pubblicato il22 gennaio 2016 alle 20:29

I due denunciati ieri a Sant’Angelo stavano facendo la ronda contro i furti

Cassino – Erano due uomini che facevano la ronda contro i furti, quelli che ieri sera sono stati denunciati dagli agenti di polizia del commissariato di Cassino a Sant’Angelo in Theodice.

faccedivita.it

Da tempo la zona è duramente colpita dai ladri e l’allarme sociale tra i residenti è elevatissimo. Con i social network, gruppi whatsapp, la gente si scambia informazioni, allarmi e si organizza.

Leggi

Ieri sarebbe accaduto che i due avrebbero scambiato la macchina di un uomo in attesa delle donna, in un punto discreto, e lo avrebbero spaventato sparando con la scacciacani.

All’arrivo degli agenti di polizia comandati dal vice questore Nicola Donadio sarebbe nata una discussione sui motivi per i quali i due si trovavano per strada armadi di coltello, roncola e scacciacani. La denuncia è stata quindi inevitabile, ma a Sant’Angelo si gioca una partita difficile.

La gente si sente sotto assedio dei ladri. I furti si ripetono e il territorio vasto e con molte vie di fuga verso il casertano, rende difficile il controllo. La tentazione di creare un sistema di autodifesa è comprensibile ma pericolosa.

Ieri sera ne è stata la riprova. Un sistema di sorveglianza civile è quanto mai auspicabile, ma deve consistere solo nella sorveglianza e nella segnalazione di fatti anomali alle forze dell’ordine. Nessuna iniziativa può o deve essere presa autonomamente.

La polizia, inoltre, sta disponendo nella zona un servizio di controllo rafforzato per arginare le scorribande ladresche.

Ermanno Amedei

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07