Giorno: 18 gennaio 2016

18 gennaio 2016 0

Il festival “La Zampogna” premia Francesco De Gregori

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Formia – Oltre 5mila persone hanno partecipato domenica 17 gennaio a Maranola alla giornata conclusiva della 23esima edizione de “La Zampogna – Festival di musica e cultura tradizionale”.

Un risultato importante che, ancora una volta, conferma la validità dell’iniziativa dedicata ad uno strumento musicale tradizionale molto particolare e a tutto il mondo di storie e di attività e di professioni che gli sta intorno.

Ma è la qualità e l’originalità del progetto culturale, coordinato da Ambrogio Sparagna e Erasmo Treglia, a far sì che in un periodo di bassa stagione e con gran parte delle attività in programma realizzate all’aperto, comunque il territorio del sud pontino diventi meta privilegiata di un gran numero di appassionati e turisti, in particolare provenienti da fuori regione, con grandi ricadute per l’economia locale e per la promozione in generale di tutta l’area.

Molti gli artisti protagonisti e i giovani musicisti premiati ma di grande rilevanza è stata la partecipazione di Francesco De Gregori che ha ricevuto il Premio La Zampogna 2016 per la grande attenzione da sempre dedicata alla musica popolare e al folk. De Gregori ha piantumato un sorbo nel giardino Alberi di Canto di Maranola e ha ricevuto in premio una zampogna realizzata dalla liuteria di Marco Tomassi.

La sua presenza al Festival, il suo stare insieme a zampognari e voci popolari, ha dato certamente un grande valore agli sforzi di quanti difendono, valorizzano e praticano l’arte delle zampogne.

E nel ricevere il Premio Francesco De Gregori ha ribadito: “ho sempre amato il folk ma questo premio è un invito a me e a tutti a conoscere più da vicino le storie di questi straordinari musicisti e a condividere le passioni che animano un mondo di suoni affascinante”.

Appuntamento alla prossima edizione.

18 gennaio 2016 0

Ventenne racconta di essere stata palpeggia da tre uomini di colore a Frosinone, indagini in corso

Di admin

Frosinone – Ha raccontato agli agenti della polizia di essere stata avvicinata da tre uomini di colore che avrebbero tentato di palpeggiarla nelle parti intime.

Sono al vaglio degli investigatori della Squadra Mobile le dichiarazioni di una 20enne di Frosinone che ha lanciato l’allarme, questa sera al 113.

La ragazza, in evidente stato di shock ha raccontato di essere scesa da un pullman e di essere stata avvicinata dai tre individui, certamente stranieri, le cui intenzioni si sarebbero subito palesate quando hanno iniziato a palpeggiarla.

Nessun testimone ha assistito all’accaduto.

La ragazza è stata accompagnata in ospedale e sottoposta ad accertamenti mentre gli uomini della Mobile hanno dato il via alle indagini.

 

18 gennaio 2016 0

Incidente mortale ad Aprilia, 69enne si scianta contro un albero

Di admin

Aprilia – Alla guida della sua auto si è schiantato contro un grosso albero rimanendo ucciso. E’ accaduto nel tardo pomeriggio di oggi ad Aprilia, in contrada Campoverde.

Erano le 17, circa, quando la Honda Civic, per cause ancora al vaglio dei carabinieri della compagnia di Aprilia, si è schiantata contro un alto fusto. Nessuna altra auto è rimasta coinvolta nel sinistro.

I vigili del fuoco di Aprilia arrivati in pochi minuti in via Virgilio, all’incrocio con via Rosselli, nulla hanno potuto fare se non liberare dalle lamiere il corpo esanime del 69enne.

 

18 gennaio 2016 0

Aquino, in fiamme un contatore dell’ energia elettrica

Di redazione

Aquino– Tanta paura nella prima serata di oggi quando, per cause da chiarire, è andato in fiamme un contatore dell’ energia elettrica ad Aquino. Immediatamente è stato richiesto l’intervento dei vigili del fuoco di Cassino su via Risorgimento. Il contatore si trovava nei pressi di un’abitazione. Le fiamme hanno spaventato i residenti, ma fortunatamente non ci sono state conseguenze gravi e la squadra di soccorso ha messo subito in sicurezza la zona. N.C. Foto d’archivio

18 gennaio 2016 0

Prigionieri nel crepaccio a Campo Staffi, due escursionisti romani salvati a Filettino

Di admin

Filettino – La neve gelata ha tirato loro un brutto scherzo e sono scivolati in un crepaccio durante una escursione a Campo Staffi nel comune di Filettino. P

er loro fortuna, i due escursionisti romani hanno perso l’equilibrio, tutte le attrezzature, ma non il telefono cellulare.

