Giorno: 8 aprile 2016

8 aprile 2016 0

Una tonnellata di droga sequestrata ad Aprilia, quattro arresti

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Aprilia – La Polizia di Stato ha portato a termine una brillante attività investigativa che ha consentito di sequestrare una tonnellata di sostanza stupefacente tipo hashish, un chilogrammo di cocaina, oltre 100 mila euro in contanti oltre che consentire l’arresto di quattro cittadini marocchini per traffico e detenzione aggravata di sostanza stupefacente. Gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Latina e della Questura di Roma, nella mattinata odierna, nel noto quartiere romano di Centocelle, durante una mirata attività di contrasto al traffico delle sostanze stupefacenti hanno notato un cittadino magrebino assumere atteggiamenti che hanno destato l’attenzione dei poliziotti, i quali decidevano di seguire il predetto in tutti i suoi spostamenti, effettuando un lungo e complesso pedinamento dell’uomo che si era anche messo alla guida di una piccola utilitaria, portandosi dalla capitale nella provincia di Latina.

Una volta che il soggetto attenzionato è giunto ad Aprilia (LT), in via Due Case, e si è introdotto con fare circospetto all’interno di una villetta, gli investigatori hanno deciso di agire. Dopo aver accerchiato il luogo al fine di evitare fughe e possibili dispersioni della sostanza, che ritenevano potesse celarsi all’interno di quel luogo, hanno fatto irruzione bloccando all’interno quattro soggetti, compreso quello che stavano seguendo sin dalla mattina. All’esito di un’accurata perquisizione, all’interno di un armadio gli operatori hanno rinvenuto, confezionato in panetti sigillati, un enorme quantitativo di droga del tipo hashish per un peso complessivo di circa 1000 kg, nonché 1 kg di cocaina e alcuni grammi di marjuana, nonché oltre 100 mila euro in contanti, in tagli da 5 a 500 euro. I quattro arrestati, identificati per SAFAOUI Khalid, nato in Marocco, il 01.01.1985, SAFAOUI Hamid, nato in Marocco, il 21.07.1990, JENDOUBI Hamid, nato in Marocco, il 01.01.1978 e JLIL Brahim, nato in Marocco, il 29.05.1973, sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Latina a disposizione della Competente A.G..

8 aprile 2016 2

Cassino – Il Tar conferma l’ordinanza per la rimozione delle strutture abusive della frutta, verdure e statue

Di admin

Cassino – “Il Tar di Latina ha respinto la domanda cautelare con cui i ricorrenti chiedevano la sospensione dell’ordinanza, emanata dal Comune di Cassino in data 11 febbraio 2016, per la rimozione dell’occupazione abusiva del suolo pubblico e l’immediato ripristino dello stato dei luoghi nei confronti dei titolari di strutture non autorizzate adibite alla vendita di frutta, verdura e statue.” A renderlo noto è stato il sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone a seguito del pronunciamento da parte della sezione distaccata di Latina del Tribunale Amministrativo Regionale . “Come è noto – ha continuato il sindaco – nei mesi scorsi sono diverse le sanzioni elevate sia per l’occupazione di suolo pubblico che per la presenza di strutture non autorizzate a servizio di alcune attività commerciali.  Un’attività di controllo che ha portato all’individuazione di una serie di strutture abusive, adibite alla vendita di frutta e verdura, alle quali era stato notificato, così come previsto dal vigente pacchetto sicurezza, l’obbligo di produrre documenti probanti la regolarità dei propri esercizi commerciali o, eventualmente, di adeguarsi alle prescrizioni di legge. Ciò non è avvenuto e per questo si è provveduto ad emanare un’ordinanza, notificata ai trasgressori, per la rimozione delle strutture e l’immediato ripristino dello stato dei luoghi. Un provvedimento contro il quale i titolari delle strutture hanno presentato il ricorso sul quale nella giornata ieri si è pronunciato il Tar di Latina che ha dato ragione al Comune di Cassino e condannato i trasgressori al pagamento delle spese in favore dell’Ente. Una notizia che rende giustizia all’azione di contrasto all’abusivismo portata avanti dall’Amministrazione con il fondamentale apporto della Polizia Locale e la collaborazione delle altre Forze dell’Ordine. L’abusivismo, infatti, si manifesta anche con l’occupazione di suolo pubblico non autorizzato, che si traduce in concorrenza sleale nei confronti di tutte le attività che operano nel rispetto delle regole e della legalità. Queste situazioni generano costi per tutti i cassinati, in termini di irregolarità. Continueremo, quindi, la nostra azione di contrasto a questi fenomeni al fine di evitare situazioni analoghe. In ragione di ciò, nel caso ci siano altri esercizi commerciali non in regola, sarebbe opportuno che i titolari provvedano alla rimozione di tutto ciò che non è autorizzato per la loro attività per non subire gli inevitabili verbali e i costi di sgombero conseguenti all’intervento dell’Amministrazione.”

