pubblicato il1 gennaio 2016 alle 18:53

Furti ad Atina, fermata banda di sospetti. Due denunce e un arresto

Atina – Un gruppo di persone sospette è stato fermato dal carabinieri di Atina e si pensa che possano essere coinvolti con una serie di furti in abitazione commessi nella zona nei giorni scorsi.
I carabinieri di Atina e di Alvito hanno notato aggirarsi nei pressi di abitazioni isolate un’Audi con targa straniera e feramta e controllata a bordo vi erano tre cittadini di nazionalità serba-montenegrina provenienti dal campo nomadi di Secondigliano.

faccedivita.it

Nel corso del controllo all’interno dell’auto è stata trovata e sequestrata una cassetta porta attrezzi contenente arnesi da scasso e due paia di guanti in cotone gommato di colore nero.

I tre sono stati tutti denunciati per possesso ingiustificato di attrezzi da scasso e proposti per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con F.V.O. .

Un controllo più approfondito sui fermati, ha permesso di accertare che a carico di uno di essi pende un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di Associazione per delinquere, emessa in data 05/12/2014 dal Tribunale di Lagonegro (PZ) pertanto, è stato tratto in arresto.

L’arrestato, espletate le formalità di rito è stato associato alla Casa Circondariale di Cassino.

Non si esclude che i predetti possano essere stati gli autori di furti perpetrati nei pressi di abitazioni isolate della zona nei mesi scorsi, luoghi ove i cittadini del posto avevano notato e segnalato un’autovettura della stesso modello.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07