Mese: febbraio 2016

29 febbraio 2016 0

Fiume di droga dall’Olanda, nessun corriere è ciociaro ma tre indagati sono in carcere a Frosinone

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Frosinone – Hanno sgominato due organizzazioni dedite al traffico internazionale di stupefacenti ma tra i quindici arrestati non vi sarebbe nessun corriere della provincia di Frosinone. In carcere, a Frosinone, però, vi sarebbero tre persone coinvolte nell’operazione odierna, arrestate nel 2012 perchè trovati in possesso di decine di chili di droga tra cocaina, hashish e marijuana.

L’indagine svolta dalla squadra Mobile di Frosinone e dagli agenti del commissariato di Cassino ha avuto inizio nel 2011 quando venne fermato ed arerestato un albanese che riforniva di marijuana le piazze dello spaccio di Cassino e Frosinone. “Lavorando” su di lui gli investigatori arrivarono ad individuare un suo connazionale, Leonard Metushi. Lui era il “livello superiore”; organizzava incontri in Olanda tra “domanda e offerta”, e pianificava i sistemi per far arrivare lo stupefacente in Italia e come piazzarlo. Per questo l’inchiesta passo sotto il coordinamento della Dda di Napoli e nel corso delle indagini, ben presto si arrivò ad individuare in una ditta di trasporti campana, di Antonio Vitiello, il principale sistema per movimentare i quintali di droga concordati nel ristorante Ciao Ciao che Alfredo e Antonio Marsella avevano in Olanda, nella città di Den Hague. Ditta di Trasporti e ristorante, secondo gli inquirenti sarebbero due strumenti finalizzati solamente a facilitare la vera attività del traffico di droga.

A febbraio 2012 Antonio Vitiello e un suo cugino vennero fermati sull’autostrada tra Anagni e Ferentino di ritorno dall’Olanda con 11 chili di cocaina, un chilo di hashish e 2 chili di Marijuana. Da allora sono in carcere a Frosinone dove è stato raggiunto anche da Claudio Monsurrò, arrestato a Latina dagli stessi uomini della Mobile di Frosinone con 22 chili di marijuana. A loro tre, tutti campani, stamattina sono state notificate in carcere gli ordini di custodia cautelare. Gli altri 15 arrestati, tra cui i fratelli Marsella, sono anche loro campani ad eccezione dell’albanese Metushi.

Er. Amedei

Articolo Precedente

29 febbraio 2016 0

“L’età Desideriana, il secolo d’oro dell’abbazia di Montecassino” visto dagli studenti

Di admin

Cassino – Giovedì prossimo, 3 marzo, dalle ore 9,30, presso il Teatro Manzoni di Cassino si terrà la presentazione dei lavori svolti da varie scuole del territorio sul tema: “L’Età desideriana. Percorso di ricerca storica su la più felice stagione del Medioevo cassinese”. I saluti saranno affidati a Dom Donato Ogliari, Abate di Montecassino, la Prof.ssa Giulia Orofino, delegata alla diffusione della cultura e della conoscenza per l’Università di Cassino, il Dott. Giuseppe Golini Petrarcone, Sindaco di Cassino. I lavori svolti dagli studenti verranno presentati attraverso drammatizzazioni, mostre e documenti multimediali. 13 gli istituti coinvolti. Presenteranno l’evento Gaetano Franzese e Maria Concetta Tamburrini.

L’attività, che quest’anno la Fondazione San Benedetto ha proposto alle Scuole,  è un lavoro di ricerca riguardante un momento fondamentale della storia medievale del nostro territorio: L’ETA’ DESIDERIANA, il secolo d’oro dell’abbazia di Montecassino. La finalità di questo studio è di far conoscere ed apprezzare un periodo  particolarmente ricco e significativo del Medioevo cassinese nella consapevolezza che, attraverso l’approfondimento ed il confronto di fonti diversificate, relative soprattutto a temi delle nostre radici, si consolida nei giovani la conoscenza storica e si favorisce la formazione del senso critico. Lo studio ha focalizzato l’attenzione sull’epoca e sulla figura del grande abate Desiderio, personaggio poliedrico, fautore della rinascita spirituale e culturale di quel tempo, nonché promotore di un’intesa tra Papato e Normanni e artefice di un’intensa attività costruttiva che culminò nella riedificazione della basilica di San Benedetto, la cui impronta originaria si riscontra ancora oggi in alcuni elementi della moderna chiesa.