8 aprile 2016 0

Don Roberto Sardelli a Pico per la presentazione di “Il neo di Francesco”

Di admin

Pico – Sabato 9 aprile alle ore 17.30 si terrà, presso la biblioteca comunale “Luigi Fraioli” di Pico, la presentazione del libro “Il neo di Francesco” l’ultima opera di don Roberto Sardelli. Il volume, pubblicato dalla casa editrice Kurumuny, promuove un dibattito e un confronto sulla figura di Papa Francesco, inteso come vescovo di Roma, partendo da un’esperienza reale. Don Roberto Sardelli non ha bisogno di presentazioni, originario di Pico e Pontecorvo, ha speso la propria missione spirituale e politica agli ultimi e agli emarginati.

Da un’idea di Rocco D’Anella, Marco Abatecola e Paola Caramadre in collaborazione con il Comune di Pico che ha dato il patrocinio, si terrà la presentazione del volume che vedrà la partecipazione del già deputato Michele De Gregorio che dialogherà con l’autore. L’iniziativa sarà inaugurata da un saluto del sindaco Ornella Carnevale. Alcuni brani saranno letti da Paola Caramadre.

8 aprile 2016 0

San Pietro Infine – Lastre di amianto abbandonate in località Cerreto, la denuncia del sindaco Vecchiarino

Di admin

San Pietro Infine – Questa mattina in località Cerreto a San Pietro Infine sono stati rinvenuti gettati nella cunetta della strada diversi sacchi neri al cui interno sono stati occultati rifiuti speciali pericolosi. Si tratta di circa 5 quintali di lastre di amianto. Il rinvenimento è stato notato da un residente che immediatamente lo ha segnalato al sindaco Giuseppe Vecchiarino che ha fatto un sopralluogo e ha denunciato l’ennesimo abbandono di rifiuti speciali in una zona rurale di rara bellezza.

“Denunciamo questa situazione di grave degrado ambientale. Non possiamo più accettare questa condizione e gli atti di incivili che prendono d’assalto le nostre campagne mettendo in serio rischio la salute dei nostri concittadini e danneggiano l’ambiente”. Una vera e propria emergenza ambientale nelle zone periferiche di San Pietro Infine. Le strade di campagna e i canali di scolo delle acque vengono sistematicamente presi d’assalto da ignoti che gettano rifiuti di ogni tipo deturpando pericolosamente l’ambiente. La situazione sta degenerando e sempre maggiori quantitativi di rifiuti, di ogni genere, vengono abbandonati nelle periferie. Il comune dovrà adesso accollarsi la spesa della bonifica che ammonta a diverse migliaia di euro. La polizia municipale di San Pietro Infine ha effettuato un sopralluogo insieme al sindaco anche per cercare indizi per risalire ai colpevoli e perseguirli a norma di legge. Ricordiamo che in Campania è previsto l’arresto per chi abbandona rifiuti se colto in fragranza di reato.

8 aprile 2016 0

Quattrocento ebrei a Fiuggi per la Pasqua Ebraica, città blindata

Di admin

Fiuggi – Saranno circa 400  le persone di fede ebraica che si ritroveranno a Fiuggi tra il 21 aprile e il primo maggio, periodo in cui ricade quest’anno la Pasqua ebraica,  per un soggiorno nella rinomato Hotel della Fonte prenotato interamente per accogliere il loro gruppo. Si tratta di personaggi importanti, leader di preghiera, accompagnati dalle loro famiglie. Alcuni arriveranno anche da Israele, altri dagli Usa, dall’Inghilterra e da centro Europa. Per 12 giorni alterneranno momenti di preghiera a gite ed escursioni nella Capitale. Un periodo di tempo durante il quale le forze dell’ordine faranno della zona un’area altamente presidiata se non addirittura blindata. Inutile ribadire quanto sia sensibile un obiettivo che vede raccolti così tante autorità dell’Ebraismo internazionale.

Perquesto sono previsti prtesidi delle forze dell’ordine all’int6erno e all’esterno della struttura.

