitazione di un imprenditore, si sono trovati di fronte ad una vera e propria centrale di produzione di sostanze stupefacenti.

Le Fiamme Gialle stavano approfondendo un controllo tributario nei confronti di un’impresa di commercio di autovetture per la quale, da anni, non veniva presentava alcuna dichiarazione dei redditi, quando hanno smascherato l’illecita attività esercitata dal titolare della stessa.

In particolare, nel corso della ricerca della documentazione relativa all’esercizio dell’impresa è stata scoperta, all’interno di un’ampia stanza dell’appartamento, una vera e propria serra attrezzata con autonomo impianto di illuminazione, riscaldamento e ventilazione, in grado di riprodurre artificialmente le condizioni climatiche ideali per la coltivazione di marijuana, nella quale sono state rinvenute quindici piante in piena fioritura pronte per essere lavorate.

Al termine delle attività, la sostanza stupefacente e tutta l’attrezzatura utilizzata per la coltivazione sono state sottoposte a sequestro e M.A., 32enne residente in Villa di Briano, è stato posto a disposizione della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere in attesa del processo.

Il responsabile dovrà rispondere, oltre che per le violazioni di carattere fiscale connesse alla propria attività di commercio di autovetture, del reato di coltivazione di sostanze stupefacenti, che prevede la pena che va dai sei ai venti anni di reclusione.

L’operazione di servizio condotta costituisce un’ulteriore conferma del controllo esercitato dalla Guardia di Finanza sul territorio casertano a tutela della legalità.

Il contrasto ai traffici illegali, come la produzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti, mira alla salvaguardia della vita umana nostra e dei nostri figli.

7 gennaio 2016 0

Sei mezzi distrutti da incendio questa notte nell’azienda Cometal di Ferentino

Di admin

Ferentino –  Sei mezzi sono andati distrutti questa notte in un incendio nell’azienda Cometal di Ferentino. A lanciare l’allarme, poco dopo l’una di questa notte sono state alcune persone che abitano nei pressi dell’azienda che si occupa di lavori metalmeccanici e che ha cantieri in diverse fabbriche.

I mezzi servivano proprio per trasportate operai, circa 50 in tutto, sui vari cantieri. Erano sistemati sotto ad un capannone e il fuoco che le ha avvolte le ha alcune distrutte ed altre seriamente danneggiate.

I vigili del fuoco hanno domato il rogo impedendo che si propagasse. I carabinieri hanno sequestrato l’area e stanno indagando per tentare di scoprire le cause che hanno innescato l’incendio.

Al momento non si esclude nessuna ipotesi.

7 gennaio 2016 0

Lotteria Italia – a Ferentino premio da 50mila euro. A Cassino, Anagni, Castrocielo e Ausonia i biglietti vincenti dei premi di terza categoria

Di admin

Come ogni anno l’estrazione del 6 gennaio dei ricchi premi della lotteria Italia è attesa con trepidazione. L’Epifania si porta via tutte le feste, ma regala come sempre tante emozioni. Il primo da 5 milioni di euro va al tagliando G 050111 venduto a Veronella (provincia di Verona). Il secondo da 2 milioni di euro va al biglietto Q 146948 venduto a San Nicola la Strada (provincia di Caserta). Il terzo premio del valore di un milione e mezzo di euro va al tagliando E 367077 venduto a Roma. Il quarto premio da 1 milione di euro va al tagliando N 235789 venduto a Varese . Il quinto premio da 500.000 euro va al tagliando M 115765 venduto a Como. Poi il sesto premio da 250.000 euro va al tagliando R 451283 venduto a Fabro (in provincia di Terni). Come tradizione ormai, la Ciociaria continua ad essere baciata dalla fortuna. Questa volta la dea bendata ha fatto tappa con un premio da 50.000 euro a Ferentino. Per i premi di terza categoria invece spuntano anche i nomi delle città di Cassino, Castrocielo, Ausonia e Anagni dove sono stati venduti i biglietti che ora valgono 25.000 euro. Di seguito tutti i numeri dei biglietti estratti: Premi da 50.000 euro.

