Giorno: 15 aprile 2016

15 aprile 2016 0

Building Peace a Veroli. Summit per la sicurezza dell’ evento

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Tutto è pronto per la cerimonia di inaugurazione del monumento per la pace Building Peace a Veroli che si terrà il prossimo 21 aprile. In queste ore è stato messo a punto anche un programma di sicurezza pubblica , che è stato analizzato nel corso di un summit. Nel dettaglio: Ieri si è tenuta una riunione del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica in cui sono state esaminate, tra l’altro, le misure da adottare in occasione della cerimonia di inaugurazione del Building Peace monumento alla pace, realizzato con numerose pietre provenienti da tutti i continenti, che si terrà giovedì 21 aprile 2016 nella città di Veroli. All’ incontro, presieduto dal prefetto di Frosinone Emilia Zarrilli, hanno partecipato, oltre ai vertici delle forze di polizia provinciali, il sindaco di Veroli e il consigliere delegato alla sicurezza della provincia di Frosinone. Alla cerimonia è prevista la partecipazione di numerosi ambasciatori e rappresentanti di consolati di vari paesi dei cinque continenti. Al riguardo, tenuto conto della presenza di numerosi personaggi appartenenti a diversi stati esteri e per l’importante ruolo dagli stessi ricoperto, si è concordato sulla necessità di mantenere alto il livello di guardia, adottando ogni tipo di misura finalizzata a garantire la tutela dell’ ordine e della sicurezza pubblica per prevenire ogni possibile turbativa e il compimento di illegalità. Per una più capillare attivazione dei dispositivi di sicurezza verrà richiesto anche l’impiego di unità di personale del reparto prevenzione crimine di Roma. Il prefetto ha manifestato “vivo apprezzamento per la lungimirante iniziativa, in quanto diventa un importante strumento di diffusione della cultura della solidarietà e fratellanza e simbolo di pace tra tutti i popoli del mondo in questa delicata fase che sta attraversando l’intera umanità “.

15 aprile 2016 0

Regole di Bon Ton per i cani al parco. Il vademecum di Aida

Di redazione

Dall’ Italia- Sono circa 5 milioni le persone che una o più volte al giorno portato il proprio cane in un parco pubblico o a fare una passeggiata. Una consuetudine necessaria ma anche piacevole alla quale l’associazione Aida ( associazione italiana in difesa di animali e ambiente) ha sempre bisogno di essere accompagnata da un vademecum. Regole semplici da seguire e da ricordare, poiché nonostante siano basilari, non tutti osservano. In una nota ad hoc sintetizzano così da Aida: “Nel parco pubblico: quando si porta il cane è indispensabile tenerlo al guinzaglio corto (150 cm)e verificare quelli che sono i divieti o zone in cui l’animale può o non può accedere. Se il cane è socievole, quando si incontrano bambini o altri animali è bene lasciare che facciano reciproca conoscenza. Questo naturalmente senza mai perdere di vista il cane e il bimbo,specialmente per evitare che i piccoli compiano gesti improvvisi che possano innervosire il cane perché potrebbe reagire di conseguenza. Se il cane può girare liberamente, mai perderlo di vista, sia per la sua incolumità che per quella degli altri fruitori del parco e degli altri animali presenti. Mai sedersi su una panchina a leggere o parlare lasciando libero il proprio animale che potrebbe scappare, uscire dal parco e finire sotto una moto o un’auto, oppure causare egli stesso un incidente o avere problemi con altri animali, adulti o bambini presenti. Nelle aree cani: prima di lasciare libero il cane,verificare la presenza di altri animali e accertarsi con i rispettivi padroni che non vi siano situazioni di incompatibilità tra i cani liberi. Non lanciare palline o altri giochini senza una precisa meta poiché i giochi di lancio devono essere preceduti da un giusto addestramento al riporto. Mai prendere in braccio cani piccoli per difenderli da cani di taglia maggiore. Tale gesto infatti è pericoloso in quanto gli altri cani risulterebbero liberi mentre il più piccolo, se attaccato, sarebbe impossibilitato a fuggire, quindi molto agitato e stressato. Mai portare nelle aree apposite i cani non vaccinati o malati perché potrebbero essere motivo di contagio per altri e loro stessi sarebbero a rischio malattie. Norme generali: portare sempre con sé paletta e sacchetto per la raccolta degli escrementi, nonostante siano disponibili all’ interno di molte aree cani. Portare sempre con sé anche una bottiglietta di acqua non fredda sia per dissetare il proprio cane sia per lavare, laddove il cane dovesse fare pipì contro strutture fisse o panchine.

