Giorno: 4 febbraio 2016

4 febbraio 2016 0

Droga e merce rubata, a Cisterna di Latina in manette coppia di filippini

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cisterna di Latina – Droga e refurtiva, l’avevano a casa una coppia di cittadini filippini arrestati questa mattina dai carabinieri di Cisterna di Latina.

S. A., un 59enne e la sua convivente J. C. L., 30enne sono stati arrestati con l’accusa di detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel corso della perquisizione domiciliare sono stati trovati 13,5 grammi di sostanza stupefacente di tipo shaboo, tre bilancini di precisione, materiale per il confezionamento, due agende nelle quali è stata riportata la contabilità, nonché la somma di circa 4mila euro in biglietti di vario taglio, probabile provento dell’illecita attività di spaccio.

Ma non solo. La casa era anche magazzino di svariata merce. Sono infatti stati trovati 20 orologi di varie marche, numerosi monili in oro, apparecchiatura elettronica Obd2 “lettore per diagnostica di veicoli”, pistola a salve 9×21 con relativo munizionamento. I due arrestati non sono stati in grado di giustificare il possesso di quel materiale e, per questo, tutto è stato sequestrato e loro sono stati anche denunciati per ricettazione. Si ipotizza infatti, che tutta la merce fosse provento di furto e, per questo, si invita la cittadinanza che ha subito furti e che ha fatto denuncia ha visionare la merce.

4 febbraio 2016 0

Tenta di far esplodere la cassa del distributore automatico Eni a Sezze

Di admin

Sezze – Ha fatto esplodere la colonnina del distributore automatico della stazione di servizio Eni sulla strada regionale 156 a Sezze.

L’intenzione di un uomo con il volto travisato da un passamontagna, era certamente quello dio impossessarsi dei soldi contenuti nella colonnina.

Per questo con un carica esplosiva ha tentato di forzare la cassa automatica senza riuscirvi anche grazie al celere intervento dei carabinieri che lo hanno messo in fuga. I militari hanno acquisito le immagini a circuito chiuso del distributore alla ricerca di elementi per individuare l’autore del gesto.

 

4 febbraio 2016 0

In cinque tentano il colpo alla banca Unicredit di Fiuggi, fuggono a mani vuote

Di admin

Fiuggi – Tentata rapina in banca alla filiale della Unicredit di Fiuggi. A compierla sarebbero stati in cinque armati, alcuni dei quali armati sono entrati nella filiale della banca arrivando dietro al bancone dove c’era il cassiere.

Hanno cercato di aprire le casse senza però riuscirvi e fuggire prima dell’arrivo degli agenti del commissariato di polizia di Fiuggi. Probabilmente ad impedire loro il colpo è stata l’apertura temporizzata delle casse. Pare che alcuni dei malviventi avesse tradito un accento siciliano.

 

4 febbraio 2016 0

Frode fiscale di 4 milioni di euro. Due imprenditori denunciati a Sora

Di redazione

Sora- Frode fiscale per 4 milioni di euro. Due imprenditori di Sora sono stati denunciati dalla guardia di finanza. Secondo gli accertamenti eseguiti e dopo accurate indagini è venuto alla luce che i due commercializzavano autovetture provenienti da altri paesi dell’ Unione Europa, ma non presentavano le dichiarazioni dei redditi. L’intervallo fiscale di riferimento va dal 2010 al 2015. L’azienda nella quale operavano i due, si occupa di commercializzazione di auto nuove ed usate. Ha nascosto al fisco una base imponibile di oltre 3 milioni di euro e ha evaso l’iva per oltre un milione. Dalle operazioni ispettive sono emerse incongruenze dal raffronto delle risultanze delle banche fiscali in uso alla guardia di finanza, che hanno consentito di rilevare come l’azienda di Sora, avesse omesso di presentare le dichiarazioni annuali ai fini dei vari tributi e di versare le imposte. Nell’ esame seguente sulla documentazione acquisita è stato possibile per i finanzieri della tenenza di Sora di scoprire le modalità di azione degli imprenditori per frodare il fisco. È stato scoperto che i titolari oltre ad omettere la presentazione delle dichiarazioni fiscali, acquistavano autoveicoli di importazione e, con il fine di evitare il versamento dell’ iva, simulavano la vendita dei mezzi a clienti residenti in altri stati mediante l’emissione di fatture relative ad operazioni inesistenti. Le autovetture invece venivano vendute a clienti residenti in Italia a prezzi più bassi rispetto alla media del mercato. I due imprenditori rispettivamente di 42 e 35 anni sono stati così denunciati alla procura della Repubblica di Cassino per omessa presentazione delle dichiarazioni annuali ai fini dei vari tributi e per emissione di fatture relative ad operazioni inesistenti.