Numero: N 059782 venduto a Roma Numero: F 045109 venduto ad Arzano (NA) Numero: M 304594 venduto a Perugia Numero: N 445032 venduto a Scandicci (FI) Numero: F 148712 venduto a Messina Numero: N 289700 venduto a Casorate Primo (PV) Numero: I 409005 venduto a Foggia Numero: I 336350 venduto a Mirabella Eclano (AV) Numero: G 136384 venduto a Novi Ligure (AL) Numero: P 300603 venduto a Marghera (VE) Numero: T 243656 venduto a Battipaglia (SA) Numero: C 101037 venduto a Caponago (MB) Numero: U 115098 venduto a Miglianico (CH) Numero: U 158462 venduto a Putignano (BA) Numero: B 016705 venduto a Bubano (BO) Numero: G 134970 venduto a Roma Numero: N 289766 venduto a Milano Numero: D 153712 venduto a Savignano sul Rubicone(FC) Numero: R 141740 venduto a Pietrelcina (BN) Numero: A 067796 venduto ad Albano laziale (RM) Numero: R 064565 venduto a Erbusco (BS) Numero: N 115963 venduto a Fiumicino (RM) Numero: P 088851 venduto a Ceriale (SV) Numero: N 355177 venduto a Ferentino (FR) Numero: M 436777 venduto a San Polo di Enza (RE) Numero: D 034185 venduto a Rapallo (GE) Numero: A 345519 venduto a Bologna Numero: C 021852 venduto a Orbassano (TO) Numero: C 135731 venduto a Roma Numero: N 329388 venduto a Magliano Sabina (RI) Numero: Q 159032 venduto a Grado (GO) Numero: I 094655 venduto a Roma Numero: B 119521 venduto a Ferrara Numero: R 199106 venduto a Salzano (VE) Numero: M 156008 venduto a Sant’Ilario d’Enza (RE) Numero: B 465873 venduto a Castrovillari (CS) Numero: I 466486 venduto a Erbusco (BS) Numero: G 230259 venduto a Passons (UD) Numero: N 034879 venduto a San Benedetto del T. (AP) Numero: A 265196 venduto a Concesio (BS) Numero: L 378690 venduto a Roma Numero: B 252586 venduto a Castiglione dei Pepoli (BO) Numero: I 348672 venduto a Livorno Numero: M 169752 venduto a Legnano (MI) Numero: B 143910 venduto a Erbusco (BS) Numero: P 183439 venduto a Borgone Susa (TO) Numero: T 359200 venduto a Roma Numero: T 232741 venduto a Falerone (FM) Numero: B 034878 venduto a Villa Pedergnano (BS) Numero: Q 429692 venduto a Torino di Sangro (CH)

