Giorno: 21 aprile 2016

21 aprile 2016 0

Medici di Cassino fecero spendere 95 mila euro alla Asl per strumento mai usato, condannati a risarcire

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – Era giugno 2009 quando 95mila euro vennero spesi dalla Asl di Frosinone per dotare il Santa Scolastica di Cassino del Cell Saver 5 e un kit di 100 monouso necessari per l’apparecchio che sarebbe servito per il recupero del sangue in sala operatoria. Il sangue è merce rara, quindi, verrebbe da dire che la spesa era stata ben fatta.

Se non che, però, da luglio 2009 a luglio 2011, nei 59 interventi effettuati nel Santa Scolastica in cui Cell Saver sarebbe potuto tornare utile, non è mai stato utilizzato, preferendo l’utilizzo, invece, di 50 sacche di sangue costate poco meno di 10mila euro.

Una mala gestione che solitamente nel nostro Paese passa inosservata ma non è andata così in questa circostanza dato che la Corte dei Conti  ha condannato tre dirigenti della Asl a risarcire l’azienda per 60mila euro, cioè 20mila euro ciascuna per chi chiese  e chi autorizzò l’acquisto di quello strumento che è risultato inutile.

Er. Amedei

21 aprile 2016 0

Peschereccio scomparso, la Capitaneria lo sta cercando anche con mezzi aerei

Di admin

Formia – Il mistero del peschereccio scomparso si infittisce. A 24 ore dalla sua partenza dal porto di Formia, ancora nessuna traccia che possa indicare che fine abbia fatto il natante e, soprattutto, le tre persone che componevano l’equipaggio. L

ungo 14 metri e in buone condizioni, è salpato ieri sera dal porto di Formia diretto a sud per una battuta di pesca. Gli uomini della capitaneria di Porto di più compartimenti lo stanno cercando in un vasto raggio del Tirreno in cui un natante con quelle caratteristiche potrebbe essrsi spinto in così poco tempo. A bordo, oltre al capitano 43enne originario di Portici, c’erano un 60enne e un 25enne, entrambi tunisini.

A lanciare l’allarme è stata la moglie del capitano quando non ha ricevuto la solita telefonata che il marito le faceva dopo aver ritirato l’ancora. I soccorritori stanno cercando il natante anche con l’ausilio di mezzi aerei. Il mare ieri sera era piatto.

Er. Amedei

21 aprile 2016 0

Prime iniziative nate dalla collaborazione tra Diocesi e Pontificia Università Antonianum

