Giorno: 26 marzo 2016

26 marzo 2016 0

Iniziativa di cattura di randagi a Piedimonte, Aidaa minaccia denunce

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Piedimonte S. Germano – L’iniziativa per contrastare il fenomeno del randagismo a Piedimonte San Germano intrapresa dall’Amministrazione comunale é duramente contestata dall’associazione Aidaa che minaccia denunce. L’iniziativa in questione é quella prevista per il 30 marzo quando scatteranno le catture per mezzo di gabbie posizionate nella cittadina. L’amministrazione comunale, quindi, ha informato la cittadinanza relativamente al fatto che in quella data, i proprietari di animali anche se  microcippati dovranno essere tenuti rinchiusi. Il rischio, per loro, potrebbe essere quello di finire accalappiati. “Abbiamo diffidato sindaco e vigili del comune di Piedimonte di San Germano  dall’applicare la cattura di cani randagi attraverso l’istallazione di gabbie trappola sul territorio comunale. – Si legge in una nota dell’associazione animalista –  si tratta di un metodo rischioso che potrebbe portare al ferimento o alla morte degli animali  ed inoltre questi signori non specificano nel loro assurdo avviso nemmeno il numero di ordinanza a cui fanno riferimento, e per giunta invitano i possessori dei cani regolari a tenerli rinchiusi e non a portarli a spasso con il guinzaglio. Tutto questo è ridicolo prima che assurdo, abbiamo inviato copia della diffida anche alla procura della repubblica di Frosinone perchè valuti se esistono i presupposti per il reato penale di maltrattamento e agisca di conseguenza contro questi amministratori locali assolutamente irrazionali e fuori legge”.

26 marzo 2016 0

Regalo di Pasqua con furto, a Cassino arrestato 35enne

Di admin

Cassino – Nel primo pomeriggio di ieri personale del Commissariato di P.S. di Cassino, allertato dalla locale Sala Operativa, interviene in un noto centro commerciale della città martire, su segnalazione di una commessa. Poco prima, infatti, era entrato un cliente nella gioielleria, dove la donna lavora, per acquistare un regalo e, tra i tanti monili esposti, sceglie un bell’anello di brillanti del valore di oltre 8000 euro.

Mentre la dipendente del negozio è intenta a predisporre la garanzia, il trentacinquenne, di origini campane, pensa bene che è il momento giusto per agire inosservato e sostituire il costoso gioiello con un falso. La commessa, invece, per niente distratta, si accorge subito dell’atto illecito e attira l’attenzione della guardia giurata, in servizio di vigilanza nella galleria commerciale. L’uomo, vistosi scoperto, si da alla fuga.

La sua corsa è, però, fermata dagli uomini del locale Commissariato, con intervento congiunto delle Volanti e di personale in borghese, prontamente giunti sul posto. Dalla perquisizione personale viene recuperato il prezioso anello, che successivamente è stato restituito alla responsabile della gioielleria. Gli investigatori acquisiscono i filmati del sistema di videosorveglianza interna ed accertano il momento in cui il malfattore entra in azione. Il trentacinquenne è arrestato per furto aggravato e processato con rito per direttissima.

26 marzo 2016 0

Incidente stradale a Cisterna, muore 62enne

Di admin

Cisterna di Latina – Tragedia, questa notte, a Cisterna di Latina. Una donna, F. D. A. 62 anni di Cisterna, alla guida di una Renault Twingo ha perso il controllo del veicolo mentre viaggiava su via Aprilia, uscendo di strada e schiantandosi contro una colonna in cemento. Immediato l’intervento dei vigili del fuoco di Aprilia che non hanno potuto far altro che liberare dai rottami il corpo ormai esanime della donna. La tragedia si è consumata poco dopo l’una. Non si esclude però che la vittima sia stata uccisa ada un malore o che lo stesso possa esseere stato la causa dell’incidente. Del caso se ne stanno occupando i carabinieri del reparto territoriale di Aprilia comandati dal colonnello Vincenzo Ingrosso.

er. Amedei