pubblicato il26 gennaio 2016 alle 14:57

Imbrattano la villa comunale di Frosinone e postano immagini su facebook, denunciati due minorenni

Frosinone Imbrattano con vernice spray la pavimentazione della villa comunale di Froisnone e condividono le immagini su facebook. Risalendo ai profili del social network, gli agenti della questura di Frosinone hanno denunciato due minorenni stranieri. La segnalazione arriva via internet proprio con un messaggio sul profilo facebook quella questura. Un cittadino segnala l’imbrattamento della villa comunale e le foto di quel gesto pubblicate sul social.

faccedivita.it

Le verifiche degli operatori della Polizia di Stato hanno permesso di accertare che effettivamente nel parco cittadino ci sono due scritte, la prima sul pavimento in cotto di uno dei viali della villa, la seconda, riportante sempre la medesima dicitura, su un elemento architettonico   del parco, quest’ultima vergata anche con la “firma” dei writers. Partono le indagini a cura della DIGOS, unitamente al personale della Polizia Locale di Frosinone.

I poliziotti sono riusciti riescono ad individuare su Facebook un profilo nel quale sono postate le foto che ritraggono un ragazzo chino su una scritta di colore nero con una bomboletta spray tra le mani.

Gli investigatori risalgono al titolare del profilo, un sedicenne straniero residente nel capoluogo, che una volta scoperto, ha ammesso la “bravata” compiuta all’interno del parco in compagnia di un suo coetaneo.

Nel corso delle indagini, si giunge all’identificazione del secondo “writer”; anche quest’ultimo davanti agli investigatori ammette le proprie responsabilità.

I due minori sono stati segnalati al Tribunale per i Minorenni di Roma per deturpamento ed imbrattamento delle cose altrui.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07