Di redazione

In vista le prime iniziative frutto dell’accordo di collaborazione tra la Diocesi di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo e la Pontificia Università Antonianum . Interessanti le novità che vengono illustrate nella nota stampa: “Non sono ancora passati due mesi dallo storico accordo quadro di collaborazione – della durata di cinque anni e rinnovabile – firmato il 28 febbraio scorso dalla nostra Diocesi di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo con la Pontificia Università Antonianum, e si lavora alacremente per tradurre in realtà vere e concrete di sviluppo quelle piste di ricerca e di cooperazione per la diffusione del Sapere e la valorizzazione del territorio, indicate nel documento, che prevedevano un cammino tra Storia, Arte, Archeologia, Insegnamento sociale per l’interculturalità e l’ecumenismo, nuove sfide della rivoluzione informatica globale ed intercultuale. La Pastorale Digitale diocesana ha inviato proposte di partenariato a Istituzioni pubbliche e private, Musei, Amministrazioni pubbliche, Scuole, Imprese e Associazioni del territorio. Molte delle realtà interpellate hanno già accolto positivamente la proposta, e sono in via di definizione altri accordi quadro. Infatti, pur ritenendo di lunga durata il progetto nella sua interezza, si intende dare inizio graduale ma vero e immediato alle grandi opportunità che ci si dischiudono davanti, sia per il bene comune che per la valorizzazione del territorio e delle persone che vi risiedono e lavorano, con particolare attenzione ai giovani e alle loro prospettive future. E’ di ieri la notizia che l’Antonianum ha stretto un altro importante accordo di collaborazione culturale e scientifica con Sapienza, Università di Roma, “per dare vita, anche attraverso lo scambio di professori e ricercatori, a progetti congiunti di ricerca, corsi, giornate di studio e seminari sui temi attinenti alle seguenti aree: scienze dell’antichità, archeologia e arte francescana; scienza e fede; giustizia, pace e integrità del Creato”. Questo, grazie al coordinamento generale del dott. Paolo Cancelli per la Pontificia Università Antonianum e della Dott.ssa Mancinelli per la Sapienza. Come si vede, le aree di intervento sono molto vicine, per cui se si amplia la rete di sinergie, si allarga l’orizzonte di possibilità reali per realizzare progetti di crescita cultuale e sociale. E si comincia, grazie alla disponibilità dell’Università e dei docenti, ad organizzare convegni e seminari. Lo scorso 19 aprile si è svolta a Roma presso l’Antonianum una giornata di studio sul tema “La Buona Scuola e l’Insegnamento della Religione cattolica” organizzato dall’Istituto Superiore di Scienze Religiose dell’Università Antonianum e dalla Diocesi di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo, valido come corso di aggiornamento per i docenti di Religione Cattolica. Vi hanno partecipato, tra gli altri, don Nello Crescenzi, responsabile diocesano IRC, e don Alessandro Rea, direttore Ufficio diocesano Comunicazioni Sociali. Le prossime iniziative da sviluppare, anche secondo i suggerimenti e le disponibilità dei partner che vorranno partecipare, sono già delineate. La prima riguarda il Progetto Parco Culturale Ecclesiale “Il Cammino di Canneto”, idea che fu lanciata dal vescovo diocesano Mons. Gerardo Antonazzo, già lo scorso 6 novembre presso il Palazzo Ducale di Atina nel suo primo incontro con tutti i Sindaci e consiglieri regionali e provinciali della diocesi di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo. Progetto che rientra in un percorso CEI per la valorizzazione e promozione del patrimonio delle diocesi italiane e che fu subito accolto con grande apprezzamento. Il culto per la Vergine Bruna di Canneto da secoli accomuna fedeli da quattro regioni (Lazio, Abruzzo, Molise e Campania) e spinge decine di migliaia di pellegrini a recarsi al Santuario – ora Basilica Pontificia Minore – di Canneto nel Comune di Settefrati, a piedi in estate durante i giorni della festa, con ogni altro mezzo durante tutto l’anno. Il progetto “Il Cammino di Canneto” non riguarda solo il percorso delle “Compagnie” dei vari paesi,ma abbraccia tutto il territorio della diocesi più tanti altri comuni. Territorio su cui si trovano altri monasteri storici e abbazie soprattutto benedettine.Valorizzando e facendo conoscere arte, storia, cultura, aspetto naturalistico e percorsi enogastronomici, il progetto innesca una grande e concreta opportunità turistica, di recupero e valorizzazione del patrimonio artistico, culturale ed immobiliare. Una vera e seria possibilità per sviluppare nel nostro territorio quel turismo religioso che può dare un contributo all’intera comunità, favorendo lo sviluppo economico e sociale del territorio ed il sorgere di un’economia di indotto con nuovi posti di lavoro in particolare per i tanti giovani. Un secondo possibile prossimo intervento, nell’area dell’arte francescana, riguarda il Convento di San Francesco di Vicalvi, recentemente passato alla Diocesi e bisognoso di opere di manutenzione e restauro. Una base sulla quale lavorare per sviluppare un armonico e interconnesso progetto di sviluppo delle singole aree previste dall’accordo potrebbe essere l’Enciclica Laudato Si’. Altro ancora si sta studiando e prevedendo, l’intenzione c’è, l’entusiasmo pure, data la possibilità di avviare un cammino comune di crescita culturale ed umana che, mettendo in comunione idee e saperi, possa andare verso una “Pastorale Digitale 3.0″, realizzando e rendendo operativa una grande piattaforma che possa, creando sinergie, realizzare grandi progetti al servizio dei nostri territori e del bene comune. Ben venga, dunque, il nuovo accordo tra Antonianum e Sapienza, unire le forze non può che far bene a tutti per andare incontro al futuro più consapevoli e preparati”.

