Giorno: 13 febbraio 2016

13 febbraio 2016 0

Maltempo, criticità arancione su Lazio, Campania, Basilicata e Calabria tirrenica

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Prevista criticità arancione per maltempo domani su Lazio, Campania, Basilicata, e Calabria tirrenica. Dalle prime ore di domani una perturbazione di origine atlantica interesserà il nostro paese con intense precipitazioni su Liguria, Toscana in estensione alle restanti regioni tirreniche peninsulari e alle aree appenniniche. Il dipartimento della protezione civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo potrebbero determinare criticità idrogeologiche ed idrauliche. L’avviso prevede dalla mattina di domani che le precipitazioni più intense si estendano sul Lazio specialmente sui settori meridionali, sulla Campania, la Basilicata,la Calabria settentrionale e i settori occidentali di Abruzzo e Molise. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

13 febbraio 2016 0

Omicidio Serena Mollicone, in Caserma ad Arce una porta all’attenzione del Ris

Di admin

Arce – I carabinieri del Ris sono tornati oggi nella Casera dei Carabinieri di Arce per cercare ancora una volta di far luce sulla morte di Serena Mollicone. Gli investigatori hanno ispezionato la stanza al primo piano degli alloggi dei militari. Le attenzioni degli inquirenti si sarebbero anche concentrate su una porta dove Serena avrebbe battuto violentemente.

“Adesso c’è la volontà proprio da parte della Procura di arrivare alla verità. Penso che ce la stanno mettendo tutta e sicuramente con questa volontà si arriverà anche alla verità”. E’ quanto ha dichiarato il papà di Serena, Guglielmo Mollicone, fuori dalla caserma dei carabinieri di Arce durante il sopralluogo del Ris. “La porta contro la quale Serena avrebbe battuto, pare che sia ancora in caserma e, pare, ci sia un’ammaccatura – ha continuato Guglielmo – che potrebbe essere compatibile con l’altezza di Serena e, con un po’ di fortuna, potrebbe darsi che ci sia qualcosa all’interno di questa ammaccatura e che, quindi, qualche cosa di Serena sia rimasta lì. La verità potrebbe essere vicina. Non dimentichiamo che io ho parlato anche del carcere qui sopra perché ritengo che la sua morte possa essere avvenuta in questi luoghi e che, forse, dopo il decesso possa essere stata spostata nel carcere”.

L’avvocato di Guglielmo Mollicone, Dario De Santis ha aggiunto: “E’ positivo che le indagini siano ripartite e si stiano nuovamente svolgendo in modo concreto. Il fatto che siano stati disposti questi accertamenti tecnici odierni e che siano stati affidati ad esperti particolarmente qualificati denota l’impegno degli inquirenti, ma io considero anche la possibilità che questi accertamenti tecnici possano non avere esito positivo, non lego ad essi tutte le speranze per arrivare alla soluzione del caso, ritengo che vi siano anche diversi altri tipi di indagine possibili per arrivare a quell’esito di giustizia cui tutti auspichiamo”.

Francesco Germani, legale dei Mottola ha aggiunto: “I miei assistiti hanno accolto questa notizia in assoluta tranquillità, loro confidano nella loro piena innocenza, non c’è nessun elemento oggettivo a loro carico e aspettano con fiducia”.

Ant. Nard.

13 febbraio 2016 0

Serena Mollicone, le indagini ripartono dalla caserma dei carabinieri di Arce. Il Ris al lavoro

Di admin

Arce – A 16 anni dall’efferato omicidio di Serena Mollicone, i carabinieri del Ris, per la terza volta ritornano nella caserma dei carabinieri di Arce. Era il giugno del 2001 quando il corpo della 18enne venne ritrovato nel bosco dell’Anitrella dopo giorni di ricerche effettute da centinaia di persone tra carabinieri, polizia, volontari e vigli del fuoco. Un processo al principale indiziato dell’epoca è finito con l’assoluzione piena dopo il terzo grado di giudizio. Poi altri anni di indagini infruttuose. L’ultima sembrava destinata all’ennesima archiviazione ma la testardaggine del padre della ragazza, Guglielmo Mollicone, del suo avvocato Dario De Santis e del pool che lo affianca composto dal generale Garofano e dalla dottoressa Volpini, insieme alle valutazioni che hanno presentato al Gip, hanno convinto il magistrato a respingere la richiesta di archiviazione avanzata dalla stessa procura. Nella richiesta di supplemento delle indagini avanzata dal pool di Mollicone, oltre all’esame del dna di ulcune centinaia di persone, anche altre indagini di polizia scientifica tra cui, probabilmente quelle che oggi stanno eseguendo i militari del Ris nella Caserma. Al momento, lo ricordiamo, sono indagati il maresciallo Mottola, ex comandante della stazione ai tempi del delitto, il figlio e la moglie. Dall’inchiesta sarebbero usciti l’ex fidanzato della ragazza, la madre di quest’ultimo ed un altro carabiniere. Resta avvolto nel mistero la morte del brigadiere Tuzzi, ufficialmente morto suicida nel corso dell’indagine.