4 febbraio 2016 0

Anfore antiche usate come ornamento di terrazzi a Terracina, la Finanza ne sequestra otto

Di admin

Terracina – Otto anfore risalenti al I Secolo a. C., ornamento di terrazzi privati a Terracina, sono state sequestrate dagli uomini della guardia di Finanza. L’indagine è nata quando i militari della Compagnia di Terracina hanno notato sul terrazzo di un’abitazione nel pieno centro di Terracina, ben visibili, 4 anfore. In assenza di titoli di possesso, i Finanzieri hanno quindi proceduto ad una perquisizione del domicilio dell’80enne M.E., dove venivano rivenute altre quattro anfore. L’uomo, un collezionista di opere del passato, non ha mai presentato comunicazioni alla Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio che ne legittimassero il possesso. Le anfore sequestrate, periziate da un Archeologo, sono state ritenute di interesse storico.

Si tratta del tipo “Dressel 1B”, “Ganlaise I” e “Imperiale”, risalenti al I Secolo A.C. ed al I – III Secolo D.C., e sono state affidate al Museo Archeologico di Terracina, mentre il responsabile è stato denunciato impossessamento illecito.

4 febbraio 2016 0

Allarme furti a Sant’Angelo, la polizia intensifica i controlli

Di admin

Cassino – Dopo gli allarmi furti lanciati nelle zone periferiche di Cassino ed in particolare nella località di Sant’Angelo in Theodice, come anticipato dal questore Filippo Santarelli, si sono ulteriormente intensificati i controlli della polizia.

La Polizia di Stato ha messo in atto servizi di prevenzione contro i reati predatori, attraverso il monitoraggio dei transiti automobilistici registrati in città e la predisposizione di posti di controllo nel corso dei quali sono state identificate 45 persone e verificata la regolarità di 33 veicoli.

Controlli ai quali hanno partecipato i poliziotti del Commissariato e del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo.

4 febbraio 2016 0

Condannato per pedofilia a 11 anni e 10 mesi, Don Ruggiero Conti arrestato a Tuscania

Di admin

Tuscania (Vt) – Deve scontare una condanna ad 11 anni 10 mesi e 19 giorni di carcere e pagare una multa di 39mila 600 euro.

E’ Don Ruggiero Conti, ex parroco della curia di Roma, arrestato dai carabinieri di Tuscania in esecuzione di un’ordinanza emessa dalla Corte d’Appello di Roma, al termine del decisione della Suprema Corte di Cassazione. L’ex sacerdote deve è stato ritenuto colpevole di violenza sessuale su minori e induzione alla prostituzione minorile.

Don Ruggero, a Roma, era finito in una delicata inchiesta del sostituto procuratore Francesco Scavo con l’accusa di aver abusato, tra il 1998 e il 2008, di sette adolescenti che partecipavano o avevano partecipato ai gruppi parrocchiali nella chiesa della “Natività di Maria Santissima” dove il sacerdote svolgeva la missione. Era già stato sottoposto a divieto dell’esercizio pubblico del ministero nel 2008 e sospeso “a divinis” nel 2011.

L’arrestato, dopo le formalità di rito è stato trasferito in un Istituto religioso protetto in attesa di essere definitivamente tradotto in un carcere.