pubblicato il14 aprile 2016 alle 14:48

Consales: “Differenziata e tassa sui rifiuti, Mosillo fa copia e incolla dell’amministrazione Petrarcone”

“Leggendo quanto affermato oggi da Francesco Mosillo sulla tassa dei rifiuti e la raccolta differenziata, si evincono chiaramente due cose. La prima è che negli ultimi 5 anni non ha vissuto a Cassino o forse, pur vivendoci, è stato distratto da altro. La seconda è che almeno si è letto il nuovo bando per la raccolta differenziata. Una fatica, quest’ultima, che poteva tranquillamente risparmiarsi. Bastava che continuasse a venire, così come fatto in occasione dei primi appuntamenti, alle iniziative (un tassello dopo l’altro) attraverso le quali stiamo illustrando l’operato dell’amministrazione Petrarcone in questi 5 anni. Se fosse venuto anche all’iniziativa sull’ambiente si sarebbe reso conto che tutto quello di cui parla oggi è già stato fatto o è previsto dal nuovo bando ormai entrato a regime. Mi riferisco all’inserimento graduale della tariffa puntuale a peso; al sistema di pesatura all’interno dell’isola ecologica con conseguente premio per i cittadini più virtuosi; all’aumento delle aree di spazzamento con estensione ai quartieri di recente costruzione; all’incremento della raccolta della frazione organica in alcuni quartieri periferici più popolosi (Caira, via sferracavalli nuovi nuclei residenziali, le residenze, Sant’Angelo); alla salvaguardia per le 65 unità operative presenti nell’appalto di Cassino; alla nuova campagna di comunicazione per spiegare il nuovo sistema di tariffa puntuale. A questo si aggiunge la possibilità per il Comune di Cassino di vendere i prodotti differenziati e quindi beneficiare degli introiti dovuti a tale vendita attraverso il contributo Conai. L’obiettivo dell’Amministrazione Petrarcone è proprio quello di ridurre ancora di più nel tempo i costi del conferimento dei rifiuti in discarica e parallelamente aumentare il peso delle frazioni differenziate. In sintesi con la nuova gestione i cittadini che faranno al meglio la raccolta differenziata verranno premiati, risparmiando sul costo della tariffa. Se fosse venuto all’iniziativa sull’ambiente avrebbe anche scoperto che per la prima volta Cassino, per la raccolta differenziata, si è aggiudicata progetti per una somma superiore ai 500.000 euro. 196.000 euro per il progetto Cassino Riusa che prevede, tra l’altro, la creazione del centro riuso, dove tutti i cittadini potranno conferire i beni durevoli da poter recuperare e distribuire per le persone più bisognose. 312.000 euro del progetto Cassino Zero Rifiuti che prevede proprio, tra le varie azioni, l’attivazione del centro riuso e di un sistema di incentivazione a tessera per premiare i cittadini più virtuosi. Bastava prolungasse la sua presenza alle iniziative di due venerdì e queste cose le avrebbe sapute, evitando di provare a far passare per proposte innovative provvedimenti già in essere grazie all’amministrazione Petrarcone. Un capitolo a parte lo merita il compostaggio domestico. È proprio su questo argomento, più degli altri, che ci assale il dubbio iniziale. Mosillo ha vissuto a Cassino in questi ultimi 5 anni? Da quello che dice sul compsotaggio sembrerebbe di no. Se fosse vissuto a Cassino saprebbe che grazie al compostaggio, dal 2014, più di 1200 famiglie hanno avuto il primo importante risparmio (il 10%) sulla tassa dei rifiuti. Risparmio che a partire da quest’anno avranno anche quelle famiglie che fanno parte dell’albo comunale dei compostatori. All’albo dei compostatori sono iscritti di diritto tutti coloro che hanno ricevuto in comodato d’uso dal Comune di Cassino la compostiera (circa 1400 quelle assegnate dall’Ente), chi in passato ha acquistato o prodotto privatamente una compostiera e chi pratica il compostaggio con metodi riconosciuti dal nuovo regolamento (cioè la fossa o il cumulo). In questo caso Mosilo non ha avuto neanche l’accortezza di andarsi a leggere gli atti facilmente reperibili sul sito istituzionale del comune di Cassino.” È quanto emerge in una nota a firma dell’assessore all’ambiente Riccardo Consales

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07