21 aprile 2016 0

Marito violento arrestato ad Aprilia, perseguita la ex moglie e estorce soldi all’ex suocero

Di admin

Aprilia – Atti persecutori, tentata estorsione e danneggiamento aggravato, questi i reati contestati ad M.A. 40 anni di Aprilia, arrestato a seguito di una indagine svolta dai carabinieri del Norm appartenete al comando Territoriale di Aprilia comandato dal colonnello Vincenzo Ingrosso. Il 40enne, secondo gli investigatori ha reiteratamente molestato e minacciato l’ex convivente, creandole un permanente stato di ansia e di paura. Condotte vessatorie che sono state ripetute anche nella giornata di ieri, quando l’arrestato ha danneggiato, con calci e pugni, l’autovettura del padre della vittima, al quale tentava, di estorcere la somma di 300euro.

21 aprile 2016 1

Aggredisce e picchia la ex moglie a Sant’Apollinare, 41enne arrestato

Di admin

Sant’Apollinare – Nonostante il divieto di avvicinarsi alla ex moglie, un 41enne di Sant’Apollinare continuava ad rendersi oppressivo nei confronti della donna e, per questo, i carabinieri gli hanno notificato una ordinanza di arresto ai domiciliari. Il provvedimento iniziale del divieto di avvicinamento era scaturito da indagini svolte dai militari a seguito di una denuncia presentata dalla ex coniuge in cui accusava l’uomo di una serie reiterata di atti vessatori e persecutori consistenti in violenze e minacce che si ripetevano dall’atto della separazione. Ad ottobre l’uomo sorpreso a picchiare la donna era già stato arrestato dagli stessi militari. Dopo la scarcerazione il G.I.P. del Tribunale di Cassino aveva imposto al 41enne, come misura cautelare, il divieto di avvicinamento alla ex moglie, ma questi, incurante del provvedimento continuava con la sua condotta oppressiva nei confronti della stessa e, per questo, oggi la misura cautelare è stata aggravata.

21 aprile 2016 0

Moto in fiamme dopo l’incidente a Velletri, Ducati distrutta

Di admin

Velletri – Moto in fiamme dopo un incidente, oggi pomeriggio in via Salvo D’Acquisto a Velletri. Il sinistro è avvenuto tra una vettura e una Ducati Monster guidata da una ragazza. Dopo l’urto il ciclomotore è finito a terra e improvvisamente è stato avvolto dalle fiamme.

La ragazza che era alla guida, ha ruzzolato sull’asfalto senza riportare ferite ma la sua moto è stata completamente distrutta dal fuoco. Per domare l’incendio sono dovuti intervenire i vigili del fuoco di Velletri. Inevitabili le ripercussioni sul traffico, infatti si sono create lunghe file in ingresso e in unscita della città.

Er. Amedei

21 aprile 2016 0

Cassino – Rapina un giovane minacciandolo con un coltello, arrestato dalla polizia

Di admin

Cassino – Due giorni fa un giovane di origini egiziane, domiciliato presso una struttura di accoglienza di Cassino, chiama su linea di emergenza 113 per segnalare una rapina appena subita. Agli agenti delle Volanti del Commissariato di Cassino, intervenuti sul posto indicato, il ragazzo racconta di essere stato dapprima avvicinato e poi derubato, delle 60 euro che aveva con sé, da un coetaneo, dietro la minaccia di un coltello a serramanico.

Il personale di polizia ritrova poco distante dal luogo dei fatti il coltello utilizzato per intimorire la vittima. Sulla base della descrizione fornita dal cittadino egiziano partono immediatamente le ricerche del rapinatore che, sin dalle prime battute, si concentrano su un sospettato. E’ nel pomeriggio di ieri che i poliziotti del Commissariato fanno centro rintracciando l’autore della rapina. Ad essere sottoposto a “fermo di polizia giudiziaria” un ventisettenne eritreo con numerosi precedenti. La posizione sul territorio nazionale del giovane eritreo è, inoltre, al vaglio dell’Ufficio Immigrazione per l’applicazione dei provvedimenti di legge.