Con questo progetto la Fondazione San Benedetto ha invitato le Scuole del territorio a rileggere una pagina molto significativa della millenaria storia del Monastero benedettino e della Terra di San Benedetto. Dopo la “Pace di San Germano” del 1230, rievocata lo scorso anno nel cortile del Palazzo Badiale, ci si è spostati ancora più indietro nel tempo, fino all’XI secolo, mille anni fa circa, per conoscere un periodo che viene definito “il secolo d’oro di Montecassino… la più felice stagione del Medioevo cassinese”, l’Età desideriana, appunto. Alle Scuole sono stati proposti temi di approfondimento su diversi aspetti che caratterizzarono quell’epoca (gli eventi salienti, i personaggi, le arti, la cultura, le tecniche, l’organizzazione) argomenti scelti e assegnati anche tenendo conto della specificità dei diversi indirizzi di studio.

Ogni Scuola ha sviluppato il tema scelto, adottando liberamente la modalità di presentazione dei risultati. Sono stati realizzati  lavori da esporre nella mostra, drammatizzazioni, dialoghi, prodotti multimediali. E’ un lavoro che può essere definito “collettivo”, intorno ad un’area tematica comune, ma “parcellizato”, perchè ogni tema rappresenta una singola tessera di un più ampio  mosaico.

La manifestazione finale del 3 marzo, nel teatro Manzoni, con la presentazione in sequenza dei lavori prodotti, propone  un percorso conoscitivo che permetta di riaccostare le singole tessere formando un  quadro d’insieme in grado di fornire una visione organica dell’intera ricerca.

29 febbraio 2016 0

Maltempo a Pontecorvo, attivata task force: 15 interventi in 12 ore

Di admin

Pontecorvo – L’ondata di maltempo, preallartata sino a domani, da domenica sera sino a stamattina ha causato diverse emergenze anche a Pontecorvo. Una quindicina gli interventi realizzati dall’Unità di emergenza attivita domenica alle 19. Gli interventi più rilevati, con alberi abbattuti, hanno riguardato via Kennedy, via Lenze, via Aldo Moro, via Salvo D’Acquisto e piazza Annunziata. A dirigente le attività il comandante della polizia locale Luigi Di Chiaro, assieme alla protezione civile e alla ditta Granieri. Ringrazio tutti per la massiccia opera di messa in sicurezza avviata sul territorio. Ma non è finita, i tecnici comunali in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato stanno eseguendo una dettagliata ricognizione del territorio dove abbattere gli alberi ad alto fusto pericolosi per la collettività. Due sono stati abbattuti in piazza Annunziata.

29 febbraio 2016 0

Controlli del territorio a Sora, allontanate due donne

Di admin

Sora – I controlli del territorio da parte dei carabinieri della compagnia di Sora hanno permesso di individuare nei pressi di abitazioni decentrate due donne di etnia rom domiciliate a Roma, già note alle forze delll’ordine mentre si aggiravano con fare sospetto e senza motivi che ne giustificassero la presenza in quei luoghi. Ricorrendone i presupposti di legge, le stesse sono state proposte per l’irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio con divieto di far ritorno in quel comune per anni tre.

29 febbraio 2016 0

Tradizioni e dialetto rivivono in una brillante commedia a Pastena, il plauso di Angelo D’Ovidio

Di admin

Pastena – Un grande evento atteso con vivo interesse dalla comunità pastenese. Ieri pomeriggio nel locale di Rita e Mario Santilli è andato in scena un nuovo grande successo della compagnia teatrale “D’ gl’ chiòtt chiòtt“. Una brillante commedia in tre atti, scritta e diretta da Simona Savone, che ha restituito atmosfere e personaggi del 1955. Una simpatica sceneggiatura, una puntuale interpretazione rigorosamente in dialetto di Pastena e un forte senso di amicizia, sono stati gli ingredienti del successo di pubblica e critica della commedia “L’ crest’ d’ Fripp’ Antoin”.

Il lavoro di Simona Savone è stato come sempre accuratissimo nella ricostruzione di ambienti e nella ricostruzione filologica del dialetto. Le scenografie e i costumi curati rispettivamente da Antonio De Lellis e da Paolo De Lellis hanno fatto il resto insieme alle elaborazioni grafiche di Paola Mancini e ad audio e luci curati dall’associazione “Arte e Musica”, Mimmo Leo e Guglielmo Crescenzi. La compagnia, attiva da molti anni e affiatatissima, ha portato in scena la disavventura di due vicini di terreno molto agguerriti e rappresentanti di due modi di vivere molto diversi che si è conclusa nell’aula del tribunale. Gli interpreti tutti bravissimi hanno saputo far rivivere le atmosfere degli anni ’50 del secolo scorso.