E’ stato grazie al telefonino, infatti, che hanno chiamato i soccorritori. In loro aiuto sono arrivati i carabinieri di Filettino e di Trevi nel Lazio che, grazie all’ausilio di una lunga corda, sono riusciti a tirarli in salvo.

Le loro condizioni, dopo una visita in ospedale, sono state giudicate buone.

 

18 gennaio 2016 0

Omicidio a Forano (Ri), spacca la testa al vicino perchè fa costruzioni abusive

Di admin

Forano (Ri) – Lo hanno trovato riverso a terra con la testa fracassata. Ad avvisare che Alberto Lucarelli 73 anni, originario di Roma ma residente a Forano in provincia di Rieti fosse riverso a terra, agonizzante, è stato ieri pomeriggio alle 18.30, un suo conoscente che ha chiamato i carabinieri. L’uomo, pensionato, aveva evidenti lesioni alla testa ed al corpo provocate da un corpo contundente. I militari della compagnia carabinieri di Poggio Mirteto intervenuti insieme ai sanitari del 118, hanno soccorso l’anziano privo di sensi, ma ancora in vita trasportandolo in codice rosso presso il policlinico universitario Gemelli di Roma. Il ferito, a causa delle gravi lesioni, però, è morto alle successive 21.10.

Nel frattempo, i carabinieri della compagnia di Poggio Mirteto e della stazione di Stimigliano, hanno iniziato ad indagare fino ad arrivare ad un conoscente della vittima, tale D. L., nato a Magliano Sabina (Ri) 46 anni fa, impiegato, incensurato.

Il reo, dapprima parzialmente ed in seguito in maniera completa, ha ammesso le proprie colpe, confessando che verso le ore 18 aveva aggredito con violenza la vittima, motivando il gesto con vecchi rancori personali legati a presunti abusi edilizi della vittima.

Dopo aver riconosciuto le proprie colpe, D. L. ha raccontato di aver bruciato i vestiti indossati durante l’aggressione in un fondo agricolo vicino e di aver gettato l’arma del delitto, una spranga in ferro di circa un metro di lunghezza, nel fiume Tevere. Il magistrato di turno della procura della Repubblica presso il tribunale di Rieti, Maruotti, intervenuto sul posto per coordinare l’attività investigativa, durante la notte dopo aver interrogato l’indagato presso gli uffici della compagnia carabinieri di Poggio Mirteto, alle ore 4,56 ha disposto il fermo quale indiziato di delitto per omicidio aggravato nei confronti di D.L., che è stato accompagnato presso la casa circondariale di Rieti.

18 gennaio 2016 0

Bufera di neve tra Sant’Elia a Pianisi e Ripabottoni, chiusa la strada statale 212 “della Val Fortore”

Di admin

Anas comunica che, a causa di una bufera di neve sulla sede stradale, è stato provvisoriamente chiuso al traffico – in entrambi i sensi di marcia – il tratto compreso tra il km 94,000 e il km 104,000 della strada statale 212 “della Val Fortore”, nei territori comunali di Sant’Elia a Pianisi e Ripabottoni, in provincia di Campobasso. I percorsi alternativi sono segnalati in loco. Personale e mezzi Anas sono al lavoro per ripristinare le condizioni di sicurezza della viabilità il prima possibile, compatibilmente con l’evolversi della situazione meteorologica.

Contestualmente, sempre a causa delle avverse condizioni meteorologiche, attualmente il traffico è bloccato – in entrambi i sensi di marcia – lungo la strada statale 647 “Fondo Valle del Biferno”, in corrispondenza del km 20,600, nel territorio comunale di Castropignano, in provincia di Campobasso, a causa di un mezzo pesante intraversatosi. Il traffico proveniente da Termoli viene deviato lungo la strada statale 647dir/B, mentre il traffico proveniente da Benevento/Isernia viene deviato sulla strada provinciale ‘Fondo Valle Rivolo’.

