pubblicato il5 febbraio 2016 alle 20:21

Con la testa nel pallone… finisce in carcere. Tifoso deve scontare pena a 6 anni e 8 mesi

Latina – Viene da chiedersi, “come si fa a rovinarsi la vita per il calcio in questa maniera”. Per un 30enne domiciliato a Latina, ma tifoso della Juve Stabia, è stato normale ignorare per ben 8 anni, il Daspo che gli era stato fatto nel 2007.

Un cumulo di pena lo ha colpito e portato in galera. Deve scontare sei anni e 8 mesi di carcere, oltre ad una multa di 15.433 euro. I problemi di giustizia per D.V.F. 30 anni di Castellammare di Stabia ma domiciliato a Latina, sono dovuti alla sua fede calcistica, quella per la Juve Stabia. Non ha mai rispettato il divieto di avvicinarsi agli impianti sportivi o l’obbligo alla firma. Questa mattina è stato arrestato dagli agenti della Digos e della squadra mobile di Latina su ordine di esecuzione pene emesso dalla procura di Torre Annunziata. L’uomo, inoltre, per i prossimi 32 anni non potrà più accedere a strutture sportive ove si svolgono incontri di calcio della compagine della Juve Stabbia.

Ermanno Amedei

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07