Giorno: 9 febbraio 2016

9 febbraio 2016 0

Omicidio Mollicone, l’indagine accelera. Il Ris torna ad Arce

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Arce – Ha rischiato di essere archiviata ma l’indagine sulla morte di Serena Mollicone, la 18enne di Arce comparsa il 1 giugno del 2001 e trovata morta nel bosco dell’Anitrella, sta subendo in queste ore una brusca accelerazione.

Tra le prime mosse della nuova fase investigativa, vi è un ritorno in scena del Ris di Roma, che saranno chiamati ad effettuare nuove indagini di polizia scientifica all’interno della caserma dei carabinieri di Arce.

Pare che a giorni l’incarico sarà conferito agli esperti dei carabinieri che dopo poco meno di 15 anni, grazie alla scienza, cercheranno riscontro ad ipotesi formulate dagli inquirenti. Ricordiamo che indagati sono rimasti ancora il maresciallo Mottola, all’epoca dei fatti comandante della stazione carabinieri, il figlio e la moglie.

Una nuova fase dell’indagine che certamente soddisfa il padre di Serena, Guglielmo Mollicone che con il suo avvocato Dario De Santis e un gruppo di esperti di cui fa parte anche il generale Luciano Garofano, si è battuto per evitare l’archiviazione indicando quali tentativi andavano ancora svolti prima di poter definitivamente ammettere la sconfitta e darla vita all’assassino della ragazza di Arce. Tra questi l’esame del dna ad un gruppo di persone sul format di quanto fatto per Yara Gambirasio, ma anche questa indagine di polizia scientifica nello stabile della caserma.

Ermanno Amedei

9 febbraio 2016 0

Festa della Radeca a Frosinone. La tradizione che si ripete ogni anno

Di redazione

Frosinone- Anche quest’anno la festa della Radeca a Frosinone ha caratterizzato il martedì grasso del Carnevale. L’appuntamento con l’immancabile sfilata carnevalesca culmina nella festa della Radeca, momento in cui i partecipanti brandendo una foglia di agave sfilano nelle strade del capoluogo ciociaro. La festa trova radici antichissime e alla foglia di agave viene attribuito il significato di fertilità e fecondità. La tradizione accosta l’appuntamento festoso anche agli episodi storici della controrivoluzione frusinate, quando cioè nel biennio 1798 -1799 la comunità dovette fronteggiare l’invasione francese. La rivolta popolare fu agguerrita e i frusinati tennero alto il nome di “bellator frusino “. Gli eserciti francesi ebbero difficoltà nell’ arginare le ribellioni. Oggi si continua a ricordare quelle occasioni e soprattutto si prende in giro il generale francese Championnet. Ed è nel corso della sfilata che viene dato fuoco al fantoccio che rappresenta il generale. Una tradizione speciale e molto sentita che anche quest’anno ha riempito le strade della città in un clima colorato ed allegro.

9 febbraio 2016 0

Alleggeriva il conto corrente della donna che “aiutava”, 40enne denunciata ad Alatri

Di admin

Alatri – Con il pretesto di aiutarla nelle faccende domestiche e nelle spese quotidiane, aveva carpito la sua fiducia sottraendole diverse migliaia di euro per sue spese.

Per questo i carabinieri della stazione di Alatri comandati dal capitano Antronio Contente e dal maresciallo Raffaele De Somma hanno denunciato per circonvenzione di incapace una 40enne del posto.

Ad innescare le indagini è stata la denuncia presentata da una 53enne residente nella provincia di Roma, sorella della vittima. La donna aveva segnalato già nel febbraio 2015 il sospetto che aveva sulle attività della donna che assisteva sua sorella approfittando dello stato di incapacità psichica. 

9 febbraio 2016 0

Tavolo regionale sulla qualità dell’aria a Frosinone e provincia

Di admin

Frosinone – Si è riunito ieri il primo tavolo tecnico dell’assessorato all’ambiente della Regione Lazio, per discutere ed affrontare il grave problema delle polveri sottili nell’aria di Frosinone e provincia, all’incontro sono stati convocati i sindaci dei comuni coinvolti.

