Giorno: 17 aprile 2016

17 aprile 2016 0

Escursionista ferita a San Felice Circeo, salvata dai vigili del fuoco

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nel pomeriggio di oggi due a squadre dei vigili del fuoco, rispettivamente del distaccamento di Terracina e il Drago 54 del reparto volo vigili del fuoco di Ciampino, sono intervenute a San Felice Circeo in località Torre Paola sul promontorio del Circeo per soccorrere una escursionista ferita ed impossibilitata a muoversi. L’intervento si reso necessario per fare spazio tra la fitta vegetazione in modo da poter “verricellare” la sfortunata, dopo essere stata immobilizzata dai sanitari, con il drago 54.

17 aprile 2016 0

Referendum 2016: Cassino sotto la media nazionale. Alle ore 19 solo il 18,34% aveva votato

Di redazionecassino1

Cassino – Giornata di voto per gli italiani per il referendum abrogativo sulla legge che disciplina la normativa sulle trivellazioni in mare per l’estrazione di gas e petrolio, oltre le dodici miglia dalla costa. Un referendum voluto, per la prima volta, da sette regioni italiane, ma boicottato dal Governo e da molti esponenti politici di primo piano, tra cui l’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che hanno sostenuto a chiare lettere l’inutilità di questo referendum invitando gli italiani al non voto, o che l’astensione fosse legittima, con lo scopo preciso di non far raggiungere il quorum del 50% + 1.

Disagi a Cassino ed in molti comuni del Basso Lazio per gli elettori che hanno avuto l’amara sorpresa di doversi recare agli uffici elettorali per cambiare la tessera elettorale. Un fuori programma per molti elettori dovuto all’adeguamento dei seggi alle nuove disposizioni sulla ripartizione per ciascuno di essi del numero di votanti. Per quanto rigurda strettamente i dati sull’affluenza alle ore 12 nella Città Martire avevano votato solo 1795 elettori pari al 6,22%, un dato inferiore alla media nazionale che alla stessa ora era di poco superiore al 8%. Alle ore 19, invece, i votanti si attestavano a 5991 pari ad una percentuale del 18,34% anche in questo caso di molto inferiore alla media nazionale che era di circa il 25%. Il boicottaggio del Governo e le difficoltà per molti elettori di Cassino, nonostante le comunicazioni dei giorni scorsi con comunicati ai quotidiani, applicazioni per smartphone e sui social network, come facebook, non sono bastati a indurre gli elettori della Città Martire a recarsi alle urne. Sicuramente la situazione sarà molto diversa il prossimo 5 giugno in occasione delle elezioni amministrative. Quella sarà tutta un’altra storia, per ovvi motivi! F. Pensabene

17 aprile 2016 0

Democrazia trivellata, elettori demotivati anche a Cassino da cambi di seggi

Di redazione

Anche se mancano molte ore alla chiusura delle urne, è possibile elencare le principali cause di quello che sembra essere il fallimento del cosiddetto referendum sulle trivelle. L’affluenza alle 13 era di poco superiore all’8 per cento. Oltre al fatto che la data scelta non è stata la stessa per le amministrativa nistrative, ha certamente influito in amnira superiore il fatto che la gente sa che il proprio voto referendario ha scarso valore considerando l’esito del voto sulla gestione dell’acqua e l’effetto che esso ha avuto quando si è trattato di decidere su come gestire gli acquedotti pubblici.

Ma c’è anche un altro aspetto che sta infierendo sulla voglia di votare della gente; un aspetto secondo alcuni studiato appositamente per minare il referendum. Studiato o no, è certamente un fatto che molti elettori che si stanno recando alle urne scopriranno, una volta arrivati al proprio seggio, che questo gli è stato cambiato. Sta accadendo n molti comuni e Cassino non fa eccezione. Gli elettori, quindi, dovranno recarsi nell’ufficio elettorale dl comune per chiedere di cambiare la scheda elettorale finendo per rinunciare a votare quando si trovano file lunghissime. In pochi sono pronti a scommettere che simili disservizi si registreranno anche quando si tratterà di votare per le amministrazioni. Che nessuno si giustificasse sostenendo di aver affisso qualche foglio in qualche bacheca avvertendo del cambi di sezione. Quella di oggi, trivella si, trivella no, è una pessima giornata per la democrazia. Ermanno Amedei

17 aprile 2016 0

Gravi carenze igienico sanitarie e strutturali, sospesa l’attività a bar pizzeria a Pontecorvo

Di admin

Pontecorvo – Ieri pomeriggio i Carabinieri del NORM della compagnia di Pontecorvo e il personale dell’ASL –  Servizio Igiene Alimentare e Nutrizione di Cassino, a conclusione di un servizio finalizzato alla repressione di reati in materia di sicurezza alimentare, segnalavano alla competente autorità amministrativa un 31enne commerciante di Pontecorvo.

Il controllo igienico sanitario eseguito dai carabinieri all’interno di un bar pizzeria della città, consentiva di accertare gravi carenze igienico sanitarie e strutturali tali da rappresentare un rischio significativo per la salute dei consumatori. Nel medesimo contesto veniva disposta la sospensione immediata dell’attività di ristorante/pizzeria e comminate sanzioni amministrative dell’importo complessivo di euro 9.000, per il mancato rispetto minimo dei requisiti di igiene, per l’installazione di un forno elettrico non autorizzato, per la vendita di prodotti alimentari scaduti e privi di prezzo.

17 aprile 2016 0

I misteri di Alatri e le ricerche di Tofani sul settimanale Cronaca Vera

Di admin

Alatri – Ornello Tofani e la sua continua ricerca per scoprire le origini della città di Alatri è protagonista su due pagine del settimanale nazionale Cronaca Vera. Tofani rabbrividisce quando qualcuno gli ricorda la tesi piú accreditata dagli storici ufficiali secondo i quali Alatri  risale a epoca romana. Le sue ricerche dimostrerebbero che le mura realizzate con massi pesanti tonnellate sarebbero un enorme calendario astrale.