Giorno: 22 gennaio 2016

22 gennaio 2016 0

Premio Asdoe assegnato a Carla Fracci. La grande artista ospite a Cassino.

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino– Quest’anno il prestigioso premio Asdoe è stato assegnato alla regina della danza classica Carla Fracci. La cerimonia di premiazione si è svolta in un’affollatissima aula Pacis. L’attribuzione dell’ importante riconoscimento è stata comunicata da Antonio Riccardi, presidente dell’Asdoe, associazione docenti europei,sede di Cassino, a nome del comitato scientifico del premio nazionale formato da Gabriella Latempa, Annamaria Cicellini,Santa Mastroianni, Giuseppe De Sano e Agostino Scappaticci. In un momento di grande emozione Carla Fracci ha ricevuto il premio che ogni anno viene attribuito a personalità che si sono distinte per meriti culturali, professionali, artistici e sportivi e per il contributo dato alla formazione delle giovani generazioni. Soddisfazione è stata espressa dal presidente Riccardi per il premio consegnato ad una persona di grande umanità e sensibilità,dalle doti comunicative e con una carriera luminosissima.L’apprezzatissima artista italiana, Carla Fracci, nel suo intervento ha manifestato grande soddisfazione e ha ringraziato il comitato per il riconoscimento ricevuto. Allo stesso tempo ha invitato tutti alla riflessione sullo “stato del balletto” in Italia. Ha espresso preoccupazione per un settore che non presenta coordinamento nazionale che lo sovvenzioni. È emerso anche un certo rammarico poiché, secondo le sue considerazioni,il balletto sta vivendo un momento difficile e non c’è una compagnia nazionale di balletto. Manca dunque un’accademia nazionale che aggreghi ,stimoli e offra sovvenzioni. Tutto viene lasciato alla buona volontà dei singoli e delle scuole private. N.C. Foto A.Ceccon

22 gennaio 2016 0

I due denunciati ieri a Sant’Angelo stavano facendo la ronda contro i furti

Di admin

Cassino – Erano due uomini che facevano la ronda contro i furti, quelli che ieri sera sono stati denunciati dagli agenti di polizia del commissariato di Cassino a Sant’Angelo in Theodice.

Da tempo la zona è duramente colpita dai ladri e l’allarme sociale tra i residenti è elevatissimo. Con i social network, gruppi whatsapp, la gente si scambia informazioni, allarmi e si organizza.

Leggi

Ieri sarebbe accaduto che i due avrebbero scambiato la macchina di un uomo in attesa delle donna, in un punto discreto, e lo avrebbero spaventato sparando con la scacciacani.

All’arrivo degli agenti di polizia comandati dal vice questore Nicola Donadio sarebbe nata una discussione sui motivi per i quali i due si trovavano per strada armadi di coltello, roncola e scacciacani. La denuncia è stata quindi inevitabile, ma a Sant’Angelo si gioca una partita difficile.

La gente si sente sotto assedio dei ladri. I furti si ripetono e il territorio vasto e con molte vie di fuga verso il casertano, rende difficile il controllo. La tentazione di creare un sistema di autodifesa è comprensibile ma pericolosa.

Ieri sera ne è stata la riprova. Un sistema di sorveglianza civile è quanto mai auspicabile, ma deve consistere solo nella sorveglianza e nella segnalazione di fatti anomali alle forze dell’ordine. Nessuna iniziativa può o deve essere presa autonomamente.

La polizia, inoltre, sta disponendo nella zona un servizio di controllo rafforzato per arginare le scorribande ladresche.

Ermanno Amedei

22 gennaio 2016 0

In giro con roncola, pistola scacciacani e un coltello. Due uomini denunciati a Cassino

Di redazione

Cassino– Due uomini, rispettivamente di 61 anni e 50 anni, sono stati bloccati dalla polizia nella serata di ieri nei pressi del cimitero di Cassino. I due, infatti, se ne andavano in giro con roncola, un coltello ed una pistola scacciacani con 6 cartucce. Ad intervenire prontamente una pattuglia del commissariato di Cassino. Alla vista degli agenti un passante ha infatti segnalato di aver udito colpi d’arma da fuoco e di aver notato due uomini. Sono State così raggiunte le due persone che, per motivi da chiarire, si trovavano in possesso ingiustificato delle armi in questione e degli oggetti atti ad offendere. È immediatamente scattata la denuncia per i due uomini. Porto abusivo di armi ed esplosioni pericolose per uno, possesso ingiustificato di armi ed oggetti atti ad offendere per l’altro. N.Costa

22 gennaio 2016 0

Raffica di furti nella Chiesa Madre di Cassino, l’Assunta nel mirino dei ladri

Di admin

Cassino – Furti sacrileghi nella chiesa Madre di Cassino. L’ultimo, in ordine di tempo, sarebbe avvenuto prima di ieri sera quando i parrocchiani si sono accorti che che dalla statua della Madonna dell’Assunata alla quale i cassinati sono profondamente devoti, mancava il turibolo, il dispensore di incenso.

Immediatamente, temendo che il ladro tornasse a colpire, sono stati tolti dalla statua le corone alla Madonna e al Bambinello. Purtroppo i furti, si ripetono da giorni nella cattedrale della Città Martire.

Subito dopo Natale sono stati rubati, nell’ordine e a più riprese, una caraffa in argento dal Santissimo, un candeliere a tre candele e, dal presepe, addirittura il bambinello e un angioletto.

La chiesa è dotata di un sistma di videosorveglianza che ha registrato in tutti i casi il volto del ladro di cui, però, non si conosce l’identità. Del caso se ne stanno occupando i carabinieri della compagnia di Cassino.

er. Am.