18 gennaio 2016 0

Incidente stradale sull’A1 a San Vittore, otto feriti. Sul posto 4 ambulanze

Di admin

San Vittore del Lazio – Otto feriti tra codici gialli e codici verdi è il bilancio di un incidente stradale avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri, sul tratto autostradale Roma Napoli tra i caselli di San Vittore del Lazio e Caianello. Il traffico veicolare sull’importante arteria stradale che collega il nord al sud del Paese è stato intenso nell’ultimo fine settimana e non sono mancati incidenti. Nel caso di ieri pomeriggio a tamponarsi violentemente sono state due vetture sulle quali viaggiavano in tutto otto persone tutte rimaste ferite. Sul posto, quindi, sono arrivati gli agenti della polizia stradale della sottosezione di Cassino che hanno impedito ad altre auto di rimanere coinvolte nello schianto. C’è stato bisogno anche di quattro ambulanze per trasportare i feriti distribuendone sei nell’ ospedale di Cassino e due in quello di Caianello. Quatto ambulanze arrivate in loco con grande difficoltà con qualche strascico di polemiche per presunti ritardi subito smentiti dalla direzione dell’Ares di Frosinone. L’intervento di autostrada dei mezzi di soccorso, però, resta un problema serio che andrebbe affrontato in modo diverso. Fino a qualche tempo fa, nei giorni di traffico intenso era la stessa società autostrade a prevedere la presenza di ambulanze e carri attrezzi su aree di servizio in modo tale da accelerare i tempi del soccorso e non far rimanere sguarnito il territorio. Sarebbe auspicabile tornare a quella organizzazione. Er. Amedei

18 gennaio 2016 0

Ricercato in tutta Europa, Rumeno arrestato dalla Polizia Stradale a Frosinone

Di admin

Frosinone – Sulla sua testa pendeva un mandato di cattura europeo per furto aggravato ma la sua latitanza si è conclusa a Frosinone. Ieri notte, una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone ha controllato un’auto con targa bulgara. A bordo un 30enne di origine rumene, residente in provincia di Salerno. Il giovane è apparso agli agenti particolarmente agitato: la motivazione è stata presto compresa. Dagli accertamenti presso la banca dati interforze è emerso a carico del ragazzo un mandato di ricerca europeo emesso dall’Autorità Giudiziaria Rumena. Il 30enne deve, infatti, espiare una pena di 4 anni e 2 mesi connessa ad una condanna per furto aggravato. Alla luce del provvedimento pendente, il cittadino rumeno è stato associato presso la Casa Circondariale di Frosinone, a disposizione della competente Corte di Appello di Roma. Finisce in galera, quindi, un presunto ladro, grazie alla polizia stradale, ma anche alla giustizia rumena che prevede pene dure per malfattori senza accordare loro alcuno sconto. Se a giudicare il 30enne fosse stato un tribunale italiano, la condanna per furto aggravato sarebbe stata tale da non fargli scontare neanche un giorno di carcere. Ermanno Amedei

18 gennaio 2016 0

Maltempo nel reatino, alberi abbattuti dal vento travolgono auto e case

Di admin

Rieti – Il forte vento ha dato filo da torcere ai vigili del fuoco di Rieti, intervenuti ieri su tutto il territorio provinciale sabino.

Il primissimo intervento si è avuto nell’impianto sportivo di calcio “Ciccaglioni” sulla Via del Terminillo dove a causa del forte vento la copertura di una falda del tetto era stata in parte divelta. I Pompieri hanno messo in sicurezza l’intera area e permettendo alle due squadre immediatamente dopo di poter disputare la loro partita. Contemporaneamente alle ore 9.20 il distaccamento di Poggio Mirteto è intervenuta per una pianta di grosse dimensioni caduta su di una casa in località di Poggio Catino in Via Sant’Agostino (come da foto foto) dove solo il caso ha voluto che nessuna persona fosse coinvolta. Nel corso della mattinata anche il Distaccamento di Posta aveva a che fare con un intervento dovuto al forte maltempo che in quel momento imperversava sulla zona di Amatrice, e precisamente nella Frazione di Sant’Angelo, dove una autobotte adibita al trasporto del latte usciva dalla sede stradale mettendosi in una posizione di pericolo. Al loro arrivo i Vigili del Fuoco hanno riportato il pesante automezzo sulla carreggiata. Mentre i Pompieri della Sede Centrale effettuavano vari interventi per la rimozione di varie piante cadute anch’esse a causa del forte vento sulla sede stradale, la più grossa a ridosso dell’abitato di Capradosso, una seconda pianta di grosse dimensioni cadeva nel paese di San Polo di Tarano (Come da foto) precipitando sopra il tetto di una casa abitata. Anche quì per fortuna, come nei precedenti interventi, non si sono avuti feriti, ma per togliere il grosso tronco si è dovuta far intervenire dalla Sede Centrale di Rieti anche l’Autogrù. Appena terminato di liberare il tetto gli stessi Pompieri del Distaccamento di Poggio Mirteto si sono dovuti recare urgentemente nel Comune di Magliano Sabino in Località Madonna degli Angeli dove una autovettura era uscita fuori strada finendo la sua corsa nel dirupo sottostante. Presenti in posto i Carabinieri della locale stazione e i Sanitari del 118, sempre di Magliano, che insieme ai Vigili del Fuoco portavano in salvo il conducete dell’autovettura in forte stato di shock e recuperavano l’auto riportandola sulla sede stradale.