Gli attori Elena Nilo, Emanuele Lauretti, Matilde Mattarocci, Lorenzo Lauretti, Anna De Lellis, Maria Spada, Emilio Martini, Giuseppe Colicci, Mario Abbate, Roberto Frattarelli, Cristiano Spada, Giovanni Sarracino, Moreno Cerroni, Olga Iannozzi, Antonio De Angelis e Graziano Petrucci, hanno suscitato le risate, l’interesse e la curiosità del folto pubblico accorso per assistere alla divertente commedia.

Il già consigliere regionale Angelo D’Ovidio ha commentato: “Non è possibile progettare il futuro se non conosciamo il passato. Il passato significa la nostra storia, le nostre tradizioni. Significa preservare ciò che è stato il nostro paese e che ha dimostrato di saper fare negli anni. Penso che la dimostrazione che ha saputo dare questa manifestazione sia quella trasmettere alle nuove generazioni una parte importante della cultura che ha contraddistinto il tessuto sociale del nostro paese negli anni ’50 del secolo scorso. Penso che tutti questi ragazzi, molto bene assortiti e valorizzati da Simona Savone, abbiano saputo veramente interpretare il testo. Non posso che complimentarmi con tutti per l’ottima riuscita dello spettacolo. Non dico che l’obiettivo sia stato raggiunto, ma sicuramente il primo passo è stato fatto”.

Antonio Nardelli

29 febbraio 2016 0

Cocaina e marijuana al ristorante italiano in Olanda. Corriere di Frosinone arrestato nel 2012

Di admin

Frosinone – Si riunivano in un ristorante italiano a Den Hague in Olanda e lì, oltre a cenare, stabilivano i dettaglio delle spedizioni di droga per rifornire le maggiori piazze di spaccio della Campania e del Basso Lazio. Ad incastrarli sono stati gli uomini della Squadra Mobile di Frosinone e quelli del Commissariato di Cassino che hanno indagato sulla rete di spaccio locale fino a risalire ai grossisti e ai titolari di quel ristorante, oltre ai titolari di una società di trasporto che aveva, tra la merce trasportata, pochi volumi di roba legale, e diversi quintali di droga.

Molti chili tra cocaina e marijuana sono stati sequestrati dalle forze dell’ordine nel corso dell’indagine coordinata dalla Dda di Napoli. Tra questi il sequestro di febbraio 2012 sull’autostrada a Frosinone durante il quale venne arresto, riferiscono gli inquirenti, anche un corriere di Frosinone. In quella circostanza non vennero divulgati dettagli ne informazioni per tutelare il prosieguo dell’indagine. Con gli arresti dei 15 di oggi, tutti napoletani tranne un albanese e un ciociaro, proprio quel corriere già arrestato e in carcere dal 12 febbraio 2012, si è chiusa la prima parte dell’indagine che promette ulteriori sviluppi. Ermanno Amedei

Aggiornamento

29 febbraio 2016 0

Grandinate e maltempo. Ancora disagi nel Cassinate

Di redazione

Piedimonte San Germano – Villa Santa Lucia– Ancora disagi e maltempo nel cassinate. Dopo una domenica flagellata dalle raffiche di vento fortissime, questa settimana è iniziata senza miglioramento delle condizioni meteorologiche. Questa mattina e poi nel primo pomeriggio di oggi sono state registrate pesanti grandinate. La zona di Cassino, poi Villa Santa Lucia, Piumarola e Piedimonte San Germano sono state colpite da fenomeni copiosi e la grandine non ha risparmiato vaste aree. Si attendono ancora 36 ore di maltempo. N.C.