“Esprimiamo apprezzamento per la convocazione del tavolo sulla qualità dell’aria nella Valle del Sacco da parte del neoassessore Buschini – commenta Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio – e siamo convinti che la problematica di gravissime dimensioni vada assolutamente affrontante e risolta con tutti gli amministratori territoriale. Ora chiediamo che il tavolo sia aperto anche a cittadini ed associazioni per indirizzare al meglio l’azione della Regione. C’è bisogno di uno scarto in avanti per la salute di tutti i cittadini, ora si affronti seriamente l’emergenza e si apra la discussione sulla revisione del Piano Regionale di Risanamento della Qualità dell’Aria, per aggiornare uno strumento legislativo indispensabile alla salubrità della vita in tutto il Lazio”.

Era stata proprio Legambiente a mettere a fuoco la forte presenza di Pm10 nell’aria di Frosinone e provincia, capoluogo in testa nel 2014 e 2015 del dossier Mal’aria come città con maggior numero di giorni di Smog fuori controllo. Anche quest’anno intanto è iniziato con i peggiori risultati possibili visto che ad oggi sono già 27 i giorni con pm10 alle stelle a Frosinone e ben 29 quelli nella centralina di Ceccano in poco più di un mese.

E’ quanto si legge in una nota diffusa da Legambiente Lazio.

9 febbraio 2016 0

Cassino – installata la rotatoria su via Caira

Di admin

Cassino – “Con la picchettatura dei cordoli per la rotatoria, proseguono i lavori per regolamentare il traffico sullo svincolo di via Caira e via Nardone, uno snodo importante per la popolosa frazione cassinate.” A darne notizia è stato il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, in merito ai lavori che in questi giorni stanno interessando sia via Caira che via Solfegna. “Dopo aver fatto – ha continuato il sindaco – una serie di prove per trovare quale soluzione fosse più idonea per veicolare al meglio il traffico in quel punto al fine di garantire le dovute condizioni di sicurezza agli automobilisti, sono iniziati e proseguono i lavori per la realizzazione della rotatoria che nei prossimi giorni verranno completati con l’installazione di due spartitraffico ai lati della stessa. Un intervento necessario che consente un normale e sicuro flusso del traffico, coniugando le esigenze di chi, perché residente, utilizza abitualmente quel tratto di strada con quelle di chi, invece, utilizza via Caira e via Nardone come strada di raccordo per raggiungere comuni limitrofi. Il settore manutenzione del Comune di Cassino, inoltre, in questi giorni è impegnato anche in un intervento su via Solfegna dove, terminato il rifacimento del manto con allargamento della sede stradale, verrà installata anche una pensilina per i bambini che usufruiscono dello scuolabus e per i cittadini che utilizzano il trasporto urbano per gli spostamenti.”

L’assessore ai lavori Pubblici Gino Ranaldi ha aggiunto: “Come sempre numerosi sono gli interventi sulle strade cittadine con il settore manutenzione che in questi giorni è impegnato sia nella popolosa frazione di Caira che in via Solfegna. Oltre all’installazione della rotatoria per garantire una sempre maggiore sicurezza agli automobilisti che transitano su via Caira, gli operai del comune sono impegnati in una serie di interventi su via Solfegna, strada che necessitava di manutenzione a causa del deterioramento naturale del manto che ha reso difficile, in particolare in alcuni tratti, il passaggio delle vetture. Per questo si sta intervenendo in maniera consistente con la riparazione di alcuni tratti stradali, laddove sufficiente, e con lavori radicali che prevedono la scarificazione dell’esistente prima di procedere alla nuova stesura di asfalto. Contestualmente, sempre su via Solfegna, si sta provvedendo anche ad un allargamento della sede stradale proprio per rendere il traffico veicolare più scorrevole e di conseguenza più sicuro. Un intervento lineare nella sua praticità che, tuttavia, permette di riacquistare la sicurezza stradale, evitando buche e rialzi pericolosi. Anche questo piano di interventi di manutenzione delle strade evidenzia come l’azione dell’Amministrazione Petrarcone sia improntata alla concretezza e mirata a dare risposte adeguate ai cittadini.”