21 aprile 2016 0

Pugno duro della Polizia locale contro l’uso abusivo dei parcheggi per disabili. Sanzionata e rimossa un’auto

Di redazionecassino1

Cassino – Ancora un intervento della Polizia Locale di Cassino per rimuovere un’auto che, in via De Nicola, occupava abusivamente un posto riservato per disabili. Questo pomeriggio gli uomini del capitano Nardone, su richiesta della mamma di un bambino disabile titolare di un posto “nominativo” cioè riservato ad un disabile specifico, hanno provveduto a sanzionare l’automobilista incivile e a far rimuovere l’auto parcheggiata. “Devo ringraziare – ha dichiarato la mamma del bambino – la Polizia Locale per essere intervenuta tempestivamente quando ho chiamato. Erano ore che quell’auto sostava indisturbata sul posto riservato a mio figlio di nove anni. Quando il bambino – ha proseguito la mamma – è tornato da scuola ho trovato il posto già occupato, ho sperato che se ne andasse, ma niente da fare, allora ho seguito il consiglio del presidente dell’associazione “Nei giardini che nessuno sa” a cui sono iscritta e ho chiamato la Polizia Locale. Troppo spesso devo fare le acrobazie per poter far scendere mio figlio dalla macchina quando torna da scuola o dalla fisioterapia. Stavolta non ho sopportato questa inciviltà!”. Il fenomeno dell’uso abusivo dei posti riservati ai disabili è sempre più evidente e diffuso in città, nonostante il pugno di ferro adottato dalla Polizia Locale di Cassino e dell’assessore Fonte, nel sanzionare a dovere gli automobilisti “indiscipòinati”. Speriamo che l’intervento sia servito e che l’indisciplinato di turno abbia compreso la lezione! F. Pensabene

21 aprile 2016 0

Monsignor Bernardo D’Onorio va in pensione, il nuovo Arcivescovo di Gaeta è Don Luigi Vari

Di admin

Gaeta – Monsignor Fabio Bernardo D’Onorio è ufficialmente in pensione. A sostituirlo alla guida della arcidiocesi di Gaeta Monsignor Luigi Vari, Vicario Episcopale della diocesi di Velletri Segni e parroco della parrocchia di Santa Maria Maggiore in Valmontone. La decisione di Papa Francesco è stata ufficializzata oggi dallo stesso D’Onorio nella Basilica Cattedrale di Gaeta. Lui, rimarrà amministratore Apostolico dell’Arcidiocesi fino all’arrivo del nuovo Arcivescovo, per poi concedersi al meritato riposo. Al Monsignore, ex abate di Montecassino, si devono oltre alla guida spirituale di un vasto ed importante territorio come quello dell’Arcidiocesi di Gaeta, anche il museo Diocesano della stessa Gaeta che sotto il suo impulso ha acquisito un livello internazionale. Per D’Onorio, originario di Veroli, si ipotizzava un ritorno in Abbazia ma come da lui stesso sostenuto, rimarrà a vivere sul Golfo presso un istituto religioso gestito dalle suore dell’ordine delle Pallottine.

Er. Amedei

21 aprile 2016 0

Disperso in mare peschereccio partito da Formia, imbarca tre uomini di equipaggio

Di admin

Formia – E’ mistero e c’è preoccupazione sulle sorti di un peschereccio con tre persone di equipaggio a bordo scomparso da ieri. La barca usata per la pesca a strascico è partita alle 20 circa dal porto di Formia dove faceva base pur essendo iscritta al registro navale di Salerno. Il capitano è italiano e ha come equipaggio due aiutanti tunisini. Il peschereccio è salpato facendo rotta verso sud, ma da allora, di loro non si è saputo più nulla. Inutile chiamarli alla radio e neanche il segnale satellitare obbligatoriamente in dotazione ai pescherecci da indicazioni. Le ricerche sono condotte dalla capitaneria di Porto di Gaeta.