29 febbraio 2016 0

La Virtus Cassino espugna anche il campo della Stella Azzurra Roma

Di redazionecassino1

Una grande affermazione per la BPC Virtus Cassino che riprende confidenza con la vittoria anche in campo avverso superando nell’Arena Altero Felici di Roma la Stella Azzurra Roma al termine di una gara combattuta e per certi versi anche bellissima . La Virtus Cassino dunque ha sconfitto i padroni di casa che nella serata romana di fine febbraio 2016 hanno davvero spolverato una prestazione maiuscola anche nel tiro, caricati a mille per sconfiggere la “quarta forza del campionato”!! La prestazione della Virtus Cassino assume perciò maggiore rilevanza perché il parquet romano rappresentava un insidia mica male sul cammino dei rossoblù fino al termine della regular season. “Non era facile e noi lo sapevamo a dispetto della classifica” commenta a fine gara un raggiante Luca Vettese, coach dei cassinati “Lo sapevamo dapprima perché loro sono molto ma molto fisici. Lo sapevamo poi perché loro sono un gruppo giovane e sbarazzino che non avrebbe avuto molto da perdere e soprattutto perché in casa loro hanno la capacità di trasformarsi e caricarsi . Se poi aggiungi a tutto ciò una prestazione monstre in termini statistici per loro ecco che per noi si era paventata una di quelle serate da incubo. Siamo stati bravi a rimanere concentrati soprattutto nei momenti topici del match ed a venire a capo di questa partita incamerando due punti che valgono tanto oro quanto pesano” conclude il coach cassinate . Successo importante dunque per la BPC, che passa perciò con assoluta autorità all’Arena Altero Felici. Match però davvero complicato in partenza per i rossoblù , con i romani che hanno confermato il loro ottimo momento di forma giocando alla pari per tutta la gara. Alla fine comunque la classe , la solidità e l’esperienza degli uomini con la V rossoblù sul petto ha consentito al team di Vettese di uscire vittoriosa . Partenza contratta da parte di Lovatti e soci che faticano molto a trovare la via del canestro. La prima frazione è un calvario per gli uomini di Vettese. Percentuali miserabili , 11% da 2, che non aiutano a contenere un fantastico start della Stella Azzurra Roma, che viaggia sulle ali di Trapani e Guariglia trovando il massimo vantaggio a 2 minuti e 46 secondi dalla sirena del primo quarto con una tripla del play , 19 a 5. Cassino non riesce proprio ad aggiungere nulla dal campo alla tripla iniziale di Castelluccia. Il buon impatto dalla panchina di Buono e soprattutto di Mauro Liburdi consente ai rossoblu di non affondare. Ed è proprio il cassinate ad insaccare la tripla del 22-13 allo scadere del primo quarto. Cassino si tiene a galla e non affonda. Tutta un’altra musica nel secondo periodo . Cassino alza i ritmi e soprattutto l’intensità difensiva . Sono le scelte del coach cassinate Vettese a cambiare l’inerzia della gara che risulta in un progressivo e lento risalire degli ospiti . Liburdi ma soprattutto Ianes sotto i tabelloni impongono la loro legge e gli stellini romani non trovano praticamente mai la via del canestro grazie ad una difesa ferrea dei cassinati e a una precisione ritrovata dall’arco . 67% dalla linea dei 3 punti . A 3′ dall’intervallo arriva la tripla del sorpasso firmata da Carrizo, imitato da Lovatti che sulla sirena firma il 37-42 con cui si torna negli spogliatoi. Cassino si aggiudica la seconda mini frazione con un eloquente 29 a 15. Nel terzo quarto i padroni di casa trovano ottime risposte da Seye e Nikolic, tornando nuovamente avanti di 7 lunghezze. Un parziale che avrebbe tramortito chiunque di 14 a 2 per gli uomini del maestro D’Arcangeli. Ancora le scelte di coach Vettese però ripagano ampiamente il tecnico cassinate che attende pazientemente i suoi esterni e passa alla cassa per riscuoterne i dividendi. Si sveglia infatti da un torpore agonistico Daniele Grilli con la tripla del meno 5 , 51 a 47. E’ il momento topico della gara ,Carrizo e compagni sono ancora nel match . Lo show dell’argentino permette pian piano di mettere in ritmo i compagni e consente ai suoi di rimanere lì e sorpassare di nuovo i rivali . E’ l’ennesima bomba stavolta di Lovatti che sulla sirena frontalmente fissa il punteggio sul 56-60 al 30′. “La Stella Azzurra Roma volendo battere la “quarta forza del campionato” , come ci hanno definito in sede di presentazione del match ” commenta a fine gara il DT dei cassinati Manzari “ha cercato in tutti i modi di restare attaccata al match. Per larghi tratti ci ha costretto a mordere il freno ma il secondo e quarto quarto sono stati emblematici di come noi sappiamo rimanere sul pezzo e soprattutto di quanta consapevolezza stiamo raccogliendo strada facendo nelle nostre possibilità. Stasera abbiamo avuto uno straordinario impatto in termini di punti dalla panchina e questo costituisce una grande risorsa soprattutto in gare complicate come questa” ha concluso il direttore sportivo dei cassinati. Nella quarta frazione di gioco Cassino non ha più permesso il contro-sorpasso , sebbene da tre i padroni di casa abbiano confezionato una strabiliante prestazione grazie anche alle conclusioni pesanti di Vitale e Trapani. Arrivano gli stellini del maestro D’Arcangeli fino al -1 a 7’ e 20” dal termine, 63-64. Ma capitan Carrizo si carica la squadra sulle spalle e respinge l’assalto, firmando il break che regala il +8 per la BPC Virtus Cassino . Ancora Grilli dà prima il vantaggio in doppia cifra e poi il +12 ai suoi, chiudendo di fatto la contesa a 4′ dalla fine. I romani ci provano ancora ma Cassino gestisce bene e porta a casa un successo preziosissimo. Adesso si prospetta la pausa del campionato per le finali di Coppa Italia di Rimini in programma venerdì , sabato e domenica prossimi . Si ripartirà con le gare di campionato per la decima di ritorno il 12 marzo con BPC Virtus Cassino – Scauri ad Atina . Nel mese di marzo la Virtus Cassino giocherà sempre tra le mura amiche .Il 19 marzo sempre prossimo ci sarà ad Atina il big match contro Eurobasket Roma.