Sulla rotatoria realizzata su via Caira è intervenuto anche l’assessore alla Polizia Locale Igor Fonte che ha espresso soddisfazione perché si è agito per regolamentare e garantire la dovuta sicurezza, con l’installazione della rotatoria, in un tratto che collega la strada provinciale con zone di Caira che presentano un gran numero di residenti. “Un intervento – ha sottolineato Fonte – sollecitato da molti residenti di Caira nel corso dell’ormai consueto appuntamento con il servizio security point della Polizia Locale di Cassino. Un plauso va al sindaco Giuseppe Golini Petrarcone e l’assessore ai Lavori Pubblici e Manutenzione, Gino Ranaldi, che si sono attivati per fornire una risposta concreta ai cittadini della popolosa frazione cassinate.”

9 febbraio 2016 0

Montecassino replica alle polemiche sulle tasse non pagate: “Imu, Ici, Tarsu, tutte in regola con i pagamenti”

Di admin

Cassino – In seguito alle rivendicazioni risarcitorie avanzate dal consigliere comunale di Cassino  Vincenzo Durante del partito dei Carc sulle presunte tasse non pagate dall’abbazia di Montecassino è la stessa comunità monastica che con una nota stampa interviene per precisare che: “Non esiste un contratto di fornitura idrica tra il Comune di Cassino e l’Abbazia di Montecassino ove si consideri che l’approvvigionamento della relativa risorsa è assicurata al Monastero da Acea Ato 5 S.p.A., gestore del servizio idrico integrato dell’ATO 5 Lazio Meridionale – Frosinone”. Durante, infatti, aveva sollevato il dubbio su come l’abbazia fosse rifornita di acqua considerando il fatto che da sue verifiche, all’ufficio tecnico non risultavano contratti in essere con la stessa abbazia.  “L’Abbazia di Montecassino – continua la nota – ha provveduto alla corresponsione dell’IMU e dell’ICI sugli immobili di sua proprietà nel quadriennio 2010-2014, mentre con esclusivo riferimento all’acconto di dicembre 2015, è in corso la definizione del relativo pagamento mediante procedura di ravvedimento. Per ciò che concerne la tassa TARSU-TARI, relativa al triennio 2013-2015, – conclude la nota – essa è stata puntualmente corrisposta”.

9 febbraio 2016 0

Terremoto – due lievi scosse tra San Vittore del Lazio, San Pietro Infine, Venafro e Conca Casale

Di admin

Una lieve scossa di terremoto è stata registrata dai sismografi dell’Istituto di Geofisica e vulcanologia nel distretto sismico di Isernia. Alle ore 14 e 3 minuti di oggi si è verificato il terremoto di magnitudo 2.0 e una profondità di circa 10 chilometri  con epicentro tra i comuni di Conca Casale, Venafro, San Vittore del Lazio e San Pietro Infine.

Alla prima scossa delle ore 14 .03 ne è seguita un’altra alle 14 e 36 minuti sempre sullo stesso territorio. La seconda scossa ha fatto registrare una magnitudo di 2.4 ad una profondità di 9 chilometri. Non si hanno notizie di danni a cose e /o persone.

9 febbraio 2016 0

Treni Roma Cassino, 120 minuti di ritardo. Si viaggia su una sola linea

Di admin

Cassino / Roma – E’ stato un guasto elettrico  all’altezza di Zagarolo a causare, questa mattina tra Roma e Cassino, l’ennesima giornata da incubi per i pendolari che affollano quella linea.

Alcuni cavi sarebbero caduti su una delle due direttrici ostruendo il passaggio ai treni che si dirigono verso Cassino.

Al momento ci sarebbero sei convogli che si stanno alternando sull’unica direttrice percorribile, alternandosi con i treni che vanno verso Roma. I minuti di ritardo accumulati sono circa 120 minuti ma si sta lavorando anche con mezzi sostitutivi per farli riassorbire.

Er. Amedei  

9 febbraio 2016 0

Treni sospesi sulla linea Roma Cassino, pendolari fermi in stazione

Di admin

Cassino – Roma Termini – Ancora disagi questa mattina per gli utenti della tratta ferroviaria Cassino – Roma Termini. La circolazione dei treni è sospesa per un problema tecnico tra Zagarolo e Colleferro. Anche se la circolazione sembra che stia lentamente ripartendo, sono diversi i treni che sono rimasti fermi.

Trenitalia ha predisposto dei bus sostituvi  ma gli utenti lamentano la mancata segnalazione del servizio sostituivo nelle stazioni. E’ solo l’ennesimo disservizio che pendolari e utenti sono purtroppo costretti a subire.