Er. Amedei

8 aprile 2016 0

Omicidio stradale, arrestato il 35enne che ha investito e ucciso Rapone

Di admin

Alatri – Era sotto effetto di droga e, per di più, era anche evaso dalla detenzione domiciliare il 35enne di Torrice che ieri sera ha investito ed ucciso sulla Statale Frosinone Alatri a Tecchiena, Eugenio Rapone, 70 anni di Alatri. La vittima aveva parcheggiato la sua auto sul ciglio della strada per effettuare un prelievo dal vicino bancomat della Unicredit. Al ritorno, è stato centrato dalla Bmw mentre si accingeva a risalire sulla sua vettura. L’uomo sarebbe stato trascinato per un centinaio di metri, prima che il suo corpo dilaniato, rotolando sulla capotta dell’auto investitrice, si riversasse per terra. La stessa auto si è fermata molto più avanti. I carabinieri, sotto la pioggia, questa notte hanno dovuto ricostruire la dinamica dell’incidente e ricomporre il corpo dell’uomo orrendamente mutilato. Dagli accertamenti dei militari, il 35enne che lo ha investito era alla guida sotto gli effetti della droga ed era evaso dalla detenzione domiciliare che stava scontando nella sua abitazione a Tecchiena. Per lui sono scattate le manette per omicidio stradale.

Leggi precedente

Ermanno Amedei

8 aprile 2016 0

I 300 (mila) che spaventano Vienna. Brennero a rischio chiusura

Di admin

Dall’Italia – Il Brennero, dove finisce l’Italia e comincia l’Austria, e forse anche un’altra parte di Europa, rischia di tornare ad essere confine presidiato, anche se nel cuore del Vecchio Continernte che si dice unito. La minaccia arriva direttamente dalla ministra dell’Interno austriaca Johanna Mikl-Leitner che teme gli effetti di un’altra ondata di profughi prevista per fine maggio inizio giugno. Sarebbero circa trecentomila gli immigrati pronti ad imbarcarsi dalle coste nord africane, con i soliti sistemi di imbarcazioni carrette. Stima che potrebbe essere sottostimata ma che già basta per far impallidire tutti, ma in particolare Vienna che minaccia di chiudere il confine o, quantomeno, istituire controlli. Minaccia o avvertimento, sarà ufficializzata questa mattina in un incontro tra lei e il ministro Alfano. Il problema immigrati, quindi, resta Italiano, e del resto, se anche la ministra austriaca attuasse la sua minaccia che tanto ha inorridito, non sarebbe certamente la prima a farlo. I francesi l’hanno già fatto lo scorso anno a Ventimiglia. Quindi, perché meravigliarsi? Perché ancora parlare di Europa Unita?