Ecco i premi da 25.000 euro

Numero: C 096099 venduto a Belforte Monferrato Numero: Q 407599 venduto a San Severo Numero: F 232643 venduto a Boscoreale Numero: T 177394 venduto a Gualdo Tadino Numero: Q 277412 venduto a Roma Numero: I 066090 venduto a Sassuolo Numero: V 039489 venduto a Roma Numero: A 471541 venduto a Modena Numero: I 210872 venduto a Sant’Agata di Puglia Numero: C 147614 venduto a Bruzolo Numero: D 191373 venduto a Vimodrone Numero: O 060362 venduto a Riccione Numero: M 115490 venduto a Como Numero: I 058376 venduto a Napoli Numero: N 200127 venduto a Milano Numero: S 064836 venduto a Gallicano nel Lazio Numero: R 013424 venduto a Mondolfo Numero: A 032650 venduto a Civate Numero: G 255942 venduto a Leverano Numero: B 443351 venduto a Modena Numero: A 313151 venduto a Napoli Numero: N 376748 venduto a Novi Ligure Numero: P 143743 venduto a Tivoli Numero: D 445660 venduto a Modena Numero: D 319196 venduto a Roma Numero: F 047357 venduto a Verona Numero: O 243328 venduto a Somaglia Numero: B 489114 venduto a Frascati Numero: D 256737 venduto a Modena Numero: G 076395 venduto a Novara Numero: M 054555 venduto a Fermo Numero: T 499074 venduto a Reggio Emilia Numero: M 374901 venduto a Roma Numero: G 003281 venduto a Crotone Numero: G 178366 venduto a Mortegliano Numero: O 412656 venduto a Marigliano Numero: L 263042 venduto a San Giovanni in Persiceto Numero: M 066640 venduto a Sant’Omobono Terme Numero: T 490882 venduto a Moncalieri Numero: T 226283 venduto a Roma Numero: D 093268 venduto a Gello Numero: P 237945 venduto a Enna Numero: O 154887 venduto a Arese Numero: A 281581 venduto a Teano Numero: T 305255 venduto a Modena Numero: A 104044 venduto a Calolziocorte Numero: N 305094 venduto a Campogalliano Numero: M 126182 venduto a San Giuliano Milanese Numero: C 367375 venduto a Palermo Numero: P 011508 venduto a Palermo Numero: G 292660 venduto a Castelnuovo Berardenga Numero: O 009049 venduto a Cavallino Numero: E 446541 venduto a Anagni Numero: N 306011 venduto a Milano Numero: F 197598 venduto a Campagna Numero: L 144762 venduto a Corsico Numero: F 025460 venduto a Tavagnacco Numero: O 442583 venduto a Orbetello Numero: O 284725 venduto a Roma Numero: Q 221682 venduto a Gallarate Numero: D 083294 venduto a Pomezia Numero: N 158196 venduto a Roma Numero: B 189387 venduto a Aiello del Sabato Numero: D 388086 venduto a Mirabella Eclano Numero: I 346506 venduto a Marigliano Numero: O 223618 venduto a Cimitile Numero: P 094415 venduto a Vecchiano Numero: G 402022 venduto a Silvi Numero: B 089115 venduto a San Giorgio a Liri Numero: D 466869 venduto a Venezia Numero: C 053159 venduto a Vittorio Veneto Numero: P 474490 venduto a Milano Numero: D 019854 venduto a Ispra Numero: F 314383 venduto a Roma Numero: A 123399 venduto a Bologna Numero: B 126871 venduto a Napoli Numero: E 148463 venduto a Città della Pieve Numero: E 313634 venduto a San Nicola la Strada Numero: U 137916 venduto a Roma Numero: I 362979 venduto a Modena Numero: A 166240 venduto a Castrocielo Numero: G 194956 venduto a San Giorgio di Mantova Numero: E 243531 venduto a Giussano Numero: L 388855 venduto a Castelnuovo di Porto Numero: F 092557 venduto a Anagni Numero: U 148949 venduto a Binasco Numero: N 062649 venduto a Roma Numero: M 207280 venduto a Bagno a Ripoli Numero: E 139582 venduto a Salbertrand Numero: L 404730 venduto a Napoli Numero: P 034749 venduto a Lecco Numero: D 030541 venduto a Civate Numero: D 181028 venduto a Siena Numero: P 300910 venduto a Monte Sant’Angelo Numero: P 010447 venduto a Rapallo Numero: M 430533 venduto a Rezzato Numero: I 115044 venduto a Milano Numero: V 026909 venduto a Milano Numero: Q 360617 venduto a Domodossola Numero: Q 083061 venduto a Erbusco Numero: B 208271 venduto a Roma Numero: R 348177 venduto a Cassino Numero: B 210142 venduto a Nichelino Numero: P 023388 venduto a Roma Numero: R 476855 venduto a Roma Numero: L 175753 venduto a Grumello del Monte Numero: S 031407 venduto a Giulianova Numero: M 256708 venduto a Tolentino Numero: I 107057 venduto a Carpi Numero: M 109585 venduto a Imperia Numero: S 426394 venduto a Cimitile Numero: I 160583 venduto a Lecco Numero: Q 305046 venduto a Milano Numero: O 008892 venduto a Ispica Numero: S 327566 venduto a Ravenna Numero: I 256610 venduto a Lecco Numero: F 234719 venduto a Torino Numero: B 146317 venduto a Voghera Numero: N 191502 venduto a Napoli Numero: N 220054 venduto a Botticino Numero: M 499210 venduto a Modena Numero: L 139722 venduto a Zola Predosa Numero: B 118493 venduto a Carrara S. Giorgio Numero: A 029088 venduto a Castagnole delle Lanze Numero: L 029972 venduto a San Biagio di Callalta Numero: D 190355 venduto a Torino Numero: L 363000 venduto a Casalbuono Numero: M 230371 venduto a Vallo della Lucania Numero: S 432790 venduto a Ascoli Piceno Numero: E 436254 venduto a Francavilla Fontana Numero: T 271918 venduto a Firenze Numero: F 054549 venduto a Ausonia Numero: B 198127 venduto a Cerignola Numero: E 374557 venduto a Roma Numero: E 078386 venduto a Milano Numero: Q 098737 venduto a Osio Sopra Numero: P 113158 venduto a Termini Imerese Numero: D 079871 venduto a Metaponto Numero: P 477551 venduto a Torre Canne (Fasano) Numero: C 095973 venduto a Ferrara Numero: S 325682 venduto a Rosarno Numero: I 356754 venduto a Vicenza Numero: C 323324 venduto a Firenze Numero: T 241815 venduto a Lucignano Numero: B 151307 venduto a Todi Numero: P 472255 venduto a Roma Numero: P 035389 venduto a Mesagne Numero: P 206671 venduto a Roma Numero: P 176435 venduto a San Candido Numero: C 165510 Civitella Val di Chiana

Natalia Costa