Stella Azzurra Roma – BPC Virtus Cassino 78-86 Parziali : 22-13, 15-29, 19-18, 22-26

Stella Azzurra Roma: Da Campo 16 (3/11, 2/5), Nikolic 13 (2/9, 2/5), Radonjic 3 (0/2, 1/2), Nikolic 3 (1/2 da due), Babacar Seye 5 (1/3, 1/2), Guariglia 12 (6/10 da due), Vitale 5 (1/2, 1/1), Trapani 21 (5/7, 2/3) N.E.: Ulaneo, Drigo Tiri Liberi: 13/19 – Rimbalzi: 32 21+11 ( Da Campo 12) – Assist: 26 ( Da Campo 7) All.D’Arcangeli

BPC Virtus Cassino: Daniele Grilli 13 (1/3, 3/6), Luca Castelluccia 3 (0/1, 1/1), Gabriel Leonardo Gonzalez, Luca Ianes 15 (4/7, 0/1), Manuel Carrizo 11 (2/4, 2/4), Fabio Lovatti 9 (3/5 da tre), Filiberto Dri 15 (3/6, 2/5), Renato Buono 1, Mauro Liburdi 19 (3/6, 2/4) N.E.: Davide Grazzini Tiri Liberi: 21/27 – Rimbalzi: 29 23+6 (Luca Ianes 10) – Assist: 11 (Manuel Antonio Carrizo Cordova 4) – Cinque Falli: Luca Ianes All. Vettese MVP : Liburdi

29 febbraio 2016 0

Fiumi di droga da un ristorante olandese, sgominate due organizzazioni. Arrestato corriere ciociaro

Di admin

Frosinone – Fiumi di droga dall’Olanda. L’indagine parte da Frosinone e dal Cassinate dove le due organizzazioni campane facevano conflure cocaina e hashish. Si tratta di due attività, un ristorante olandese gestito da due fratelli napoletani che organizzavano trasporti di cocaina verso Napoli e una ditta di trasporti campana che, scollata dai fratelli napoletani, avevano la stessa attività. Diversi i sequetri per decine di chili di droga effettuati dalla mobile di Frosinone, non solo in provincia, dove nel febbraio 2012 venne arrestato al casello di Frosinone un trasportatore proprio di Frosinone e che aveva 22 chili tra cocaina ed Hashish.

29 febbraio 2016 0

Droga dall’Olanda, quindici arresti della Squadra Mobile di Frosinone

Di admin

Frosinone – Dalle prime ore di questa notte gli agenti della Polizia di Stato della Squadra Mobile della Questura di Frosinone stanno dando esecuzione a quindici ordinanze di custodia cautelare emesse dalla D.D.A. di Napoli a carico di altrettanti appartenenti a due distinte organizzazioni criminali dedite al traffico internazionale di sostanze stupefacenti che operava tra l’Olanda e l’Italia.