Ermanno Amedei

8 aprile 2016 0

Basket serie B: Al Pala Soriano la Virtus Cassino affronta l’Empoli

Di redazionecassino1

Mancano solo tre giornate al termine della regular season e la BPC Virtus Cassino dopo la splendida affermazione sul parquet campano della Cesarano – Scafati torna a calcare il legno amico del Palasport della Valle di Comino, Atina Inferiore . Avversario di giornata l’Empoli di coach Giovanni Bassi . BPC Virtus Cassino – Empoli sarà uno dei big match di giornata perché vedrà di fronte la terza del ranking stagionale ( Cassino ) e la settima ( Empoli , in condominio con Catanzaro , ndr) . Insomma uno scontro di alta classifica e dal tremendo sapore di sabbie mobili per gli uomini di coach Vettes . “Dovremo fare tesoro della lezione che ci hanno impartito nella gara di andata “ commenta coach Vettese alla vigilia del match “ La gara di andata ci ha reso consapevoli di come questa formazione toscana sia assolutamente velenosa ed insidiosa . Giocano un basket molto fisico e soprattutto arrembante e dovremo perciò adeguarci alla loro caratteristica fondamentale che è quella di avere un approccio molto garibaldino a qualunque gara . Ci sorpresero all’andata , ma devo dire che molte squadre di alta classifica su quel campo ci hanno lasciato le penne e noi non facemmo eccezione . Dovremo fare tesoro di quella lezione se vogliamo mantenere il gradino più basso del podio della classifica.” Conclude un caricatissimo allenatore rossoblù. Infatti , in un freddo sabato sera di dicembre 2015 , era il 19 , Samoggia e compagni fecero un sol boccone della compagine cassinate . Una gara da incubo che inesorabilmente acuì il periodo nero di quel Cassino che si ritrovò nel bel mezzo del mare periglioso della crisi di risultati oltre che di gioco . Con quella sconfitta infatti la striscia di sconfitte si allungò per Cassino a tre ; battuta da Empoli nell’anticipo della tredicesima giornata del girone di andata del campionato nazionale di Serie B 2015-16 , girone C . Ai rossoblu non bastò un gran primo tempo (primi due quarti da favola) , fatto di tanta difesa e soluzioni diversificate in attacco. Già , non bastò , perché nel terzo periodo la reazione dei toscani fu veemente. Nella terza frazione da incubo per Carrizo e compagni , Empoli ribaltò completamente l’inerzia della gara , con un parziale terrifico di 26 a 8 . Al rientro in campo dal riposo lungo infatti le triple di Terrosi e Mascagni ridiedero fiducia all’USE Empoli , che in soli quattro minuti tornò a -2 per poi riuscire anche a sorpassare i cassinati , ribaltando completamente il punteggio all’ultima pausa (55-50). Nel periodo conclusivo Empoli provò a scappare via ma Cassino restò attaccata al match solo con la precisione ai liberi e poi rientrò addirittura a -3 con un break di 0-4 firmato da Lovatti e Ausiello. Nel finale però i laziali sbagliarono molto e non riuscirono a completare la rimonta, cosicchè i padroni di casa arrotondarono il risultato dalla lunetta con un + 9 all’attivo , 83 a 74 . Arrivò dunque una sconfitta su un campo ostico per la BPC Virtus Cassino, condizionata anche dai problemi fisici di capitan Carrizo. Non fu il caso di fare drammi per quella battuta d’arresto ma è chiaro che gli zero punti raccolti in tre gare (Eurobasket, Scafati e poi Empoli) non furono un toccasana , né poterono lasciare tranquillo coach Vettese e i suoi. La successiva partita di mercoledì 23 dicembre al Soriano di Atina contro Catanzaro ridiede certezze alla truppa con la V rossoblù sul petto .E da lì partì la rinascita di questa Virtus Cassino che non vuole assolutamente fermarsi e che sta facendo sognare il suo popolo. “Sarà complessa questa gara “ sostiene il DT dei cassinati , il dott. Leonardo Manzari “Complessa perché loro si giocano il diritto a disputare i play off ed hanno poco o nulla da perdere; getteranno il cuore con ardore oltre l’ostacolo. Noi dobbiamo far valere il fattore campo ma sarà difficile perché loro sono buoni ed hanno giocatori in grado di esaltarsi nelle difficoltà! Per cui dovremo essere assolutamente concentrati e capire che ormai tutti questi appuntamenti sono una palestra per affrontare al meglio la post – season” conclude il DT rocssoblù. E già la post season. Cassino per il secondo anno consecutivo di militanza in Serie B nazionale ha raggiunto questo traguardo con grande orgoglio per la dirigenza cassinate “Siamo felici di tutto ciò , “ afferma Donatella Formisano , presidente della Virtus Cassino “ felici perché dobbiamo considerare come al solito l’annosa questione del fatto che la Virtus Cassino gioca sempre , dico sempre e : Ci eravamo imposti di migliorare quanto fatto lo scorso anno e ci siamo riusciti. Abbiamo raggiunto il diritto di giocarci la post season con ben 4 giornate di anticipo . Però adesso dobbiamo essere bravi a rimanere concentrati ed umili per regalare altre soddisfazioni alla gente di Cassino e di tutta la Terra di San Benedetto che tanto affetto ci sta regalando “ chiosa la presidente del sodalizio rossoblù. Sodalizio rossoblù che schiererà tra le proprie fila, per la prima volta, il neo acquisto Simone Berti proveniente dalle fila dell’Azzurro Napoli Basket , estromesso dal Campionato dal giudice sportivo lo scorso 31 marzo. Nella giornata odierna il team cassinate ha perfezionato le pratiche per il tesseramento dell’atleta che si unirà al roster capitanato da Manuel Carrizo. Empoli arriverà al Pala Soriano di Atina forte di due vittorie consecutive , Viterbo e Venafro . Insomma la BPC Virtus Cassino si troverà di fronte un team giovane ma molto esperto, che può contare su elementi come Terrosi, Mariotti, Samoggia, Mascagni e Bei che, insieme a tutti gli altri giocatori a disposizione di Coach Bassi, hanno proiettato l’USE al 7° posto in classifica a quota 26 punti. Il match tra USE Empoli e BPC Virtus Cassino si giocherà sabato 9 aprile con palla a due alle ore 18.00 nel Palasport di Atina , ad arbitrare sono chiamati i signori Mancini Nicola di Caserta ed Esposito Luigi Ezio di Nola (Na).