Ermanno Amedei

foto Antonio Nardelli

13 febbraio 2016 0

Due striscioni per dire “Ti amo “. Un gesto romantico su una strada del Cassinate

Di redazione

Un pensiero così romantico che ha attirato l’attenzione di tantissimi passanti ed automobilisti. Due striscioni con due dediche d’amore per una fortunata o un fortunato.”Sei il mio amore infinito ” “ti amo vita mia”. Sono comparsi questa mattina su un guard rail di una strada provinciale del Cassinate. Sicuramente la destinataria o il destinatario avrà avuto un sussulto al cuore nel transitare lungo la strada dopo aver letto e naturalmente riconosciuto quelle dediche speciali. Alla vigilia di San Valentino, la festa degli innamorati, si tratta indubbiamente di un gesto dolcissimo e che fa ben sperare: i grandi romantici ci sono sempre. N. Costa

13 febbraio 2016 0

Basket C: La NB Sora 2000 ospita la Tiber, servirà una gara perfetta

Di redazionecassino1

Sarà un weekend cestistico importante e decisivo per la compagine volsca, impegnata in una partita dai contenuti forti e vibranti. La Fravil-Expert Lucarelli ospita in casa la forte formazione romana della Tiber basket (domenica, ore 19:15), in quello che sarà il big match della quinta giornata di ritorno. La gara contro la Tiber di coach Cilli è la classifica sfida che crea emozioni, tensioni dandoti quella carica d’adrenalina per tutta la settimana. E’ la sfida di alte quote (seppur dominata dalla capolista Vis Nova): 26 punti, la Tiber, terza miglior difesa del campionato con 1147 subiti e terzo miglior attacco con 1321 punti segnati. Solo i numeri lasciano già presagire la difficoltà ma anche la bellezza di vivere certe gare. L’ NB Sora 2000 di coach Spaziani-Bifera arriva al primo appuntamento chiave del girone di ritorno, forte delle sei vittorie consecutive, concentrata nel preparare la partita nei minimi dettagli. Anche per questo c’è grande convinzione e soprattutto una sana consapevolezza di poter far bene sul proprio parquet del PalaPanico, violato una sola volta questa stagione dalla Vis Nova Roma. “Domenica servirà una partita perfetta, senza sbavature e forzature, giocando di squadra e con determinazione”. E’ carico il coach biancoceleste ed ha ben in mente quello che c’è da fare al “PalaPanico”, con i vari Ridolfi, Ricciardi, Dalsasso e Algeri vere spine nel fianco: “Dobbiamo evitare il loro contropiede e il loro ritmo –continua il tecnico – togliendo certezze nei loro sistemi offensivi”. Oggi, nell’ultimo allenamento prima del big match di domenica 14, ha riscontrato l’assenza di capitan Marco Fiorini, colpito da un problema influenzale, il quale si spera di recuperarlo per la giornata di domenica. Il resto del gruppo si è allenato intensamente provando schemi di gioco, sia in attacco che in difesa. Gli ospiti, come dicevamo prima arriveranno a Sora per riprendersi i due punti lasciati in casa all’andata, quando i volsci s’imposero con il punteggio di 95° 83. Impegno da prendere con le molle quindi. Smith e soci ne sono consapevoli e vorranno continuare ad esibire l’abito migliore per conquistare i due punti e ritagliarsi un ruolo importante in questa seconda parte di stagione, com’è stata la prima. Arbitri della gara saranno i sig.ri Di Gennaro di Roma (Rm) e Faro di Tivoli (Rm)