Giorno: 5 marzo 2016

5 marzo 2016 0

Traditi da facebook e dalla pelliccia usata per mascerarsi a Carnevale, denunciati due ladri a Isola Liri

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Isola Liri – Guai a toccare le pellicce dal guardaroba delle donne. Lo sanno bene due ladri che tra le cose che hanno rubato in una abitazione ad Isola del Liri, c’era appunto anche il prezioso capo di abbigliamento della padrona di casa. Ma c’è di più, oltre al furto, anche l’affronto fatto alla donna di utilizzare quella pelliccia per travestirsi a Carnevale postando la foto su Facebook finendo individuati dalla proprietaria. Così due traslocatori sono stati denunciati dai carabinieri di Sora. I due si erano occupati del trasloco nella casa in cui poi, a settembre, sono ritornati per razziare capi di abbigliamento, orologi, quadri e suppellettili. Tra la refurtiva, anche la pelliccia della padrona di casa che, uno dei due, ha utilizzato per mascherarsi a carnevale. Una maschera di cui, evidentemente era orgoglioso dato che ha postato la foto su facebook. Il diavolo fa le pentole e facebook, evidentemente, non è stato certamente il coperchio dato che quella foto è stata notata dalla proprietaria della pelliccia che ha informato i carabinieri. La perquisizione domiciliare al giovane ha permesso di recuperare quell’indumento ed estendendo la perquisizione anche alla casa del collega complice sono stati recuperati altri suppellettili alcuni dei quali erano finiti in un negozio dell’usato di Sora. Per i due è scattata la denuncia a piede libero per furto in abitazione. Ermanno Amedei

5 marzo 2016 0

Circa sei chili tra marijuana, hashish e cocaina sequetrati dai carabinieri di Latina a Roma

Di admin

Latina – Un chilo e 700 grammi di marijuana, circa 4 chili di hashish e 30 grammi di cocaina sono stati sequestrati a Roma questa mattina dai carabinieri del Reparto Operativo di Latina comandati dal Maggiore Befera. A finire in manette sono stati due cittadini albanesi domiciliati nella Capitale le cui attività da tempo erano all’attenzione dei militari pontini. Nel corso della perquisizione domiciliare, o0ltre allo stupefacente è stato rinvenuto diverso materiale utilizzato per il confezionamento nonché la somma contante di 14.370 euro, ritenuta probabile provento dell’illecita attività di spaccio. Gli arrestati sono stati associati presso la Casa Circondariale di Regina Coeli.

5 marzo 2016 0

Tenta di rubare in Chiesa i soldi delle offerte per la Madonna. 28enne arrestato dai carabinieri a Piedimonte

Di redazione

Piedimonte- Un giovane di 28 anni del Cassinate, già noto alle forze dell’ordine, è stato tratto in arresto per tentato furto aggravato. Il ragazzo aveva preso di mira la cassetta delle offerte della Madonna che è sistemata nella Chiesa centrale di Piedimonte San Germano. Il parroco della città già aveva notato ammanchi di somme di denaro dalla cassetta della questua e a tal proposito aveva anche apposto un cartello con il quale veniva chiesto di “non toccare i soldi della Madonna “. I carabinieri della locale stazione a seguito della segnalazione del parroco sono riusciti ieri ad individuare il giovane, che in tasca aveva forbici e una tenaglia in ferro. Il 28enne infatti stava tentando di prelevare il denaro delle offerte. N.C.

5 marzo 2016 0

Inseguimento in pieno centro a Scauri, arrestato un 21enne

Di admin

Minturno – Inseguito dai carabinieri tenta una rocambolesca fuga nel centro di Scauri, frazione di Minturno seminando il panico. Protagonista è un 21enne alla guida di una Smart che, all’alt di una pattuglia dei carabinieri, ha reagito accelerando cercando di sottrarsi al controllo di Polizia. A quel punto, la centrale operativa di Formia ha inviato sul posto due autovetture del nucleo operativo le quali, giunte in via Italo Balbo, hanno tentato di bloccare le vie di uscita, intimando, nuovamente, al fuggitivo di arrestare la marcia, ma lo stesso, anziché fermarsi, ha proseguito la corsa e, dopo aver urtato contro un’autovettura che lo precedeva, ha investito due dei Carabinieri scesi dal mezzo, nel tentativo di dissuaderlo dal proseguire la fuga. Resosi conto di non aver più alcuna via di fuga ha abbandonato la propria autovettura, cercando di scappare a piedi, ma è stato bloccato in brevissimo tempo e tratto in arresto.

Nella sua autovettura è stato rinvenuto, sotto sedile lato guida, un involucro con all’interno 8 bustine in cellophane, contenente sostanza stupefacente del tipo “cocaina”, per un peso complessivo di 78 grammi ed una bustina termosaldata, all’interno della quale vi erano tre grammi di marijuana. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza, in attesa dell’udienza di convalida, come disposto dall’A.G. inquirente. I due militari investiti hanno dovuto far ricorso alle cure sanitare presso il pronto soccorso del locale nosocomio, per le contusioni riportate

5 marzo 2016 0

Droga e riciclaggio tra Latina e Roma, sequestrati beni per 8 milioni di euro

Di admin

Beni per otto milioni di euro sono stati sequestrati dai carabinieri di Latina a prestanomi delle persone coinvolte nell’operazione San Magno portata compimento nel 2012 con l’arresto di 35 persone accusate a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, al riciclaggio del denaro prevalentemente utilizzato nell’acquisizione di attività commerciali, di immobili e imbarcazioni. Un complesso lavoro investigativo ha permesso di risalire ai vari passaggi di proprietà per arrivare a determinare e sequestrare i beni frutto di attività malavitosa.

