pubblicato il18 marzo 2016 alle 20:12

La Forestale indaga sui lavori nell’area archeologica di Cassino

Cassino – La Guardia Forestale sembra si stia interessando alla vicenda dei lavori di pulizia o sbancamento nella zona archeologica di Cassino denunciati dagli ambientalisti. Grossi e Avella, nei giorni scorsi, hanno denunciato i lavori ritenendoli invasivi anche perché effettuato con l’ausilio di un escavatore cingolato. I forestali sono stati visti più volte sui luoghi dell’intervento, e presso l’ufficio tecnico del comune probabilmente per verificare l’iter autorizzativo dei lavori. Conferma a quanto diciamo anche una nota scritta da Enzo Evangelista, Tecnico scientifico della Sovrintendenza il quale pone anche dei quesiti. Il tecnico, si legge nella nota, sarebbe stato ascoltato dai Forestali nei locali del museo archeologico, e avrebbe rilasciato dichiarazione spontanea.

“Mi sono attenuto a quanto mi compete e nel pieno rispetto dei miei poteri per la difesa e la salvaguardia del patrimonio artistico e storico. Io mi chiedo – continua Evangelista – lavoriamo nell’area del museo Archeologico dal 1979 con continui interventi di manutenzione su strutture con taglio di piante e erbacce e sfalcio su aree erbose senza essere stati contestati per danno”.
Per concludere Evangelista avanza un dubbio. “Ai signori che contestano l’operato chiedo, è legale effettuare foto e video con drone su un’area archeologica protetta con vincolo archeologico di prima categoria e con il divieto specifico di effettuare foto e video?”. Insomma la vicenda sembra assumere tosi sempre più accesi.
Ermanno Amedei

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07