pubblicato il14 marzo 2016 alle 20:37

L’acqua non più bene essenziale, l’allarme di Lega Consumatori

L’avvocato Isabella Marziale, Presidente provinciale della Lega Consumatori comunica una notizia allarmante sul fronte acqua. Non solo aumenti a partire dal 1° gennaio 2016 ma ora anche il via libera del Ministero dell’Economia per la riscossione del credito tramite Equitalia. Ciò significa che c’è la reale possibilità di effettuare fermi amministrativi a fronte di morosità sulle bollette dell’acqua. Con questo nuovo provvedimento, di fatto, si considera l’acqua non più un bene essenziale. Acea nel territorio laziale e Abbanoa in Sardegna sono le prime ad aver richiesto e ottenuto l’autorizzazione a riscuotere il credito con iscrizione a ruolo. Territori fortemente interessati non solo dalla crisi economica che investe tutto il Paese, ma da una profonda crisi proprio sul settore idrico. Con questo provvedimento disastroso, anche sul piano sociale, il Ministero dell’Economia sembra concentrarsi sulle sole esigenze economiche dei gestori che non sono riusciti, ad oggi, a rendere fruibile e sicuro un servizio essenziale che rischia di essere travolto a causa di mancati investimenti e iniziative migliorative mancanti. Quindi, per gli utenti, oltre al danno, la beffa.Lega Consumatori si attiverà per la cancellazione del provvedimento presso gli organi competenti. Per ulteriori informazioni si può visitare il sito dell’associazione www.legaconsumatorifrosinone.it dove sono disponibili i recapiti degli sportelli presenti sul territorio.

faccedivita.it
© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07