Sigilli, quindi, a 14 unità immobiliari, alcune delle quali di notevole pregio e situate tra le province di Latina e Roma; 40 tra autoveicoli e motoveicoli tra i quali figura anche una Ferrari modello California; 9 società anch’esse aventi sede tra le province di Latina, Roma e Frosinone ed operanti prevalentemente nel commercio di veicoli ma anche nella gestione di attività commerciali tra le quali un B&B situato nel comune di Fondi; un natante di grosse dimensioni del valore di oltre 70 mila euro; numerosi conti correnti, polizze assicurative e somme di denaro contante. I beni sequestrati ammontano complessivamente ad 8 milioni di euro circa.

5 marzo 2016 0

Amaro derby per le ragazze della FR Bellator-Città di Isola Liri

Di redazionecassino1

Le ragazze care al Presidente D’Orazio in casa si arrendono alle cugine del Casalvieri che con un risultato tondo legittimano la posizione in classifica La prima frazione di gioco iniziava con le ospiti che subito si portavano costantemente in attacco con tutto l’organico con l’intenzione di impadronirsi del campo con diverse azioni che la difesa locale rintuzzava con notevole difficoltà. I primi minuti di gioco sono ad appannaggio del Casalvieri che era scesa in campo determinata a far risultato, e questo lo si era già appreso già nel corso del riscaldamento in campo. Le locali apparivano smarrite, intimidite dal gioco delle avversarie che imbastivano una mole di gioco con tiri in porta che venivano prontamente annullati dal portiere Loreta Tersigni, che in molte occasioni negava alle avversarie la gioia del gol. La reazione delle locali era sterile con alcuni tiri indirizzati verso la porta avversaria con Giada Colucci e Giorgia Carinci, tiri che erano facile preda dell’estremo difensore. Il gol del vantaggio ospite si concretizzata intorno al 23°minuto, frutto di un capovolgimento di fronte con tutta la squadra protesa in attacco con un tiro all’angolino che beffava il portiere Loreta Tersigni. Il gol subito imponeva alla squadra di casa una reazione. Con alcune azioni ben congeniate, si portavano in attacco facendo intendere alle avversarie di aver metabolizzato lo svantaggio e di essere pronte a porre rimedio. Con due splendite conclusioni di Marialaura Buffone e subito dopo con Roberta Anania, le locali cercavano di rimediare, ma solo la bravura del portiere negava la gioia del gol. Con la squadra locale protesa in attacco per un meritato pareggio l’arbitro fischiava la fine della prima frazione di gioco con il risultato in vantaggio della squadra ospite. La seconda frazione di gioco iniziava con le locali protese in attacco con l’intenzione di giungere al pareggio. Erano diverse le azioni poste in essere da tutto l’organico, con le ospiti che si rintanavano nella loro metà campo a difendere il risultato. Con alcuni cambi tattici, le locali si portano pericolosamente in attacco prima con Giorgia Caringi poi con Roberta Anania ma le conclusioni non impensierivano il portiere. Piano piano le locali iniziavano così a macinare gioco nel tentativo di recuperare il risultato, ma ogni tentativo veniva annullato dalla difesa ospite ben messa in campo che copriva ogni spazio impedendo la conclusione a rete. Nel momento migliore della squadra locale le ospiti pervenivano fortunosamente alla seconda rete con un tiro che deviato verso lo specchio della porta, spiazzava l’incolpevole portiere Loreta Tersigni. Galvanizzate dalla rete le ospiti si portavano ripetutamente in attacco con tutto l’organico, lasciando a difendere i pali il solo portiere. Era l’inizio di un vero e proprio assedio che facevano salire in cattedra il portiere locale Loreta Tersigni che metteva in luce tutta la sua esperienza, parando e riparando l’impossibile. Dopo aver scaricato tutte le batterie, Loreta Tersigni cedeva il posto all’altro portiere Loredana Paolella, che subito si metteva in mostra neutralizzando altri attacchi ospiti. Ma su un capovolgimento di fronte, con le locali protese in attacco, giungeva la terza rete ospite, con il portiere battuto. Nonostante il gol subito le locali messa la palla al centro si buttavano a testa bassa in avanti, ma su un contropiede il portiere locale si trovava a tu per tu con un attaccante ospite che toccato dall’estremo difensore si buttava a terra. L’arbitro decretava il calcio di rigore, andando oltre, sventolando un inspiegabile cartellino rosso all’estremo difensore locale. A difendere la porta veniva richiamata Loreta Tersigni, che ipnotizzava l’avversaria parando il tiro, negando così la gioia del quarto gol. Nonostante l’errore subito gli ospiti si riportavano nuovamente in attacco non contente del risultato ma ogni attacco veniva vanificato dalle locali chiamate a difendere per non subire altre reti per una classifica di merito altalenante. Le ostilità cessavano al triplice fischio dell’arbitro con una sconfitta casalinga per le ragazze del FR Bellator-Città di Isola Liri LA PARTITA: E’ stata una partita preparata con impegno da parte dell’ASD FR,Bellator-Città di Isola Liri. In campo però, le atlete sono apparse nervose e non sono riuscite a ripetere il bel gioco visto nelle partite precedenti. Era un derby che tutti volevano giocare e che alla fine ha visto solo ansia e nervosismo. Da registrare l’ottima prova del portiere Loreta Tersigni, in grande spolvero, che a fine gara ha ricevuto i complimenti di tutta la squadra ospite. Non era la partita della vita, ora si gira pagina e si guarda avanti al prossimo impegno esterno con Borgo Faiti.