pubblicato il29 marzo 2016 alle 21:48

Rientro dalle festività pasquali, traffico intenso sulle autostrade

Sulla rete di Autostrade per l’Italia da questa mattina sono in corso, come previsto, i rientri dalle festività pasquali, con traffico particolarmente intenso lungo le principali direttrici sud-nord e in avvicinamento alle grandi città. Già nel pomeriggio di ieri, lunedì di Pasquetta, si è registrata una prima fase di partenze, con tempi di percorrenza superiori alle norma verso il nord, in particolare sulla A1, in corrispondenza del nodo fiorentino e in avvicinamento a Milano, e sulla A14 tra Ancona e Bologna.

Alle ore 17.30, si registra traffico molto intenso con tempi di percorrenza superiori alla norma in particolare sulle seguenti tratte:
– A1 Milano – Napoli, dove per percorrere il tratto tra Caserta e Roma occorrono circa 3 ore e 15 minuti; mentre più a nord nel tratto tra Arezzo ed Incisa occorrono 1 ora e 45 minuti, a causa di un tamponamento tra 4 autovetture – adesso risolto – avvenuto in condizioni di traffico già rallentato;
– A14 Bologna – Taranto nel tratto tra Vasto e Pescara in direzione Bologna, dove occorrono circa 1 ora e 30 minuti.

Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi sono diramati tramite: i collegamenti “my way” in onda sul canale 501 Sky Meteo24; sui canali 100 e 500 SkyTG24, visibile anche sul canale 50 del digitale terrestre; sulla app my way scaricabile gratuitamente dagli store di Android e Apple‎; sul sito autostrade.it; su RTL 102.5; su Isoradio 103.3 FM; attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero840.04.21.21.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini

Tags: ,



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07