15 aprile 2016 0

Anteprima della “Maratona di Primavera”: una mini maratona nel carcere di Cassino

Di redazionecassino1

Una giornata all’insegna dello sport e della solidarietà. Dopo il grande successo dello scorso anno, il Cus Cassino lunedì tornerà al San Domenico per un’anteprima della maratona di primavera. La manifestazione sportiva più longeva del Lazio Meridionale il 25 aprile festeggerà ben 26 anni. Per celebrare l’ambizioso traguardo raggiunto, il presidente del Centro Universitario Sportivo Carmine Calce ha voluto far precedere i sei chilometri percorsi dalle famiglie nel giorno della Liberazione, da una mini maratona all’interno del carcere di Cassino. Circa 70 detenuti della casa circondariale diretta dalla dottoressa Irma Civitareale, lunedì 18 aprile alle ore 16:30, prenderanno parte all’evento sportivo che vedrà, tra gli altri, la presenza del rettore Giovanni Betta, del edelegato allo sport Daniele Masala, del sindaco di Cassino Petrarcone, dell’assessore allo sport Danilo Grossi e di tanti studenti tirocinanti di Scienze Motorie. Gli amministratori lo scorso anno, più che sul campo sportivo, hanno brillato su quello del sociale ed hanno regalato ai ragazzi del San Domenico una sana giornata di sport, divertimento e solidarietà. Il presidente del Cus Cassino, professor Carmine Calce, ha pertanto ricevuto i complimenti di tutti per aver organizzato l’anteprima della maratona di primavera all’interno della casa circondariale, mostrando sensibilità e attenzione per il mondo del sociale, molto spesso dimenticato dalle società sportive impegnate a migliorare solo l’aspetto agonistico e non quello dell’attenzione alle fasce deboli. E quest’anno intende bissare con tante novità. «Per festeggiare i 26 anni della maratona di primavera – spiega il presidente del Cus – intendiamo partire dal San Domenico perché la sensibilità al sociale è nel dna del nostro centro. “Facciamo fiorire la pace nella città per il mondo” del resto è da 26 anni lo slogan della maratona di primavera. E la pace, come lo sport, si inizia a praticare in casa. Lo sport si rivela, senza dubbio, un metodo molto efficace per conseguire la pace, perché va oltre qualsiasi differenza di lingua, razza, religione o opinione politica. È questa dunque l’ennesima dimostrazione del nostro modo di intendere lo sport: vincere nella vita, prim’ancora che sul campo». Due giorni dopo la maratona di primavera, e cioè mercoledì 20 aprile, si svolgerà nella sala degli Abati in piazza Corte, a partire dalle ore 11, la conferenza stampa della maratona di primavera che, come ormai da oltre un quarto di secolo, andrà in scena il 25 aprile.

15 aprile 2016 0

Basket C/Gold: N.B. Sora contro Marino, per capire le condizioni fisiche e mentali

Di redazionecassino1

Domenica 17 aprile, la Fravil-Expert Lucarelli NB Sora 2000 sarà impegnata in casa contro il Club Marino Lions in una gara importantissima per capire le condizioni fisiche e mentali della formazione volsca. Dopo le ultime due sconfitte ad opera della quarta in classifica e della prima della classe, Fiorini e compagni avranno di fronte un avversario con caratteristiche diverse dalle proprie, già sconfitta nel girone di andata. Marino ha 8 punti in classifica contro i 36 del Sora. La gara quindi si presenta come tutta da giocare. “Per noi è un test importante per mettere alla prova il lavoro fatto nelle ultime settimane – ha commentato il coach della Fravil-Expert Lucarelli NB Sora 2000, Tonino Spaziani – Abbiamo la possibilità di fare bene, l´importante è mettere in campo tutta l’energia e la concentrazione possibile”. La gara avrà inizio alle ore 19.15 e sarà arbitrata dai Sig.ri COLLURA Pierluigi e SPINELLI Indro